Paola Protopapa: siamo un grande gruppo


ROMA, 23 maggio 2013 - Paola Protopapa non ha certo bisogno di prestazioni. Ha praticato canottaggio da sempre, con risultati molto importanti. In seguito  ad un incidente è passata al Para-rowing conseguendo la medaglia  d’oro alle Paralimpiadi di Pechino 2008 e l’argento al mondiale 2009. Si è allontana dal canottaggio per un periodo per dedicarsi allo sci di fondo e alla vela, e con queste discipline ha partecipato alle Paralimpiadi di Vancouver 2010 ed a quelle estive di Londra 2012. Oggi è tornata al suo più grande amore: la barca. E lo ha fatto con la grinta che negli anni l’ha contraddistinta. Le ragioni che legano Paola al canottaggio sono molto profonde: “Sono una persona che tende costantemente a misurarsi con se stessa, al di là degli altri. In questo senso il canottaggio mi consente di esprimermi al meglio perché in barca ho la possibilità di aspirare sempre a superare le mie prestazioni. Ho provato molte altre discipline che, senza dubbio, mi hanno dato tanto ed hanno contribuito a completarmi. Ma il canottaggio è sicuramente lo sport che sento più vicino”.

I risultati non sono tardati ad arrivare. Già nell’internazionale di Gavirate la Protopapa ha dato prova di essere in grado di poter tornare a far sentire la sua voce: “Siamo rimasti tutti soddisfatti delle prestazioni. Sabato abbiamo tenuto l’Inghilterra per i primi trecento metri. Erano avanti di pochissimo. Nella giornata di domenica all’inizio siamo riusciti addirittura a stare avanti noi per quattrocento metri. Va considerato che stiamo ancora provando l’equipaggio poiché abbiamo fatto solo cinque uscite insieme. In acqua non ci siamo adoperati in grossi tatticismi, semplicemente abbiamo dato tutto quello che si poteva dare. Alla lunga la forza, la resistenza e l’assieme sono andati diminuendo e conseguentemente ne ha risentito la prestazione. Obiettivamente però siamo indietro nella preparazione e questo fa ben sperare perché nonostante tutto siamo riusciti a stare accanto ad una nazione che ha vinto le Paralimpiadi. Vuol dire che dal lavoro che dobbiamo ancora fare potrà arrivare ancora molto”.

La nuova conduzione tecnica ha scelto di puntare parecchio sul gruppo ed il lavoro fin ora sta dando i risultati sperati, come afferma la stessa Protopapa: “Tra noi c’è un forte senso dell’agonismo e allo stesso tempo anche serenità. Si sta creando un gruppo coeso, dove ogni elemento diventa di stimolo per gli altri. In barca c’è una competizione sana, nessuno si risparmia. Però poi la sera si sta benissimo assieme poiché tutti apparteniamo ad un gruppo. Ne è testimonianza il primo raduno. Grande lavoro il giorno e la sera, dopo gli allenamenti ci divertivamo tutti assieme”.
 

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.