Milani e Sancassani, le ragazze d'oro del canottaggio italiano:
  "Europei bene, adesso il Mondiale. Il movimento cresce in vista di Rio"


MILANO, 13 giugno 2014 - Oggi, a "Sportitalia mattina", programma condotto da Marcello Piazzano su Sportitalia, con la partecipazione di Giada Giacalone, si sono materializzate le ragazze d'oro dell'Italia del canottaggio: Elisabetta Sancassani e Laura Milani, campionesse d’Europa e del Mondo in carica nel doppio pesi leggeri, reduci dal successo agli Europei di Belgrado. Ecco le loro dichiarazioni:


Le vostre sveglie sono sempre molto presto. Di solito?
SANCASSANI E MILANI
: "Alle 7".

Poi siete milanesi, non arrivate neanche da tanto lontano...
SANCASSANI:
"Io da Bellagio".

Laura è di Milano...
MILANI:
"Qui accanto".

Come sono andati questi Campionati Europei?
MILANI:
"Gli Europei sono andati bene, è stata una gara molto difficile perchè il livello quest'anno era alto. Era un Mondiale, tranne le Nazioni non europee. Si sta avvicinando l'Olimpiade, quindi man mano il livello ogni anno diventa sempre più competitivo".

Quali sono le ambizioni e le speranze in vista delle Olimpiadi di Rio? Qual è lo stato di salute del movimento?
SANCASSANI:
"Sta crescendo, ogni anno ci sono sempre più persone che remano, il livello si alza. Anche nella nostra barca ci sono molti iscritti. All'Europeo quest'anno c'erano 4-5 equipaggi in più iscritti, quindi il livello in vista di Rio si alza sempre di più".

Il doppio pesi leggeri, la vostra disciplina, è disciplina Olimpica. E voi siete campionesse europee...
SANCASSANI:
"L'anno scorso abbiamo vinto il Mondiale, che è più importante (sorride, ndr)".

Il Mondiale come è stato lo scorso anno?
SANCASSANI:
"Abbiamo gareggiato in Corea, è stata la prima medaglia d'oro conquistata da un equipaggio olimpico femminile italiano. E' stato il coronamento di un nostro sogno. La nostra barca nasce nel 2012. Abbiamo iniziato a fare l'Europeo e da lì siamo arrivate ai Mondiali l'anno scorso, che è stato il coronamento".

La vostra barca è relativamente giovane, una barca di due anni...
SANCASSANI:
"Giovane è la barca (ride, ndr)".
MILANI: "Giovane è la barca (ride, ndr)".
SANCASSANI: "Noi mica tanto".

Una barca che in due anni vince un Mondiale e un Europeo. Se il buongiorno si vede dal mattino...
SANCASSANI:
"Quello sì. Io prima non potevo gareggiare con lei perchè pesavo qualche chilo in più. Poi mi sono messa a dieta, ho seguito la dieta a zona e adesso posso gareggiare con lei".

Funziona la dieta a zona?
SANCASSANI:
"Se la segui, sì".

E' faticosa?
SANCASSANI:
"Deve un po' entrarti in testa. Non è faticosa. E' uno stile di vita, se lo prendi come uno stile di vita, va bene".

Quali sono i vostri programmi futuri?
MILANI:
"Dopo l'Europeo, domenica, quindi tra due giorni, torniamo in raduno con la Nazionale per preparare la Coppa del Mondo a Lucerna, che è più o meno a metà luglio. Poi a fine agosto c'è il Mondiale ad Amsterdam".

Il movimento maschile invece com'è in vista di Rio? 
MILANI:
"La squadra sta crescendo, stiamo lavorando in 60-80 persone anche nei raduni invernali, quindi con una base molto ampia. La base è molto ampia per cercare di trovare il vertice della piramide. Ci stiamo allenando tanto, quindi vedremo tra due anni. Con l'obiettivo dei due anni, senza guardare i risultati nel breve, ma in prospettiva, a lungo termine".

A parte la dieta a zona, com'è la vostra giornata?
MILANI
: "Noi siamo nel gruppo sportivo delle Fiamme Gialle, siamo finanziere, quindi è il nostro lavoro. Facciamo due allenamenti al giorno, tredici a settimana, la domenica pomeriggio è libera. Facciamo un allenamento al mattino verso le 8:30 fino alle 11:00-11:30, e uno al pomeriggio dalle 4:00 alle 06:30".

Questo sempre, dodici mesi l'anno...
MILANI:
"Tranne dopo il Mondiale, quando abbiamo un mesetto di recupero attivo".

Recupero attivo?
SANCASSANI:
"Andiamo in bicicletta, con le scarpe da corsa".
MILANI: "Praticamente non si stacca mai, anche nel riposo devi mangiare bene, non sei sportivo solo nelle ore di allenamento, ma in tutta la giornata. Ci deve essere regolarità. Il pensiero deve sempre essere quello di tenere il peso, perchè poi è anche la nostra categoria".

La bilancia ha un ruolo fondamentale per voi, se doveste andare sopra i limiti del peso...
MILANI
: "Non si gareggia".
SANCASSANI: "Non si può".

Avere un assessore regionale della Lombardia come Antonio Rossi, che fa parte del mondo della canoa, ma la federazione è la stessa, vi ha portato dei benefici?
SANCASSANI
: "Lo abbiamo incontrato parecchie volte, lui è molto disponibile. Lui è di Lecco. E' disponibilissimo, se noi abbiamo bisogno, lui c'è sempre. Per ora noi siamo a posto".

Il vostro movimento quante imbarcazioni ha che partecipano a Europei e Mondiali?
MILANI:
" Al raduno siamo una quindicina tranne l'otto. L'otto a volte c'è e a volte non c'è".

L'otto è l'imbarcazione più affascinante.
SANCASSANI:
"E' l'ammiraglia. In Italia non siamo ancora in grado, stiamo costruendo anche un otto importante. I ragazzi sono giovani, i campioni hanno smesso dopo l'Olimpiade di Londra e adesso c'è un movimento che sta crescendo. Quindi magari ci vuole ancora un anno o due".

Le vostre colleghe italiane?
SANCASSANI:
"Ci sono, ci sono. Noi perchè siamo le più vecchiette, però stanno crescendo".

Ti stai flagellando...
MILANI
: "No, siamo le più vecchie (ride, ndr)".
SANCASSANI: "Siamo le due vecchiette, stanno crescendo anche le altre".

E a livello giovanile?
MILANI
: "Parlando di junior, il livello è alto".
SANCASSANI: "L'anno scorso un quattro di coppia junior ha vinto un Mondiale femminile, ce ne sono, ci siamo"
 
Se un ragazzo o una ragazza di 13-14 anni volessero iniziare con il canottaggio?
SANCASSANI:
"E' bello. Certamente non dovrebbero allenarsi come ci alleniamo noi. Magari prima si sono spaventati quando abbiamo detto i nostri orari. E' molto bello perchè sei sempre a contatto con la natura, se piace il lago. Io remo sul lago di Como, sono nata lì. Il canottaggio a me ha insegnato sia a vincere  che a perdere. E dai valore alle piccole cose. Poi fai gruppo, è uno sport di gruppo, non è uno sport solitario. Poi c'è anche il singolo, ma è uno sport che aiuta a stare insieme. E quando hai bisogno c'è il gruppo dietro di te".

Poi fa bene per il fisico...
SANCASSANI
: "Sì, è uno sport completo".

Dove si può andare a fare canottaggio?
MILANI
: "Anche all'Idroscalo, un modo per evadere da Milano. Ce l'abbiamo qua a portata di mano. Viene sfruttato poco, però è un bellissimo bacino".
SANCASSANI: "O a Bellagio".

Si avvicina anche l'estate...
SANCASSANI:
"Poi fai anche la prova costume, va bene".

In bocca al lupo per la stagione.
SANCASSANI:
"Crepi".
MILANI: "Crepi".

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.