Per la "Firenze" al Meeting due ori, cinque argenti e tre bronzi.
 Sette fiorentini a un passo dagli Europei in azzurro


FIRENZE, 06 maggio 2013 - L’argento, soprattutto negli ultimi anni, a Firenze è spesso stato accostato esclusivamente al colore dell’Arno che taglia a metà la città, perché in gara è stato l’oro a colorare le bacheche della Società Canottieri “Firenze”.
 
Il secondo Meeting Nazionale, svoltosi il fine settimana appena trascorso a Piediluco, in Umbria, ha riportato invece il colore della seconda piazza in auge presso il club remiero fiorentino, che al secondo appuntamento con il resto d’Italia si è dovuto soventemente accontentare del gradino d’onore del podio. Niente di preoccupante in vista dei Campionati Italiani delle varie categorie, semplicemente non si può vincere sempre, è la legge dello sport e a Firenze ne sono ben consapevoli.
 
Il sabato di regate sul lago sede del Centro Tecnico Federale ha visto i colori biancorossi impegnati solo nel quattro senza Junior, sia maschile che femminile, con gli atleti di Luigi De Lucia divisi in barche miste tenute sotto stretto controllo dal responsabile del settore Junior azzurro Antonio Colamonaci, alle prese con la costruzione del team che tra tre settimane volerà a Minsk, in Bielorussia, per gli Europei di categoria.
 
Grandi protagonisti sono stati i maschi, dal momento che i quattro biancorossi, piazzati in tre diverse imbarcazioni, hanno occupato tutti e tre i gradini del podio. Sul quattro senza vincitore c’è Lorenzo Pietra Caprina, il campione mondiale della specialità 2012, che assieme ai compagni rifila sette secondi all’imbarcazione con a bordo il fratello Leonardo e Neri Muccini mentre sulla barca di bronzo, un secondo ancora più attardato, c’è il campione d’Europa Jacopo Mancini.
 
La tripletta del quattro senza Junior maschile, giusto la gara prima, era stata preceduta dall’argento nella gara femminile di Lucrezia Fossi, che con le compagne arriva a cinque secondi netti dalla vittoria infliggendo tuttavia oltre undici secondi alle torinesi del Sisport FIAT terze classificate.
 
L’oro, i due argenti e il bronzo del sabato hanno rappresentato come sempre l’antipasto della domenica, quando si è svolto gran parte del programma. Ad aprire le finali della “Firenze” è il quattro con Junior, dove arriva l’argento: Lapo Corenich, Guido Scalini e il timoniere Niccolò Mancusi in misto con Moltrasio e Posillipo sfiorano la vittoria, che per appena un secondo va al misto Limite/Tomei, mentre più staccato per il bronzo c’è il misto Varese/Milano.
 
Due ore, e secondo argento domenicale, stavolta con l’otto Ragazzi dei gemelli Edoardo e Tommaso Bellisario, Andrea Ferrara, Pietro Susini, Dario Favilli, Lorenzo Burelli, Edoardo Merenda e il timoniere Mancusi, che assieme a Giovanni Balboni del CUS Ferrara chiudono a poco più di tre secondi dall’ammiraglia della Limite, distanziando però l’otto misto Stabia/Fiamme Gialle di otto secondi.
 
Nella terza finale che interessa la “Firenze” arriva il primo bronzo: è del due senza Junior femminile di Lucrezia Fossi, che con Giulia Campioni della San Miniato si accomoda sul terzo gradino del podio alle spalle del misto lombardo Gavirate/Corgeno e di quello toscano Cavallini Calcinaia/Arno Pisa. La gara successiva porta poi il terzo argento, quello del quattro con Junior: la Limite lascia a tre secondi Favilli, Ferrara, Susini, Edoardo Bellisario e il timoniere Mancusi, che a loro volta staccano di quattro secondi i napoletani dell’Ilva Bagnoli.
 
Nella gara dell’otto Junior conquistano il bronzo Corenich e Scalini, che in misto con i triestini del Saturnia e il CUS Ferrara si piazzando alle spalle del misto Marina Militare/Fiamme Gialle e del misto Corgeno/Gavirate/Moltrasio.
 
In chiusura di programma arriva poi il secondo lampo dorato della manifestazione. La firma è ancora quella di Lorenzo Pietra Caprina, che con Giovanni Abagnale dello Stabia vince il due senza Junior battendo il misto torinese Armida/Cerea e l’armo tutto biancorosso di Leonardo Pietra Caprina e Neri Muccini.
 
Questi risultati, uniti a quelli del sabato, danno al direttore tecnico biancorosso Luigi De Lucia alcune prime certezze. In primis che per gli Europei Junior in Bielorussia ci dovrebbe essere una folta rappresentanza del circolo del Ponte Vecchio: i fratelli Pietra Caprina, Muccini, Mancini e Lucrezia Fossi dovrebbero avere più di un piede sull’aereo. In secundis che tutte le medaglie d’argento hanno la possibilità di tramutarsi in qualcosa di più: ai Tricolori Ragazzi manca un mese, i distacchi non sono abissali, l’esperienza non manca e nel gruppo c’è ancora da inserire Leonardo Pietra Caprina, che a Piediluco ha sempre gareggiato con gli Junior. La fiducia insomma per scalare il podio non manca.
 
Anche in occasione del secondo Meeting Nazionale, per valutare gli atleti nell’orbita azzurra nelle categorie Senior, Pesi Leggeri e Under 23 maschile e femminile il direttore tecnico della Nazionale, dottor Giuseppe La Mura, ha riproposto la TRio, combinata di gare con atleti sempre mischiati tra loro che tra sabato e domenica si sono dati battaglia.
 
Tre i biancorossi impegnati nella TRio, ovvero Beatrice Arcangiolini con il gruppo Senior femminile, Stefano Oppo con quello Pesi Leggeri e Pietro Zileri con gli Under 23. Per tutti e tre sono arrivati risultati incoraggianti: Arcangiolini ha conquistato l’oro sull’otto Senior femminile il sabato e soprattutto sul due senza Senior femminile, con la comasca Gaia Marzari della Lario, la domenica, quando prima era arrivato anche l’argento nel quattro senza.
 
Quattro medaglie per Oppo, due volte d’oro nell’otto PL e poi secondo sul quattro senza PL e terzo sul due senza PL, mentre per il bicampione mondiale Zileri sull’otto Under 23 la domenica è arrivato l’oro.
 
Questi risultati danno grandi speranze, soprattutto a Beatrice e Stefano, per una maglia azzurra agli Europei Senior & Pesi Leggeri in programma tra un mese circa in Spagna, sul bacino remiero di Siviglia.
 

Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” –



Nelle foto: Beatrice Arcangiolini con la comasca Marzari dopo il successo nel due senza Senior femminile alla TRio; Lucrezia Fossi (seconda da sx.) sul podio del due senza Junior femminile (alle spalle il presidente federale Giuseppe Abbagnale); Leonardo Pietra Caprina e Neri Muccini premiati dal consigliere federale Mario Italiano; il podio del quattro senza Junior con protagonisti Lorenzo e Leonardo Pietra Caprina, Neri Muccini e Jacopo Mancini.

    

Foto & Video

Prossime Regate

  • TRIESTE - 11/05/2022
    Fase Regionale Campionati Studenteschi 2021- 2022
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • GAVIRATE - 13-15/05/2022
    Regata Internazionale Para Rowing
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - 2° Meeting Allievi, Cadetti, Universitari, PR3 ID, Master
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - Rappresentative Regionali
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI
  • SAN MINIATO - 13-15/05/2022
    NORD - Meeting Scuola
     RISULTATI, STATISTICHE e PROGRAMMI

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
[email protected]
Redazione: Niccolò Bagnoli - Luigi Mancini - Camilla Frigerio
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.