Cantiere Filippi, sempre al servizio del canottaggio


VARESE, 20 giugno 2015 - Dietro lo spettacolo che prende vita nelle competizioni remiere, c'è un vera e propria macchina organizzativa, che si compone di diversi elementi, chiamata a muoversi su più livelli, in modo armonico e coordinato. Un aspetto di indubbia rilevanza è sicuramente la logistica che sottostà allo spostamento delle imbarcazioni di cui il Cantiere Filippi spesso e volentieri si fa carico. Per avere un'idea di quanto stiamo dicendo, abbiamo parlato con David Filippi, il numero uno del Cantiere Filippi il quale incomincia facendo riferimento alla seconda prova di Coppa del Mondo che si sta svolgendo a Varese: "Noi generalmente organizziamo gli spostamenti in base alle richieste avanzate dalle varie Federazioni. In particolare questa volta, in occasione della Coppa del Mondo, abbiamo portato sul campo di gara tre carrelli. Ci siamo presentati sul posto due settimane fa. Questo perchè Nuova Zelanda, Australia e America avevano preventivato di arrivare circa dieci giorni prima dell'evento".

Quali saranno i vostri prossimi impegni internazionali?: "Prima di tutto ci sarà il Mondiale Under 23 a Plovdiv e poi quello lo Junior a Rio de Janeiro. In particolare per quest'ultimo impegno, che si terrà in Brasile, abbiamo dovuto organizzare lo spostamento con largo anticipo perché comunque bisogna mettere in conto i giorni di navigazione, che in questo caso sono venticinque giorni. Quindi i cinque container richiesti sono partiti la scorsa settimana e arriveranno a il 18 di luglio. Poi ci sono le operazioni doganali. Alla fine le imbarcazioni saranno disponibili dal 25 di luglio e il campo di gara aprirà il 27".

A Rio si terranno l'anno prossimo anche le Olimpiadi. Già avete idea di quante saranno le richieste di imbarcazioni per quell'occasione?: "Come quantitativo penso che sposteremo all'incirca 3-4 container, quindi un'ottantina di imbarcazioni. Per lo spostamento ovviamente si considereranno i soliti tempi". Com'è noto il Cantiere Filippi è da sempre impegnato nella ricerca e nello sviluppo. Quello che volevamo sapere è se saranno disponibili a breve anche delle nuove imbarcazioni? "La ricerca avanza senza sosta e già quest'anno abbiamo presentato quattro nuovi modelli: quattro di coppia e il singolo donne, il due senza uomini e il quattro di coppia pesi leggeri femminile".


 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.