Mondiali Under 23: risultati e resoconti FINALI


TRAKAI, 14 luglio 2012 - Quattro finaliper gli azzurri nella giornata odierna ai Mondiali Under 23 di Trakai (Lituania). A causa del vento, il Comitato Organizzatore e la FISA hanno deciso di invertire le posizioni delle imbarcazioni collocando in acqua 5 e 6 i migliori equipaggi delle batterie.

Questi gli orari di gara degli azzurri:
alle 15:36 il quattro di coppia PL donne (Zacco, Bellati, Trivella e Coletti); alle 15:49 il due senza Pesi Leggeri (Schisano e Serpico); alle 16:15 il quattro di coppia Pesi Leggeri (Provenzano, Pegoraro, Barbaro e Mulas); alle 16.28 il quattro di coppia donne (Patelli, Magnaghi, Colombo e Palma)

 

FINALI

Quattro senza Maschile

1) GER (Clemens Kuhnert, Paul Schroeter, Nils-Ole Bock, Bastian Bechler) 6'25"84, 2) AUS (Owen Symington, Joshua Hicks, Louis Snelson, Timothy Masters) 6'28"67, 3) GBR (Andrew A" Holmes, George Rossiter, Michael Evans, Patrick Lapage) 6'29"62, 4) USA (Theodore Baumgardner, Alexander Karwoski, William Gillis, Justin Jones) 6'30"44, 5) ESP (Ismael Montes Caamano, Manuel Fernandez Lopez, Manuel Moron Romero, Antonio Guzman Del Castillo) 6'35"46, 6) NZL (George Howard, Finau Sele, Christopher Morrison, Shaun Kirkham) 6'36"98

Quattro di coppia Femminile
Il podio è un obiettivo difficile da raggiungere ma Alessandra Patelli, Sara Magnaghi, Giada Colombo e Gaia Palma vogliono provarci. E' davvero troppo il terreno perso nei primi 500 metri, quasi sette secondi nei confronti di una formidabile Germania. Ma in realtà sono le australiani le più forti, brave a prendere il comando della finale ed a non mollarlo più, vincendo con un margine di 1''38 sulle tedesche. L'Italia riesce a superare la Romania ma, a causa anche del forte vento contro, non riesce a trovare la palata giusta per guadagnare ulteriori posizioni. ITALIA QUINTA
1) AUS (Jessica Hall, Olympia Aldersey, Madeleine Edmunds, Rebekah Hooper) 6'56"33, 2) GER (Ulrike Toerpsch, Judith Sievers, Marie-Catherine Arnold, Mareike Adams) 6'57"71, 3) NZL (Olivia Loe, Genevieve Behrent, Lucy Spoors, Linda Matthews) 7'02"11, 4) POL (Ariana Borkowska, Maria Springwald, Monika Ciaciuch, Agnieszka Kobus) 7'02"97, 5) ITA (Alessandra Patelli, Sara Magnaghi, Giada Colombo, Gaia Palma) 7'10"91, 6) ROU (Elena-Oltita Hrisca, Ionela-Madalina Rusu, Mihaela Petrila, Madalina Beres) 7'14"89

Quattro di coppia Pesi Leggeri Maschile
L'Italia (Claudio Provenzano, Francesco Pegoraro, Leone Barbaro, Matteo Mulas) fatica a carburare. La Francia le rifila addirittura tre secondi nei primi 500 metri. Partenza troppo lenta, ma Mulas e compagni si riprendono agevolmente e sfilano la Germania agli 800. Il secondo intertempo li vede avvicinarsi a Jaunet e soci: 1''06, ma pronta è la replica della Francia che allunga a 1''34. Servono velocità e cuore negli ultimi 500 metri: così è, Italia a tutto gas e sorpasso a 250 metri dal traguardo. 91 centesimi: è questa la differenza all'arrivo con Claudio, Francesco, Leone e Matteo in orbita! ITALIA CAMPIONE DEL MONDO!
1) ITA (Claudio Provenzano, Francesco Pegoraro, Leone Barbaro, Matteo Mulas) 6'26"47, 2) FRA (Samuel Gaborieau, Damien Piqueras, Thibault Lecomte, Alexandre Jaunet) 6'27"38, 3) GER (Michael Etzkorn, Johannes Lange, Roman Acht, Claas Mertens) 6'30"86, 4) DEN (Mathias Larsen, Andrej Bendtsen, Thorbjoern Patscheider, Jens Nielsen) 6'32"07, 5) AUT (Michael Saller, Matthias Taborsky, Markus Lemp, Michael Hager) 6'37"48, 6) NED (Allard Van Den Hoven, Tim Weerkamp, Bart Lukkes, Conno Kuyt) 6'38"86

Due senza Femminile

1) NZL (Kayla Pratt, Kelsey Bevan) 8'00"98, 2) GBR (Caragh Mcmurtry, Olivia Carnegie-Brown) 8'05"55, 3) GER (Lisa Kemmerer, Anne-Sophie Agarius) 8'21"13, 4) CZE (Martina Stillerova, Katerina Kopecka) 8'33"12, 5) NOR (Trude Meyer, Hanna Inntjore) 8'33"68, 6) NED (Myrte De Boer, Annemarie Bernhard) 8'41"53,

Due senza Pesi Leggeri Maschile
Francesco Schisano e Vincenzo Serpico sono carichi, forti dell'esperienza del quarto posto dell'anno scorso. Partono molto bene, 62 centesimi di vantaggio sulla Francia dopo i primi 500 metri. Mouterde e Jonville sono gli avversari più pericolosi, alla luce dell'esito delle batterie e delle semifinali. Ai 1000 hanno 27 centesimi di vantaggio sui francesi, nel terzo parziale resistono agli attacchi ed addirittura incrementano il loro vantaggio portandolo a 1''67. E' un finale palpitante, i due guerrieri di Castellammare viaggiano come treni verso l'oro. Nessuno può fermarli: Francia si inchina per 1''87, bronzo alla Germania, lontana ben tre secondi. ITALIA CAMPIONE DEL MONDO!
1) ITA (Francesco Schisano, Vincenzo Serpico) 7'26"60, 2) FRA (Augustin Mouterde, Edouard Jonville) 7'28"47, 3) GER (Can Temel, Tobias Franzmann) 7'29"61, 4) GBR (Matthew Bedford, Wilf Kimberley) 7'32"70, 5) HKG (Chiu Mang Tang, Ki Cheong Kwan) 7'36"54, 6) CZE (Jan Hajek, Matous Lorenc) 7'57"00

Quattro di coppia Pesi Leggeri Femminile
Parte bene la barca azzurra con Denise Zacco, Cecilia Bellati, Eleonora Trivella ed Elena Coletti molto concentrati e toniche in avvio. Passo a 33 colpi, passaggio ai 500 ed 1000 sempre in testa davanti alla Germania. Massimo vantaggio a 1''86, nella seconda parte di gare c'è il prepotente ritorno delle tedesche. L'Italia si difende bene ma poi paga gli sforzi della prima metà di gara: sorpasso ai 1400, la reazione c'è ma non è sufficientemente per riprendersi la prima posizione. Buona gara, comunque, per le azzurre che non si sono mai disunite. ARGENTO ITALIA!
1) GER (Judith Anlauf, Fabienne Knoke, Carolin Franzke, Franziska Kreutzer) 7'12"08, 2) ITA (Denise Zacco, Cecilia Bellati, Eleonora Trivella, Elena Coletti) 7'14"09, 3) NED (Marlene Van Roessel, Johanna Van Paassen, Nine Douwes Dekker, Joanneke Jansen) 7'29"45, 4) USA (Cornelia Willis, Carolina Paini, Sarah Giancola, Samantha Brechtl) 7'44"59

Quattro con Maschile

1) SRB (Aleksandar Filipovic, Jovan Jovanovic, Igor Lucic, Luka Djordjevic I, Mateja Josic) 6'34"13, 2) USA (Alexander Kornick, Garett Rinden, Patrick Marre, Maxwell Mannisto, Seamus Labrum) 6'35"42, 3) NZL (Michael Berry, Alex Kennedy, Axel Dickinson, Robert Kells, Caleb Shepherd) 6'37"87, 4) FRA (Benoit Demey, Pierre Lefevre, Julien Montet, William Chopy, Robin Le Barreau) 6'38"88, 5) AUS (Scott Laidler, Scott Woodward, George Ellis, Aaron Wright, William Raven) 6'39"65, 6) GER (Maximilian Fraenkel, Eike Kutzki, Daniel Walter, Nico Merget, Lennart Schweigert) 6'47"20

Quattro senza Femminile

1) CAN (Christine Roper, Susanne Grainger, Cheryl Copson, Antje Von Seydlitz-Kurzbach) 7'11"24, 2) AUS (Charlotte Travers, Fiona Albert, Katrina Bateman, Lucy Stephan) 7'15"38, 3) RUS (Tatiana Afinogenova, Elizaveta Tikhanova, Anastasia Tikhanova, Anastasia Zhukova) 7'16"61, 4) NZL (Abbey Green, Georgia Perry, Grace Prendergast, Robyn Munro) 7'17"59, 5) ROU (Alexandra Bizom, Alexandra Vermesan, Elena-Lavinia Tarlea, Ana-Maria Aftode) 7'29"91, 6) USA (Daphne Martschenko, Elizabeth England, Molly Bruggeman, Catherine Mc Dermott) 7'34"13

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.