Amburgo: Risultati e resoconti BATTERIE


AMBURGO, 06 agosto 2014 -

BATTERIE

SINGOLO DONNE - Prima batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Germania Melanie Oracheva 8.24.99, 2. Russia Ekaterina Pitiirimova 8.36.02, 3. Serbia Ljiljana Josic 8.38.14, 4. Danimarca Astrid Steensberg 8.42.17, 5. Vietnam Thi Hue Pham 9.05.97, 6. Israele Irina Vorvoreanu 9.09.74
Seconda batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Cuba Llianny Roman Olivera 8.38.99, 2. USA Elizabeth Sharis 8.39.38, 3. Australia Amanda Bateman 8.40.91, 4. Svezia Annie Svensoon 8.44.81, 5. Austria Helene Schoenthaler 8.56.57, 6. Togo Akossiwa Ayivon 10.11.16
Terza batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Olanda Marieke Keijser 8.32.55, 2. Bulgaria Desislava Georgieva 8.41.48, 3. Croazia Teuta Stojakovic 8.43.30, 4. Norvegia Jenny Rorvik 8.51.33, 5. Repubblica Ceca Zuzana Necasova 8.52.01,6. Kazakistan Julia Oracheva 9.22.90
Quarta batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Ucraina Kateryna Didchenko 8.35.27, 2. Ungheria Kitti Horvath 8.39.36, 3. Svizzera Amanda Luescher 8.45.91, 4. Zimbabwe Lieben Dickens 9.00.835. Nigeria Olubusayo Ogunbiyi 11.50.98
Quinta batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Bielorussia Aliaksandra Uholnik 8.19.85, 2. Grecia Sofia Asoumanaki 8.21.79, 3. Paraguay Alejandra Alonso 8.40.56, 4. Tunisia Nour Elhouda Ettaieb 8.51.32, 5. Cile Josefa Vila Betanur 8.54.13
Sesta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: è terza la barca italiana a metà gara mentre la Slovenia si fa pericolosa anche se tiene bene Federica e continua la sua corsa verso i quarti in terza posizione, mentre a fare da battistrada sono Francia e Cina, prima e seconda sia a metà gara che al passaggio dei 1500 metri. L'Italia, saldamente in terza posizione, tiene a bada il Messico che, nel frattempo, aveva superato la Slovenia. Sul finale le posizioni non cambiano e la barca azzurra arriva direttamente ai quarti insieme a Francia e Cina. 1. Francia Camille Juillet 8.16.19, 2. Cina Meijia Zhang 8.24.01, 3. Italia Federica Cesarini (Canottieri Gavirate) 8.33.62, 4. Messico Maite Arrillaga Garay 8.58.91, 5. Slovenia Andreja Kekic 9.00.84

SINGOLO UOMINI – Prima batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Tunisia Mohamed Taieb 7.38.58, 2. Belgio Aurelien Goubeau 7.42.45, 3. Danimarca Sebastian Adelhardt 7.44.24, 4. Olanda Hendrik Nelis 7.54.45, 5. Norvegia Sander Aakerholt 8.09.84, 6. Armenia Sergey Adamyam 8.45.52
Seconda batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. USA Benjamin Davison 7.34.21, 2. Francia Maxime Ducret 7.36.13, 3. Estonia Daniel Liik 7.40.604. Romania Constantin-Cristi Hirgau 7.50.09, 5. Georgia Archili Baishvili 8.02.16, 6. Vietnam Nguyen Van Duc 8.30.41
Terza batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: il singolista tedesco ha imposto subito il suo ritmo agli inseguitori ed a nulla sono valsi gli attacchi della Repubblica Ceca sempre alle costole del tedesco. La barca azzurra è rimasta, invece, sempre al quarto posto per tutta la gara, cercando di rientrare nel finale nelle posizioni valide per il passaggio del turno, ma malgrado un buon serrate ha mancato l'obiettivo per soli 48 centesimi sul ceco Hellebrand, superato al traguardo dalla Russia per la seconda piazza. Italia ai recuperi. 1. Germania Tim Ole Naske 7.24.14, 2. Russia Andrey Potapkin 7.28.95, 3. Repubblica Ceca Jaroslav Hellebrand 7.32.23, 4. Italia Riccardo Jansen (CC Esteri Roma) 7.32.71, 5. Messico Klaus Rasmussen 8.03.26, 6. Zimbabwe Dexter Freeman 8.31.74
Quarta batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Sud Africa Daniel Watkins 7.35.05, 2. Bulgaria Rangel Katsarski 7.40.39, 3. Slovenia Miha Aljancic 7.43.35, 4. Hong Kong Yuk Man Chan 7.54.78, 5. Kazakistan Alexandr Ivanets 8.05.79
Quinta batteria – i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Australia Thomas Schramko 7.37.42, 2. Lituania Matas Lukosevicius 7.47.11, 3. Lettonia Ralfs Verpakovskis 7.49.26, 4. Ucraina Iurii Suchak 8.00.61, 5. Uganda A.Omony 8.50.68
Sesta batteria –i primi tre ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Canada Daniel De Groot 7.30.90, 2. Brasile Uncas Batista 7.36.59, 4. Cuba Orlando Sotolongo 7.46.02, 3. Svizzera Jacob Blankenberger 7.38.43, 5. Venezuela Ruben Merenfeld 8.34.38

DOPPIO UOMINI - Prima batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: Gara nelle mani polacche fino a 1500 metri quando la Grecia, dalle retrovie, risale dalla terza posizione e va a vincere mentre la barca azzurra, dalla seconda posizione iniziale, si piazza al terzo posto e supera il turno approdando ai quarti di finale. 1. Grecia Ioannis Petrou, Stefanos Ntouskos 6.54.45, 2. Polonia Mateusz Swietek, Damian Rewers 6.55.50, 3. Italia Pietro Cattane (SC Tritium), Lorenzo Fontana (SC Menaggio) 6.55.92, 4. Danimarca Mathias Danmark, William Wisholm 7.06.48, 5. Estonia Marko Laius, Johann Poolak 7.13.09
Seconda batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Germania Philipp Syring, Max Appel 6.55.09, 2. Spagna Marcelo Garcia, Daniel Gutierrez Garcia 7.03.95, 3. Nuova Zelanda Thonas Clyma, Philip Wilson 7.08.30, 4. Israele Vladislav Zabluda, Tomer Shvartsman 7.10.28, 5. Paraguay Guillermo Fleitas, Matias Rios 7.17.30
Terza batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Ungheria Mate Bacskai, Acs Kristof 6.58.16, 2. Canada Nicholas Tavares, Lucien Brodeur 6.59.92, 3. Giappone Ryo Syring, Max Appel 7.06.06, 4. Armenia Arman Sargsyan, William Janikysian 7.21.35, 5. Georgia Parnaoz Kapanadze, Nodari Martoleki 7.32.07
Quarta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Australia Tyron Boorman, Adam Bakker 6.51.81, 2. Cina Juniie Chen, Sensen Chen 6.52.96, 3. Turchia Harun Ardic, Yasin Goler 6.57.59, 4. Gran Bretagna Fraser Russel, James White 7.04.32, 5. USA Daniel Holod, Galen Bernick 7.11.20
Quinta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Lituania Dovydas Nemeravicius, Armandas Kelmelis 6.56.76, 2. Bielorussia Yahor Maziarkin, Siarhei Kozel 6.59.75, 3. Messico Alexis Lopez Lizarraca, Brayan Mora Aguirre 7.01.46, 4. Ucraina Stanislav Kozodoi, Yehven Aòeksandrov 7.01.56, 5. Lettonia Edvards Ezernieks, Martyins Polis 7.08.32

QUATTRO DI COPPIA UOMINI – Prima batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Germania Henrik Runge, David junge, Johannes Lotz, Hannes Redenius 6.13.83, 2. Polonia Jan Janasik, Stanislaw Poljanowski, Filip Leszczynski, Patrik Przekopski 6.19.76, 3. Cina Chen Huang, Biao Wang, Kaishun Zhu, Tanyi Chen 6.25.82, 4. Giappone Tomoro Nakahara, Naoki Takada, Nasahiro Takeda, Naoki Furuta 6.28.85, 5. Ucraina Dmytro Pohrebnyi, Oleksandr Sukhenko, Valentyn Melnychenko, Denis Kryvulia 6.29.14, 6. Estonia Marek-Felix Mumma, Artur Veske, Nikita Konstantinov, Erik Amor 6.43.14
Seconda batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Romania Ian-Alexandru Birsan, Constantin Adam, Alexandru Chioseaua, Adrian-Dorinel Ilie 6.19.38, 2. Francia Vincent Noirot, Ondra Zeman, Bastien Quiqueret, Thomas Cousin 6.23.46, 3. Cile Sergio Cordova Lopez, Alfredo Abraham, Francisco Lapostol, Ignacio Abraham 6.23.63, 4. Serbia Milan Mijic, Luka Vrbanski, Kristijam Stevanovic, Filip Prodanovic 6.27.58, 5. Lituania Saulius Ilonis, Matas Lukosevicius, Julius Lesauskas, Zilvinas Barakauskas 6.31.81, 6. Sud Africa Christopher Mittendorf, Nicholas Oberholzer, Nicholas Farrel, Charles Brittain 6.31.95
Terza batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: con poco più di un secondo di vantaggio sull’Italia la Gran Bretagna si pone al comando e continua a fare l’andatura transitando a metà gara ancora in testa seguita a ruota dalla barca italiana. A 1350 metri l’Italia viene attaccata dall’Olanda che la supera mentre il quartetto azzurro passa terzo a 1500 metri, ma saldamente nelle posizioni che permettono di superare il primo turno e approdare ai quarti di finale. Sul traguardo è la barca inglese a tagliare prima seguita dall’Olanda, seconda, mentre in terza posizione si piazza l'Italia che passa il turno. 1. Gran Bretagna Steven Parsonage, Rowan Law, Samuel Meijer, Chris Lawrie 6.18.75, 2. Olanda Lex Van Den Herik, Haye Dijkstra, Jeroen Weits, Bram Schwarz 6.23.82, 3. Italia Mirko Cardella (SC Telimar), Giorgio Casaccia Gibelli (SC Elpis), Giacomo Gentili (SC Bissolati), Riccardo Coan (SC Lario) 6.27.82, 4. Bulgaria Stefan Nikolov, Tsvetomir Simeonov, Atanas Naydenov, Nikola Popov 6.35.06, 5. Norvegia Didrik Vie-Soltvedt, Peter Bang-Andreasen, Arne Hadler-Olsen, Adrian Lindgren 6.38.97
Quarta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Croazia Harald Brandt, Josip Bobinac, Marin Ancic, Tomislav Sain 6.14.26, 2. Belgio Ward Auwers, Augustin Wambersie, Ruben Clayes, Niels Van Zandweghe 6.14.60, 3. Repubblica Ceca Jakub Inger, Jakub Grabmuller, Jakub Kuchar, Marek Simonik 6.18.38, 4. Svezia Bo Axel Ekros, Eskil Borgh, Nils Fitsch, Johan Jensen 6.21.35, 5. Austria Julian Schoeberl, Nikolaus Brandner, Davis Neubauer, Thomas Mitmasser 6.24.21
Quinta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Slovenia Ales Jalen, Kristjan Markovc, Ziga Zaric, Vid Pugelj 6.19.95, 2. USA Jacon Franks, Andrew Le Roux, James Mahoney, Kenneth Michalec 6.22.59, 3. Bielorussia Kanstantin Viarenich, Anatol Rezenkov, Aliaksei Zhydovich, Andrei Yakubovich 6.29.09, 4. Nuova Zelanda Jack O’Leary, Ari Palsson, Oliver Stephens, Sean Giblot Ducray 6.33.95, 5. Nigeria Ayodeji Ikuseyidunmi, Dennis Aweh, Endurance Ukeke, Samuel Suku 7.31.54

DUE SENZA UOMINI - Prima batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Romania Mihaita Iliut, Alexandru-Cosmin Macovei 7.05.86, 2. Sud Africa James Mitchel, Daniel Carter 7.10.71, 3. Cile Sebastian Romo Figueroa, Cesar Abaroa 7.14.06, 4. Polonia Jakub Jankowski, Bartosz Modrzynski 7.19.95, 5. Lettonia Elvis Grunavs-Grunovs, Martins Blumbergs 7.24.02, 6. Finlandia Antti Koiranen, Nooa Tallberg 7.42.39
Seconda batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Francia Adrien Decriem, Paul Goetghebeur7.07.87, 2. Australia Joseph Fatin, Sam Marsh 7.19.58, 3. Bulgaria Yoan Ovnaros, Ivan Kolev 7.31.21, 4. Georgia Vasili Charkviani, Mikheil Volnisti 7.39.00, 5. Kazakistan Yegor Rychenko, Alexandr Jurov 7.40.14
Terza batteria – i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: Germania e Italia sono le barche che si staccano più velocemente dai blocchi di partenza e iniziano a fare il ritmo con la Germania leggermente in vantaggio nella prima parte seguita dall’Italia. A settecento metri, mentre la barca tedesca è sempre al comando, l’Italia subisce l’attacco di Austria e Danimarca che passano rispettivamente seconda e terza mentre la barca azzurra è quarta al limite della possibilità di accedere ai quarti. Il Brasile, quinto, non impensierisce gli azzurri e quindi l’ultima parte del percorso viene controllata dai due ragazzi di Colamonici che, col quarto posto, accedono ai quarti di finale mentre vince la Germania seguita da Austria e Danimarca. 1. Germania Jacob Schulte-Bockholt, Laurits Follert 7.04.68, 2. Austria Christoph Seifriedberger 7.12.54, 3. Danimarca Jens Graudal, Jakob Lillelund 7.14.19, 4. Italia Nicolò Corsa (SC San Remo), Giovanni Ficarra (CC Peloro) 7.16.46, 5. Brasile David Boeira Souza 7.24.00
Quarta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Repubblica Ceca Miroslav Jech, Luca Helesic 7.07.73, 2. Grecia Nikolaos Kakouris, Thomas Karamitros 7.09.96, 3. Moldavia Alexei Jandic, Maxim Peredisl 7.12.74, 4. Lituania Zilvinas Visockas, Emilis Abelkis 7.14.84, 5. Egitto Hussein AHossam Elsayed Aly 7.23.05
Quinta batteria –i primi quattro ai quarti di finale gli altri ai recuperi: 1. Gran Bretagna Oliver Jonas, Arthur Doyle 7.11.12, 2. Svizzera Alois Merkt, Joshua Meyer 7.14.44, 3. Canada Eiliot Rogers, Jacob Barker 7.16.06, 4. USA Luke Elkhoury, Alien Reitz 7.27.29, 5. Croazia Olah Osobna Ivo Bonacin 7.34.69

 

Prossime Regate

  • SANREMO - 26/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata su 6km. ANNULLATA
  • CANDIA CANAVESE - 26/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida d'Aloja ANNULLATA E VIENE RECUPERATA il 27/09/2020
  • NARO - 26/09/2020
    Regata Regionale Valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • BELGRADO - 26-27/09/2020
    European Rowing Junior Championships
  • SAN GIORGIO DI NOGARO - 26-27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja
  • SANREMO - 27/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata Beach sprint su 500 mt. ANNULLATA
  • CHIUSI - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja (Campionato Toscano)
  • CANDIA CANAVESE - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • GAVIRATE - 27/09/2020
    Regata Regionale chiusa Valida Montù
  • SORRADILE - 27/09/2020
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja ANNULLATA
  • NARO - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja (Campionato siciliano) ANNULLATA RINVIATA A 10/10 C/O PARTINICO-POMA
  • NAPOLI - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.