Convegno "Sport e Disabilità". La prima parte degli interventi


TRIESTE, 30 gennaio 2016 - Un Convegno caratterizzato da esperienze sportive vissute e grandi emozioni quello in Sala Predonzani nel Palazzo della Regione Fvg a Trieste sabato mattina. Aneddoti si sono succeduti ad esperienze, di vita sportiva in un caleidoscopio dedicato a quelli che il dott. Magrin, in uno degli ultimi interventi della mattinata ha definito come gli atleti migliori: quelli diversamente abili.
Esordiva Marinella Ambrosio, docente e Presidente del CIP del Friuli Venezia Giulia, che faceva un breve excursus dello sport paralimpico, nato in Gran Bretagna come attività di recupero per i reduci di guerra. La sua esperienza di insegnante la portava ad affermare che tutti passano dal sistema scolastico, e quelli che hanno difficoltà devono diventare più abili possibile, arrivando alla conoscenza delle proprie potenzialità. Non concepisce l'esonero scolastico, con alunni che dalla scuola Primaria giungono alla Secondaria di II grado senza aver mai fatto una lezione di ed.fisica/motoria. Tutti indistintamente devono trarre beneficio dall'attività sportiva anche da quella scolastica. Dopo la Legge Stato del 2003 (strepitosa!), si è giunti ad un grande passo (in attuazione a febbraio), al Decreto Attuativo. I primi anni (da soli) del Canottaggio dedicato ai diversamente abili tra mille difficoltà, sensibilmente migliorato con lo stato attuale delle cose, dove anche questo sport sta facendosi largo a livello nazionale ed internazionale. Ma anche il modo di formare deve cambiare, istruendo alenatori di atleti normodotati, specializzandoli verso lo sport per i diversamente abili. Nel Friuli Venezia Giulia la rete è abbastanza ricca, e sempre più coordinata sul territorio, tanto che nel Progetto in 3S n(ed. Fisica nella Scuola Primaria condotto da laureati in Scienze motorie e finanziato dalla Regione), ben 300 erano gli alunni con disabilità, beneficiando precocemente dell'attività motorio/sportiva, e questi Progetti devono essere continuativi e non aver fine.
Il Presidente della Consulta Disabili del FVG Vincenzo Zoccano salutava in sala Hubert Perfler, oro olimpico a Barcellona, recente collare d'oro, Presidente dell'UIC.



Maurizio Ustolin
Ufficio Stampa FIC FVG

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.