Domenica prossima ad Amalfi la 61a Regata delle Antiche Repubbliche
 Marinare


SALERNO, 07 giugno 2016 - La Regata delle Antiche Repubbliche Marinare Italiane si avvicina: domenica 12 giugno i Galeoni di Venezia, Pisa, Genova e Amalfi, che ospita la 61esima edizione, si ritroveranno in mare aperto per contendersi la vittoria nell'appassionante Palio Remiero che si rinnova dal 1956. Otto vogatori e un timoniere prenderanno posto su ciascun galeone, tutti disegnati su modelli del XII secolo ma realizzati in vetroresina con caratteristiche ben precise: lunghi 11,50 metri e larghi 1,65 metri, non devono avere un peso inferiore ai 760 Kg e sono dipinti del colore dominante del proprio vessillo storico (Azzurro per Amalfi, Bianco per Genova, Rosso per Pisa e Verde per Venezia). Anticipato dalla gara dei Gozzi nazionali, che determina l'assegnazione delle corsie della Regata, il Palio Remiero vedrà i quattro Galeoni combattere senza esclusione di colpi (di voga) sul campo di regata lungo 2.000 metri in linea che abbraccia il tratto di mare dal Capo di Vettica alla Marina Grande di Amalfi, l'unico in mare aperto tra le quattro location della manifestazione.
Ufficializzati gli equipaggi delle Quattro Repubbliche, che, come da tradizione, annoverano tra le proprie fila atleti iridati e olimpici, nonché rappresentanti della Nazionale Azzurra. Sono ben 14 quest'anno i Nazionali della Federazione Italiana Canottaggio pronti, in questo caso, a difendere i colori della propria bandiera repubblicana, insieme a giovani promesse e appassionati veterani, fianco a fianco, nello spirito sportivo e di unione che caratterizza l'evento.
La gara rientra nelle prove agonistiche della Federazione Italiana Canottaggio sedile fisso ed è anche l'occasione per riunire parte degli equipaggi dell'Otto italiano e del Quattro di Coppia che hanno sfiorato la qualificazione alle Olimpiadi di Rio 2016 nelle recenti gare di Lucerna, ma che ad Amalfi si ritrovano ai remi non più come compagni di Nazionale ma come rivali.

Per VENEZIA, che detiene il record con le sue 33 vittorie e ha confermato tutto l'equipaggio del Galeone 2015, sono due gli atleti Nazionali in rosa: Francesco Rigon, classe 1987 alla sua seconda esperienza in galeone, e Francesco Cardaioli, Vogatore del Quattro di coppia senior maschile arrivato a un passo dalla qualificazione alle Olimpiadi 2016. Completano la squadra il capovoga Gherardo Gamba, fresco Argento al Remoergometro Master ai Campionati Italiani Indoor Rowing, Davide Stefanile, già nazionale Juniores, Michele Ghezzo, due volte Campione d'Italia nel Quattro di coppia, Isoken Obayagbona, con i suoi due Bronzi consecutivi nel Doppio ai Campionati Italiani e i fratelli - e veterani della Regata - Jacopo e Mattia Colombi, tutti guidati dal timoniere Stefano Morosinato, otto volte finalista ai Campionati Italiani di canottaggio. Da sottolineare il ritorno del 'senatore' Jean Smerghetto, già Campione Universitario del Mondo, che gareggia nel Gozzo insieme a Nicola Zorzetto, Lorenzo Barbato, Mattia Zanin e il timoniere Vittorio Trani. Completano il team il vogatore Luca Tardivo, a disposizione del direttore tecnico e allenatore Stefano Zabotto, degli allenatori Mauro Serena e Alberto Vianello e del nostromo Maurizio Crosara.

Rinnova massicciamente il proprio equipaggio PISA, che però ritrova ai remi gli Azzurri Edoardo Margheri, atleta che ha al suo attivo, tra l'altro, 10 Ori nei Campionati Italiani, e Luca Agamennoni, Campione del Mondo 2016 con l'Otto Senior, ma che ha visto sfumare la Qualificazione alla quarta Olimpiade consecutiva nell'Otto con gli 'amalfitani' Infimo, Paonessa e D'Aniello. Confermati nel Galeone anche Simone Tonini (2 titoli Italiani) e Alessio Melosi, Campione Italiano 2010 nel Due Coastal Rowing. New entry Francesco Meoni, Federico Ferroni e Luigi Mostardi, tutti già in gara ai Campionati italiani, Lorenzo Pagni, Campione d’Italia 2013 nel K1 Senior, e Gabriele Ciulli, timoniere di grande esperienza, già Bronzo nel Quattro Con ai Campionati Italiani 1994. A bordo del Gozzo, invece, Fabio Ferraro, Flavio Ricci, Davide Del Carratore, Fabio Marsigli e il timoniere Andrea Pellegrini. A disposizione dell'allenatore Massimiliano Landi e del nostromo Andrea Cini le riserve Andrea Califano, Alessio Lorenzini e Vito Saggese. Direttore sportivo Marco Dini.

Tre gli Azzurri, invece, nell'equipaggio di GENOVA, che ritrova ai remi del Galeone Francesco Garibaldi, Oro nel Quattro Con nella categoria Senior A; prima esperienza al Palio, invece, per Cesare Gabbia, Campione Mondiale Under 23 nel 2014. Hanno invece fatto parte dell'equipaggio 2015 Enrico Perino, più volte Campione Italiano F.I.C. e F.I.C.S.F., e Nicolò Bo, di cui ricordiamo gli Ori conquistati nel Quattro di Coppia Senior e con l'Otto Under 23. Prima esperienza in galeone anche per Andrea Moretto, che ha partecipato a otto Campionati Italiani, Giovanni Solari, in agonistica dal 2004, Alex Solari della categoria Master/Senior, Davide Maggi, Under 23, che ha iniziato l'attività agonistica nel 2007 e per il timoniere Leonardo Boccuni, che vanta tra i suoi titoli un titolo mondiale. Resta a disposizione dell'allenatore Tullio Marino Bonfà il nazionale Paolo Perino, che ha tentato la qualificazione a Rio 2016 nel Singolo Maschile: con lui in riserva Luca Raffo e Giorgio Calabria. Per la Regata dei Gozzi, invece, gareggiano Riccardo Altemani, Gian Battista Figari, Bruno Viviani, Juri Janko e il timoniere Lorenzo Caprile. Completano la rappresentativa genovese il direttore tecnico Stefano Crovetto e il nostromo Giovanni Lastrico.

Chiudiamo con l'equipaggio di AMALFI che conta ben cinque atleti Azzurri ai remi del suo Galeone, ovvero Emanuele Liuzzi (che al suo attivo un titolo Mondiale), Luca Parlato (con due titoli iridati nel palmarès), Fabio Infimo (tre volte Campione Italiano nel Due Con), Mario Paonessa (già alle Olimpiadi di Londra 2012) e il timoniere Enrico D'Aniello (4 Ori Mondiali all'attivo). Infimo, Paonessa e D'Aniello - esclusi per un soffio dalle Olimpiadi di Rio 2016 alle Qualificazioni di Lucerna per un beffardo terzo posto alle spalle di USA e Polonia - potranno quindi combattere per portare almeno un'imbarcazione azzurra, in questo caso 'crociata', alla vittoria. A completare l'equipaggio del Galeone i veterani Luigi Lucibello e Luigi Amendola, con Alberto Bellogrado e Luigi Proto, per un totale di sette atleti confermati dall'edizione 2015. Il team amalfitano annovera, inoltre, altri due Nazionali, Armando Dell'Aquila e Rosario Agrillo, in gara col Gozzo insieme a Vincenzo Bellogrado, Fabio Borgese e il timoniere Vittorio Pio Esposito. A disposizione del direttore tecnico Giuseppe Ingenito e dell'allenatore Francesco Noio restano Angelo Carrano, Alfonso Spada e Gianluca Langella; nello staff tecnico Angelo Ingenito, Giovanni Spada, Michele De Riso e Michele Laudano.

La città vincitrice della Regata si aggiudicherà l’ambito trofeo in oro e argento, realizzato dalla Scuola Orafa Fiorentina, raffigurante un galeone a remi sorretto da 4 ippocampi.
Madrina d’eccezione della cerimonia di premiazione sarà la splendida Madalina Ghenea.
Sarà possibile seguire la Regata delle Antiche Repubbliche Marinare Italiane domenica 12 giugno dalle 18.05 in diretta su Rai 2 e in live streaming sul portale Rai.tv. Media partner ufficiale della 61a edizione è Radio Kiss Kiss che racconterà a tutta Italia i momenti salienti della gara.
La Regata, che si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è realizzata con il supporto degli sponsor Pasta Antonio Amato e Volkswagen, sponsor tecnici Ferrarelle e NH Collection Hotels.



JaGcommunication /Ufficio Stampa 61ema edizione

 
 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.