Tricolori Para-Rowing all'Idroscalo di Milano



MILANO, 02 giugno 2017 - I Tricolori che da domani infiammeranno l'Idroscalo di Milano, vedranno protagonisti anche gli atleti del settore Para Rowing. Molti i nomi di rilievo che scenderanno in acqua nelle varie specialità, a cominciare da Tommaso Schettino, portacolori della Canottieri Aniene, l'unico in gara tra gli atleti che presero parte alle Paralimpiadi di Rio 2016. Schettino affronterà ben due sfide in occasione di questi Campionati Italiani: scenderà in acqua sul doppio misto PR3 affiancato da Adriana Tavani e, sempre assieme alla Tavani, comporrà il quattro con misto PR3, imbarcazione completata dal campione olimpico di Pechino 2008, Luca Agoletto, da Paola Protopapa, timonati da Alessio Di Sorbo.

Gli stessi Agoletto e Protopapa gareggeranno sulla stessa barca anche nel doppio misto PR3 dell'Aniene. Sarà interessante la sfida in singolo PR2, con Daniele Stefanoni (CC Aniene) e Massimo Spolon (Gavirate) chiamati a contendersi la prima piazza del podio. Sempre in singolo PR2, rileviamo la partecipazione di Arianna Riccucci, impegnata a Gavirate nelle scorse competizioni internazionali.


Ricca la sfida in singolo PR1 maschile, dove ai nastri di partenza troveremo molti atleti che già hanno maturato l'esperienza internazionale di Gavirate, ossia Simone Baldini, Sergio Emilio Bartollini (SC Ravenna), Davide Dapretto (SC Armida) e Marco Del Bene (SC Pontedera). A completare le postazioni di partenza di questa specialità, Francesco Maria Maglione (lva Bagnoli). Sempre nella categoria PR1, ma a livello femminile, ritroveremo Anila Hoxha, che lo scorso anno, in doppio misto assieme a Daniele Stefanoni, vide sfumare, se pur di pochissimo, la qualificazione per le Paralimpiadi di Rio.

LEGENDA PARA-ROWING
PR3 (ex LTA): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
PR2 (ex TA): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
PR1 (ex AS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.


ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.


Speciale Campionati Italiani Senior, Junior, Pesi Leggeri e Para-Rowing - Milano

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.