Prima giornata dell'Internazionale Para-Rowing di Gavirate
 con l'Italia che vince 7 medaglie


GAVIRATE, 16 maggio 2015 - Al termine della prima giornata di finali che, a causa dell'annullamento delle eliminatorie di ieri, si sono svolte a serie questa mattina, le imbarcazioni azzurre hanno conquistato 7 medaglie (2 oro, 3 argento, 2 bronzo). Una nota sicuramente positiva, che va a sottolineare il valore del lavoro portato avanti dal caposettore Dario Naccari. Esordio col botto, quello azzurro, che nella specialità del quattro con LTA misto, la prima che ha impegnato la rappresentativa italiana, ha conquistato, al termine di una gara dominata sostanzialmente sin da metà percorso, l'oro con la formazione Paola Protopapa, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino (CC Aniene), Luca Lunghi (CUS Ferrara) e Giuseppe "Peppiniello" Di Capua (CN Stabia) che ha fermato il cronometro a 3.34.90. La seconda medaglia d'oro è arrivata dal singolista Fabrizio Caselli (SC Firenze) che ha tagliato il traguardo con il tempo di 5.15.50 e distanziando il diretto inseguitore, l'atleta della Repubblica Ceca Jan Kelner, di ben 44 secondi.

Le gare in singolo AS femminile sono valse, per l'Italia, ben due medaglie d'argento: la prima l'ha vinta Eleonora De Paolis (CC Napoli) che ha chiuso i mille metri di percorso in 6.10.80; la seconda, invece, è finita al collo di Anila Hoxha (CUS Torino) giunta sul traguardo in 6.42.50. Nella specialità del singolo TA Maschile l'Italia ha ottenuto altre due medaglie: la prima è stata quella d'argento di Daniele Stefanoni (CC Aniene) che, con il tempo di 4.22.70, si è piazzato alle spalle dell'inglese Whiteley; la seconda è stato il bronzo conquistato da Massimo Spolon, che ha gareggiato con i colori della Canottieri Gavirate ed allenato da Paola Grizzetti, il quale ha concluso la prova in 4.53.50

L'ultima medaglia della giornata, di bronzo, è arrivata dalla regata internazionale INAS ed è stata vinta dal quattro con LTA ID composto dalla formazione targata Canottieri Gavirate di Serena Menichelli, Elisabetta Tieghi, Francesco Borsani, Carlo Dal Verme e Greta Schwartz al timone. Per quanto riguarda il programma nel pomeriggio, alle 17 si disputeranno le eliminatorie necessarie per la formazione delle finali di domani.


Nelle foto (C.Cecchin): il 4 con LTA azzurro; Fabrizio Caselli; i due podi del singolo AS femminile con Eleonora De Paolis (sopra) e Anila Hoxha (sotto); i due podi del singolo TA maschile con Daniele Stefanoni (sopra) e Massimo Spolon (sotto); il podio del 4 con LTA-ID.



LEGENDA PARA-ROWING

LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.


ID (INTELLECTUAL DISABILITY): atleti con disabilità intellettiva e relazionale.

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.