L'occasione Mondiale di Eleonora De Paolis


ROMA, 17 agosto 2015 - Recentemente approdata al mondo del canottaggio, Eleonora De Paolis (CC Napoli), la singolista AS della nazionale Para-Rowing, è riuscita in tempi molto rapidi a farsi valere a livello nazionale e ad incidere in maniera significativa nelle competizioni internazionali. Sicuramente si tratta di un'atleta con un ampio potenziale di crescita: "Penso ci siano stati dei miglioramenti che lasciano ben sperare - incomincia Eleonora - Ad oggi è esattamente un anno e mezzo che faccio canottaggio e con questa stagione è la prima volta che ho affrontato una preparazione invernale completa". Che obiettivi ti eri data per quest'anno?: "Il primo obiettivo stagionale ce lo eravamo dati per la gara internazionale di Gavirate: in quell'occasione dovevo scendere sotto i 6 minuti. Ho centrato quel traguardo. A distanza di un mesetto, in occasione dell'impegno di Varese, dovevo riconfermarmi e anche in quell'occasione sono riuscita nell'intento, quindi posso dire che finora la stagione è stata positiva".

Veniamo alla preparazione che stai portando avanti adesso: "Ora stiamo terminando questa fase preparatoria estiva che è stata lunga e molto pesante. Abbiamo affrontato veramente tanti raduni. Devo dire che quello che mi ha sorpreso tanto di me è stato il fatto che ho sopportato carichi di lavoro tipo mezzofondista. Io vengo dall'atletica e ho sempre odiato quel tipo di lavoro. Non mi hanno mai convinto a fare più di dieci minuti di corsa. Ora, invece, gradualmente sto riuscendo, nonostante questo tipo di lavoro continui a non piacermi". Ci sono avversari in particolare che ti spaventano?: "Quello che mi spaventa veramente è la poca esperienza che ho rispetto all'ambito internazionale. Sinceramente non posso dire di conoscermi ancora bene ed è probabile che in gara io riesca a dare più di quello che sono riuscita a dare fino ad ora in allenamento".



LEGENDA PARA-ROWING

AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

 

Prossime Regate

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.