Due senza senior: passo dopo passo…pronti per il mondiale


ROMA, 27 agosto 2015 - Il "progetto azzurro", se così vogliamo chiamarlo, di Niccolò Mornati e Vincenzo Capelli nasce circa sette mesi or sono, tra le mura della Canottieri Aniene. Va considerato che Mornati veniva da due anni di inattività. Alla fine però con tenacia e spirito di sacrificio, la coppia è riuscita, passo dopo passo, a rimettersi in gioco e a conquistare addirittura un posto in nazionale. "La cosa positiva - ci spiega Mornati - è che abbiamo preso tutto quello che di buono è venuto durante la stagione, senza fissarci degli obiettivi troppo a lungo termine. E ora, arrivati questo punto, che per noi è un punto di partenza, possiamo senza dubbio ritenerci soddisfatti. Soprattutto se considero che fino a sette mesi fa ero fermo". Niccolò, quanto ti ha aiutato Vincenzo in questo percorso? "Vincenzo è stata la persona che mi ha aiutato più di tutti a reinserirmi nel giro. Quest'inverno ci siamo allenati assieme e abbiamo scoperto una buona sintonia. Personalmente gli ho chiesto di fare un piccolo passo indietro, ossia: uscire dalla nazionale per darmi una mano nella preparazione e poi assieme puntare alla maglia azzurra. Inizialmente non ci eravamo preclusi nessuna possibilità, che fosse il due senza o altre barche. Ad esempio abbiamo preso molto positivamente il transito sull'otto e, infatti, è stata un'esperienza stimolante. Devo dire che in quell'occasione tutto il gruppo ci ha aiutato a crescere".

Vincenzo, sei soddisfatto del percorso che hai affrontato? "Quando mi è stata prospettata la possibilità di remare con un campione del calibro di Niccolò, mi sono messo a disposizione senza pensarci due volte. Sapevo che inizialmente sarei stato un po' condizionato dal fatto che lui era appena rientrato e che doveva rimettersi in piena forma ma la cosa non mi è importata. Ho considerato solo il fatto che remare con Niccolò per me sarebbe stata una grande occasione per apprendere. E infatti in questi sei mesi credo di aver imparato più che negli ultimi due-tre anni. Avere come compagno di barca una persona come lui ti dà veramente una marcia in più". E continua Capelli: "Per quanto riguarda la barca posso dire che sta rispondendo bene e da parte nostra siamo fiduciosi. Purtroppo non abbiamo potuto lavorare tanto quanto il resto del gruppo: Niccolò è rientrato da poco ed io ho avuto qualche infortunio durante quest'inverno. Al di là di tutto però sentiamo che entrambi stiamo crescendo giorno dopo giorno. Di fondo c'è la consapevolezza che abbiamo una buona base di partenza e con il giusto impegno penso che possiamo raggiungere un livello niente male".


 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.