San Miniato d'oro e d'argento nel freddo di Torino alla D'Inverno sul Po


SAN MINIATO, 13 febbraio 2012 - Almeno due, uno d’oro e uno d’argento, i motivi per i quali la Canottieri San Miniato deve sorridere dopo la partecipazione domenica alla D’Inverno sul Po, regata internazionale i cui risultati in campo nazionale valgono per l’assegnazione della Coppa Italia di gran fondo.

In una Torino che non si lascia mancare temperature gelide ma che fortunatamente nel weekend delle gare è stata risparmiata dalla neve che in questi giorni ha flagellato l’Italia, il club giallorosso con sole tre atlete in gara è riuscito a portare a casa due risultati prestigiosissimi per il presente e l’immediato futuro.

L’oro se lo è messo al collo Giulia Campioni, protagonista del successo dell’otto Junior femminile misto con Palermo, Firenze, Tevere Remo, Arno Pisa ed Esperia. Un otto nato per partecipare tra un mese a Londra ad una delle principali gare di fondo internazionali, ma che è stato preparato con tutti i crismi dai tecnici delle varie società.

Sull’otto che a Torino ha vinto e convinto (seconda la Germania a diciassette secondi, terzo un misto quasi interamente torinese e dunque avvantaggiato dal conoscere a menadito il percorso di regata, a oltre trentacinque secondi) era presente mezza Nazionale Junior: ad eccezione della timoniera, tutte le atlete nel 2011 hanno vestito l’azzurro, alcune con risultati d’elite (le sorelle palermitane Lo Bue sono state campionesse mondiali ed europee sul due senza, la fiorentina Arcangiolini campionessa d’Europa sul quattro senza), e quest’anno puntano a confermarsi.

Giulia invece, che nella passata stagione è stata convocata più volte in raduno con la Nazionale senza però fare mai una gara, mira non a confermarsi bensì a crescere per entrare in pianta stabile nel gruppo azzurro e portare finalmente i colori della San Miniato sotto quelli dell’Italia. L’inizio di stagione dice che può farcela, ha Torino ha avuto conferma di ciò e adesso non resta che attendere il prossimo raduno del gruppo, previsto tra pochi giorni e che la vedrà presso il Centro Tecnico Federale di Piediluco assieme ad altre diciannove compagne sotto la guida del CT di settore, Josy Verdonkschot.

Passando all’argento, a gioire sono due ragazze dall’avvenire sicuro: Soraya Corsoni e Chiara Yahya, che a Torino in equipaggio misto con due coetanee del Pro Monopoli sono arrivate seconde alle spalle di una selezione del Comitato Piemonte, per meno di quattro secondi, e davanti nettamente alla barca terza classificata, quella del Gavirate, giunta con quasi un minuto e venti di ritardo.

Con questo argento Chiara e Soraya si confermano ai massimi livelli anche tra i Cadetti, dopo aver vinto quasi tutte le gare alle quali hanno partecipato nei due anni passati tra gli Allievi sia in doppio che in singolo, puntando di fatto ad una nuova stagione da protagoniste tra i giovanissimi.

 

Ufficio Stampa Canottieri San Miniato

  

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.