Canottaggio Piemonte - Campionati Italiani Società, Pararowing,
 Trofeo CONI, Trofeo Gibus


TORINO, 30 settembre 2015 - Week-end ricco di appuntamenti quello appena conclusosi, che ha visto il remo piemontese impegnato su ben tre fronti. A Torino, nella giornata di sabato, il Canottaggio è sceso in campo insieme per la sesta edizione del Trofeo Gibus, gara promozionale dedicata alla memoria dell’amico Paolo Deregibus. Sono stati oltre 150 gli atleti che hanno voluto partecipare all’appuntamento, giunti da tutte le Società piemontesi, dando vita a sfide molto combattute, che sui 750 metri compresi fra il ponte Isabella e le due Società organizzatrici (Eridano e Cerea) si sono spesso concluse decretando il vincitore solo nelle ultime battute finali.
Nel frattempo, a due settimane di distanza dai Campionati Italiani Assoluti, Pesi Leggeri e Juniores, Ravenna ha nuovamente ospitato un importate evento di caratura nazionale, i Campionati Italiani di Società e Pararowing, abbinati al Gran Premio dei Giovani - Trofeo delle Regioni ed al Meeting Nazionale Allievi, Cadetti e Master, che nel loro insieme hanno visto la partecipazione di 1.305 atleti (1.441 atleti gara) in rappresentanza di 79 società e 10 Comitati Regionali.

Nutrita la partecipazione Piemontese all’evento, che ha conquistato un bottino totale di 5 medaglie. Il Campionato Pararowing ha visto brillare l’Armida, che a tre settimane dall’edizione 2015 della Rowing for Rio (17-18 ottobre), ha conquistato il tricolore nella GIG a quattro LTA ID Mix per mano di Renato Giacone, Giovanni Rastrelli, Matteo Bianchi e Margherita Merlo, timonati da Filippo Cardellino, che han preceduto sul traguardo il compagno di società Lorenzo Sforza, terzo classificato a bordo del misto Firenze – Gavirate ed i compagni di società Sarah El Laban, Manuel Vaccaro, Francesco Faiella e Lorenzo Cupolino, timonati da Veronica Martelli, quarti classificati. Secondo posto per Davide Dapretto nel singolo AS, alle spalle del solo Fabrizio Caselli, e per Alessandro Rossi, Matteo Bongiovanni, Andrea Appendino e Marta Casetta, nella specialità del quattro con LTA ID Mix, timonati da Nathalli Readi. Il Lago d’Orta ha conquistato infine il bronzo con Cristina Scazzosi nella specialità del quattro con LTA Mix misto Gavirate – Idroscalo, precedendo sul traguardo il misto Armida – Flora – Gavirate – Lario di Manuel Vaccaro e Francesca D’Emilio (tim.), quarto classificato.

Bellissima vittoria per la Cerea nel due senza senior, che ha conquistato il tricolore grazie a Pietro Cappelli ed Emanuele Giacosa, che han tagliato per primi il traguardo al termine di una gara tiratissima che ha visto i primi tre del podio giungere sul traguardo in un fazzoletto di un secondo; la Cerea ha portato a casa anche un bel sesto posto nella specialità del singolo senior, per mano di Leon Radice.

Infine, a qualche centinaio di chilometri di distanza da Ravenna, il Friuli Venezia Giulia ha ospitato oltre tremila giovani, partecipanti alla fase finale nazionale della seconda edizione del Trofeo CONI, manifestazione riservata agli atleti under 14 che, in rappresentanza delle varie Regioni d’Italia, hanno preso parte alle gare dedicate a 33 diverse specialità, negli impianti di 12 città della regione. Il canottaggio è stato ospitato a Trieste: nello spazio acqueo prospiciente la sede del Circolo Canottieri Saturnia si sono svolte le prove in barca, mentre al Campo sportivo Draghicchio si è svolta la prova di corsa.

44 atleti (26 maschi e 18 femmine) provenienti da Puglia, Emilia Romagna, Piemonte, Marche, Lazio, Veneto e Friuli Venezia Giulia si sono confrontati su un percorso a slalom di circa 800 metri in singolo 7,20, seguito dalla prova di corsa.
Accompagnata da Giovanni Boldrino, la spedizione Piemontese ha disputato una prestazione magistrale che le ha permesso di conquistare il secondo posto in classifica, alle spalle della rappresentativa pugliese e davanti a quella laziale.
Nella categoria allievi C la prova in barca ha visto la vittoria di Alberto Romano, il secondo posto di Paolo Scifo, il terzo posto di Anita Boldrino ed il quinto posto di Alessia Cieli.
Nella categoria cadetti la prova in barca ha visto il quarto posto di Agnese Medana, il quinto di Giovanni Giachino, il sesto posto di Jacopo Rabajoli ed il settimo posto di Giorgia Bardo.
La successiva prova di corsa, consistente in cinque giri ad inseguimento (2.000 metri) del campo di atletica del Draghiccio ha visto i nostri ragazzi difendere ed in alcuni casi migliorare i piazzamenti conquistati in barca, contribuendo, con il secondo posto della nostra disciplina, ad una bellissima vittoria del Piemonte nella classifica assoluta, che con 91 punti ha agguantato il gradino più alto del podio, precedendo Veneto (90 punti) e Lazio (87 punti).
Il Presidente del Coni Regionale Gianfranco Porqueddu, entusiasta per questo risultato, ha inviato a tutti i Comitati Regionali una lettera di congratulazioni che alleghiamo.
Concluso questo ricco week-end di emozioni per il remo piemontese, l’attenzione si sposta adesso su Torino, dove, venerdì prossimo, si disputerà l’edizione 2015 della Rowing Regatta: chi avrà la meglio, l’Università o il Politecnico?

ALESSANDRO POLATO
Ufficio Stampa FIC Piemonte

 
 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.