Amburgo: Risultati e resoconti QUARTI e RECUPERI


AMBURGO, 08 agosto 2014 -

SINGOLO DONNE - Primo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: Italia e Germania si staccano all’unisono dai blocchi di partenza e transitano al primo rilevamento prima e seconda con la barca danese in terza posizione. A metà gara le due posizioni di testa rimangono invariate ma nelle retrovie inizia il gioco delle prue e la Bulgaria ha la meglio al passaggio dei 1000 metri sulla Danimarca, quarta. A 1500 metri l’Italia è sempre seconda dietro alla Germania, ma con lo sguardo attento alla Bulgaria che mantiene la terza posizione nonostante la Danimarca tenti di sopravanzarla. Sul finale assolo della barca tedesca che vince con oltre una barca di vantaggio sull’Italia, saldamente seconda. Italia in semifinale 1. Germania Melanie Oracheva 8.00.88, 2. Italia Federica Cesarini (Canottieri Gavirate) 8.06.54, 3. Bulgaria Desislava Georgieva 8.10.89, 4. Danimarca Astrid Steensberg 8.15.48, 5. Cuba Llianny Roman Olivera 8.16.17, 6. Vietnam Thi Hue Pham 8.34.61
Secondo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Olanda Marieke Keijser 8.02.08, 2. Grecia Sofia Asoumanaki 8.03.59, 3. Ucraina Kateryna Didchenko 8.07.20, 4. Australia Amanda Bateman 8.13.87, 5. Norvegia Jenny Rorvik 8.27.24, 6. Repubblica Ceca Zuzana Necasova 8.35.70
Terzo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Bielorussia Aliaksandra Uholnik 8.07.49, 2. Cina Meijia Zhang 8.09.43, 3. Croazia Teuta Stojakovic 8.10.83, 4. Russia Ekaterina Pitiirimova 8.10.88, 5. Svezia Annie Svensoon 8.14.89, 6. Svizzera Amanda Luescher 8.32.32
Quarto quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Francia Camille Juillet 8.04.98, 2. USA Elizabeth Sharis 8.17.32, 3. Serbia Ljiljana Josic 8.17.61, 4. Ungheria Kitti Horvath 8.23.61, 6. Tunisia Nour Elhouda Ettaieb 8.32.555. Paraguay Alejandra Alonso 8.23.79,

SINGOLO UOMINI - Primo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: Parte bene l’azzurro passando terzo fino a metà gara mentre a fare il ritmo sono Canada e Tunisia. A 1500 metri però Jansen subisce il ritorno della Lituania e transita quarto. Sul finale non riesce a ricuperare la posizione valida per il passaggio al turno successivo e finisce la gara quarto alle spalle della Tunisia che supera il turno. Italia in semifinale C. 1. Canada Daniel De Groot 7.15.19, 2. Lituania Matas Lukosevicius 7.18.22, 3. Tunisia Mohamed Taieb 7.18.74, 4. Italia Riccardo Jansen (CC Esteri Roma) 7.23.68, 5. Slovenia Miha Aljancic 7.30.10, 6. Olanda Hendrik Nelis 7.39.01
Secondo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. USA Benjamin Davison 7.10.70, 2. Australia Thomas Schramko 7.10.85, 3. Bulgaria Rangel Katsarski 7.15.29, 4. Repubblica Ceca Jaroslav Hellebrand 7.17.98, 5. Cuba Orlando Sotolongo 7.18.68, 6. Messico Klaus Rasmussen 7.22.29
Terzo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Germania Tim Ole Naske 7.07.07, 2. Svizzera Jacob Blankenberger 7.11.03, 3. Francia Maxime Ducret 7.14.39, 4. Lettonia Ralfs Verpakovskis 7.23.10, 5. Romania Constantin-Cristi Hirgau 7.24.37, 6. Belgio Aurelien Goubeau 7.27.89
Quarto quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Sud Africa Daniel Watkins 7.14.18, 2. Russia Andrey Potapkin 7.16.39, 3. Brasile Uncas Batista 7.17.49, 4. Estonia Daniel Liik 7.24.94, 5. Danimarca Sebastian Adelhardt 7.32.22, 6. Georgia Archili Baishvili 7.32.83

OTTO DONNE - Recupero – i primi quattro in finale: Italia punta a punta nella prima fase con Bielorussia e USA per la quarta posizione valida per la finale. La barca azzurra è terza, infatti, nella prima fase ma, dopo essersi scrollata di dosso le temibili avversarie, transita seconda a metà gara dietro alla Romania e mantiene la seconda posizione anche a 1500 metri con gli USA a tre quarti di barca di distanza. Il serrate finale consolida la posizione dell’ottorosa azzurro che va in finale mentre rimane fuori dal gioco delle medaglie la Bielorussia. 1. Romania Paula Logofatu, Andrea Budeanu, Anamaria Zaharia, Anca-Elena Filip, Raluca-Mihaela Munteanu, Ionela-Madalina Petreanu, Iuliana Crefalian, Georgiana-Lorena Palasca 6.32.73, 2. Italia Chiara Gilli (SC Esperia), Allegra Francalacci (GS Cavallini), Chiara Cianelli (SC Arno), Giada Bettio (SC Lario), Ludovica Braglia, Elisa Mondelli (SC Moltrasio), Clara Guerra (SC Nino Bixio), Sarah Caverni (SC Limite), Camilla Mariani-timoniere (SC Lario) 6.36.20, 3. USA Riley Mac Aulay, Shayla Lamb, Erica Swartwout, Isabel Fitter, India Robinson, Melissa Curtis, Julia Sesler, Katy Gilligham, Liliana Hansen 6.37.11,  4. Australia Madeline Bernard, Jacqueline Hart, Olivia Keppel, Eleanor Howe, Chloe Betts, Rebecca Joyce, Elise Franetic, Lucy Jepson, Eliza Lincoln-Price 6.40.69, 5. Bielorussia Dzina Haluts, Tatsiana Masalskaya, Nastassia Harai, Tatsiana Filipava, Anastasiya Ivanova, Ala Firsava, Yana Lankovic, Aliaksandra Markevic, Palina Katsevich 6.44.61

DOPPIO DONNE - Primo recupero - i primi due in semifinale gli altri in semifinale C: 1. Germania Tina Christmann, Franziska Kampmann 7.25.14, 2. Norvegia Rebekka Wiberg-Bugge, Aasta Andreasen 7.37.39, 3. Croazia Julia Mucculough, Dora Dragicevic 7.42.11, 4. Lettonia Jelisaveta Simaceva, Anna Karasa 7.42.77, 5. Giappone Nanako Tokiwa, Ayumi Naruse 7.46.49
Secondo recupero - i primi due in semifinale gli altri in semifinale C: 1. USA Claire Campbell, Mary Campbell 7.32.01, 2. Lituania Indre Kvartuenaite, Viktoija Senkute 7.32.21, 3. Repubblica Ceca Tereza Skvorova, Kamilla Ondrackova 7.33.03, 4. Svezia Karin Sundberg, Sofia Wallin 7.42.51, 5. Zimbabwe Lisa Mhlaba, Megan Dickens 8.27.68
Terzo recupero - i primi due in semifinale gli altri in semifinale C: Francia e Australia si portano subito fuori dalla portata delle azzurre che, dopo essere transitate quarte alla prima frazione, terze a metà gara, sferrano un attacco alla Francia intorno ai 1300 metri e si portano in seconda posizione dietro all'Australia. Una condotta di gara, quella delle azzurre, che ricorda molto la tattica delle campionesse del mondo Milani e Sancassani, e che ha permesso a queste due ragazze di presentarsi sulla linea del traguardo addirittura davanti a tutte le avversarie. Una vittoria che ha fatto scoppiare letteralmente le tribune e negato alla Francia la possibilità di proseguire verso la finale. Italia in semifinale. 1. Italia Paola Piazzolla (LNI Barletta), Bianca Laura Pelloni (GS Speranza Pra’) 7.28.00, 2. Australia Georgia Seidel, Bridget Badenoch 7.29.49, 3. Francia Claire Bahain, Selma Dhaoudi 7.32,90, 4. Moldavia Natalia Tabur, Daria Scorinina 7.48.65
Quarto recupero - i primi due in semifinale gli altri in semifinale C: 1. Nuova Zelanda Hannah Romaniuk, Luka Ellery 7.30.06, 2. Ucraina Diana Romaniuk, Alina Nesterenko 7.36.29, 3. Russia Olga Nesterenko, Elena Mikhailova 7.42.52, 4. Estonia Erli Mat, Krete Koovit 7.49.80

DOPPIO UOMINI - Primo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Grecia Ioannis Petrou, Stefanos Ntouskos 6.37.56, 2. Spagna Marcelo Garcia, Daniel Gutierrez Garcia 6.38.99, 3. Bielorussia Yahor Maziarkin, Siarhei Kozel 6.40.30, 4. Gran Bretagna Fraser Russel, James White 6.43.22, 5. Giappone Ryo Syring, Max Appel 6.52.55, 6. Lettonia Edvards Ezernieks, Martyins Polis 6.55.91,
Secondo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Germania Philipp Syring, Max Appel 6.34.95, 2. Cina Juniie Chen, Sensen Chen 6.40.15, 3. Polonia Mateusz Swietek, Damian Rewers 6.41.55, 4. Ucraina Stanislav Kozodoi, Yehven Aòeksandrov 6.44.01, 5. USA Daniel Holod, Galen Bernick 6.52.06, 6. Armenia Arman Sargsyan, William Janikysian 7.06.26,
Terzo quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Lituania Dovydas Nemeravicius, Armandas Kelmelis 6.39.47, 2. Turchia Harun Ardic, Yasin Goler 6.40.83, 3. Ungheria Mate Bacskai, Acs Kristof 6.41.12, 4. Nuova Zelanda Thonas Clyma, Philip Wilson 6.41.64, 5. Danimarca Mathias Danmark, William Wisholm 6.55.52, 6. Estonia Marko Laius, Johann Poolak 7.02.47
Quarto quarto – i primi tre in semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: buona la partenza della barca azzurra che si pone subito alle spalle dell’Australia che fa il ritmo, ma attenta alla terza posizione, il Messico, e alla quarta, il Canada, impegnate nelle scaramucce iniziali per mettere al sicuro il passaggio alla fase successiva. In ogni modo la barca azzurra è seconda fino a metà gara e transita prima a 1500 metri dopo aver superato un’Australia in difficoltà per aver speso molto nella parte iniziale. Un primo posto che negli ultimi trecento metri gli azzurri mantengono allungando il distacco in progressione. Italia in semifinale A insieme a Australia e Messico. 1. Italia Pietro Cattane (SC Tritium), Lorenzo Fontana (SC Menaggio) 6.39.25, 2. Australia Tyron Boorman, Adam Bakker 6.44.-20, 3. Messico Alexis Lopez Lizarraca, Brayan Mora Aguirre 6.51.77, 4. Canada Nicholas Tavares, Lucien Brodeur 6.52.95, 5. Israele Vladislav Zabluda, Tomer Shvartsman 6.54.03, 6. Paraguay Guillermo Fleitas, Matias Rios 7.00.62

QUATTRO DI COPPIA UOMINI - Primo quarto –i primi tre in Semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: le previsioni erano durissime per la barca azzurra che doveva vedersela con le corazzate tedesche e rumene, ma un margine potevano averlo. Un quarto duro e tale si è rivelato con la barca azzurra quinta per metà gara e quarta a 1500 metri. Sul traguardo è la Germania che vince davanti alla Romania, seconda, e alla Nuova Zelanda che supera il turno respingendo gli ultimi attacchi della Repubblica Ceca che, sul finale, supera l’Italia. Quinta posizione per gli azzurri che vanno così in semifinale C. 1. Germania Henrik Runge, David junge, Johannes Lotz, Hannes Redenius 6.03.37, 2. Romania Ian-Alexandru Birsan, Constantin Adam, Alexandru Chioseaua, Adrian-Dorinel Ilie 6.05.19, 3. Nuova Zelanda Jack O’Leary, Ari Palsson, Oliver Stephens, Sean Giblot Ducray 6.07.17, 4. Repubblica Ceca Jakub Inger, Jakub Grabmuller, Jakub Kuchar, Marek Simonik 6.08.43, 5. Italia Mirko Cardella (SC Telimar), Giorgio Casaccia Gibelli (SC Elpis), Giacomo Gentili (SC Bissolati), Riccardo Coan (SC Lario) 6.09.89, 6. Austria Julian Schoeberl, Nikolaus Brandner, Davis Neubauer, Thomas Mitmasser 6.21.01,
Secondo quarto –i primi tre in Semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Gran Bretagna Steven Parsonage, Rowan Law, Samuel Meijer, Chris Lawrie 6.05.18, 2. Belgio Ward Auwers, Augustin Wambersie, Ruben Clayes, Niels Van Zandweghe 6.08.46, 3. Bielorussia Kanstantin Viarenich, Anatol Rezenkov, Aliaksei Zhydovich, Andrei Yakubovich 6.10.24, 4. Cina Chen Huang, Biao Wang, Kaishun Zhu, Tanyi Chen 6.10.63, 5. Serbia Milan Mijic, Luka Vrbanski, Kristijam Stevanovic, Filip Prodanovic 6.13.16, 6. Lituania Saulius Ilonis, Matas Lukosevicius, Julius Lesauskas, Zilvinas Barakauskas 6.17.61.
Terzo quarto –i primi tre in Semifinale A/B gli altri in semifinale C/D: 1. Croazia Harald Brandt, Josip Bobinac, Marin Ancic, Tomislav Sain 6.11.06, 2. USA Jacon Franks, Andrew Le Roux, James Mahoney, Kenneth Michalec 6.12.43, 3. Polonia Jan Janasik, Stanislaw Poljanowski, Filip Leszczynski, Patrik Przekopski 6.13.01, 4. Cile Sergio Cordova Lopez, Alfredo Abraham, Francisco Lapostol, Ignacio Abraham 6.20.48, 5. Sud Africa Christopher Mittendorf, Nicholas Oberholzer, Nicholas Farrel, Charles Brittain 6.20.48, 6. Bulgaria Stefan Nikolov, Tsvetomir Simeonov, Atanas Naydenov, Nikola Popov 6.27.38.

QUATTRO DI COPPIA DONNE - Recupero – i primi tre in semifinale gli altri in finale C: Sono tre i posti per la semifinale ma l’Italia non vuole rischiare e quindi il quartetto azzurro balza subito al comando. Sono unite e battagliere stamane le quattro ragazze azzurre e conducono la gara con autorevolezza per tutti i duemila metri mettendo tra loro e la Svizzera, seconda, oltre una barca di luce che permette loro di tagliare il traguardo nettamente davanti a tutte le barche concorrenti. Italia in semifinale insieme a Svizzera e Repubblica Ceca. 1. Italia Claudia Destefani (Fiamme Gialle), Valentina Iseppi (SC G. D’Annunzio), Arianna Mazzoni (SC Viareggio), Elena Waiglein (CC Saturnia) 6.52.71, 2. Svizzera Ouisa Geuke, Flurina Christen, Serafina Merloni, Debora Hofer 6.57.00, 3. Repubblica Ceca Zusana Valsova, Pavlina Zapletalova, Terzie Matusikova, Anna Zabova 6.57.93, 4. Giappone Miharu Takashima, Hinako Takimoto, Yuka Ohara, Hidemi Tanahashi 7.08.68, 5. Russia Yulia Shventosova, Maria Kubyshkina, Olga Moskalenjo, Yulia Narivonchik 7.13.92, 6. Peru Pamela Noya, Rafela Viacava, Paula Parks, Arantza Valera 7.21.87

DUE SENZA UOMINI - Primo quarto di finale – i primi tre in semifinale gli altri in semifinale C/D: 1. Romania Mihaita Iliut, Alexandru-Cosmin Macovei 7.00.45, 2. Svizzera Alois Merkt, Joshua Meyer 7.02.21, 3. Danimarca Jens Graudal, Jakob Lillelund 7.07.27, 4. Australia Joseph Fatin, Sam Marsh 7.07.97, 5. Lituania Zilvinas Visockas, Emilis Abelkis 7.10.93, 6. Lettonia Elvis Grunavs-Grunovs, Martins Blumbergs 7.13.42
Secondo quarto di finale – i primi tre in semifinale gli altri in semifinale C/D: sono Francia e Italia a passare, rispettivamente, al primo e secondo posto alla prima rilevazione del tempo con i transalpini con mezza barca di vantaggio sugli azzurri che a 800 metri subiscono il ritorno della Grecia che si porta al comando. L’Italia continua a tenere alto il ritmo per contrastare il ritorno del Sud Africa che a 400 metri dal traguardo inizia a fare pressing sulla barca azzurra e, mentre Grecia e Francia volano verso il traguardo, la barca sudafricana riesce nel suo intento per il cedimento nel finale dell’Italia che paga una condotta di gara molto generosa. Italia in in semifinale C/D. 1. Grecia Nikolaos Kakouris, Thomas Karamitros 6.56.21, 2. Francia Adrien Decriem, Paul Goetghebeur 6.56.56, 3. Sud Africa James Mitchel, Daniel Carter 7.01.57,4. Italia Nicolò Corsa (SC San Remo), Giovanni Ficarra (CC Peloro) 7.08.95, 5. USA Luke Elkhoury, Alien Reitz 7.11.18, 6. Brasile David Boeira Souza 7.13.13
Terzo quarto di finale – i primi tre in semifinale gli altri in semifinale C/D: 1. Germania Jacob Schulte-Bockholt, Laurits Follert 7.00.94, 2. Gran Bretagna Oliver Jonas, Arthur Doyle 7.03.25, 3. Moldavia Alexei Jandic, Maxim Peredisl 7.06.49, 4. Polonia Jakub Jankowski, Bartosz Modrzynski 7.14, 34, 5. Bulgaria Yoan Ovnaros, Ivan Kolev 7.19.06, 6. Croazia Olah Osobna Ivo Bonacin 7.20.71
Quarto quarto di finale – i primi tre in semifinale gli altri in semifinale C/D: 1. Repubblica Ceca Miroslav Jech, Luca Helesic 6.59.51, 2. Austria Christoph Seifriedberger 7.02.98, 3. Canada Eiliot Rogers, Jacob Barker 7.07.15, 4. Cile Sebastian Romo Figueroa, Cesar Abaroa 7.11.19, 5. Egitto Hussein AHossam Elsayed Aly 7.14.15, 6. Georgia Vasili Charkviani, Mikheil Volnisti 7.30.59

DUE SENZA DONNE - Primo recupero – i primi due in finale gli altri in finale B: 1. USA Meghan Galloway, Liliane Lidsay 7.38.69, 2. Germania Frauke Lange, Janka Kirstein 7.43.53, 3. Grecia Dimitra Kouklotidou, Paraskevi Giannou 7.48.35, 4. Croazia Mia Drkulec, Tea Kavcic 7.58.69, 5. Messico Paola Rojas Leal, Karen Ramirez 8.05.78
Secondo recupero – i primi due in finale gli altri in finale B: sorprendentemente il Cile si propone da battistrada e fa l’andatura inseguita subito dall’Italia che l’agguanta a metà gara e lo supera imponendo il proprio ritmo alle avversarie. Due posti per l’accesso in finale e le azzurre premono sull’acceleratore per non rischiare attacchi improvvisi dalle cinesi. A 1500 metri sono ancore le azzurre a condurre e a mettere secondi preziosi tra loro e le inseguitrici, con Cile e Cina a contendersi la seconda posizione. Sul finale, un autentico vortice di rinforzi, la barca azzurra mantiene la prima posizione, e quindi va in finale, seguita in seconda posizione dal Cile. 1. Italia Sara Monte (CC Pro Monopoli), Giovanna Schettino (CC Aniene) 7.37.21, 2. Cile Antoni Abraham, Melita Abraham 7.45.96, 3. Cina Mangyao Dai, Meijie Lin 7.54.03, 4. Ucraina Alina Romanova, Anastasiia Nebozhenko 8.00.64, 5. Danimarca Maria Nielsen, Ida Petersen 8.01.21

 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.