La Sicilia sbarca a Piediluco. Grande attesa per le sorelle Lo Bue
 e Di Liberti


CATANIA, 11 giugno 2010 - Sarà un fine settimana importante per il canottaggio siciliano. Sei società, venticinque atleti e quattordici equipaggi coroneranno questa prima parte di stagione agonistica col Campionato italiano Ragazzi, Under 23 ed Esordienti. Sabato e domenica, sulle acque del lago di Piediluco, in provincia di Terni, a contendersi i titoli nazionali saranno 926 atleti da tutta Italia per un totale di 495 equipaggi e 113 società.

Tra i siciliani, grande attesa per tre degli atleti più in forma nel panorama nazionale: le sorelle Giorgia e Serena Lo Bue, della Canottieri Palermo, e Alessandro Di Liberti, singolista del Telimar. Le due canottiere giallorosse allenate da Benedetto Vitale sono le favorite per la conquista del titolo italiano nel due senza ragazze. Le uniche che potrebbero impensierirle sono le atlete del Firenze, Beatrice Arcangiolini e Sofia Ferrara, battute con facilità nel primo meeting, e vincitrici del secondo, proprio davanti alle Lo Bue.

Grande attesa anche per Alessandro Di Liberti, astro nascente del canottaggio under 23, che tenterà l’impresa per staccare il biglietto dei mondiali di categoria a Brest (Francia). «Sicuramente la mia è una delle specialità più difficili», spiega il peso leggero, «ma quest’anno ho gareggiato in singolo sia nel primo che nel secondo meeting, classificandomi sempre bene. L’obbiettivo, per questo Campionato, è come minimo l’accesso in finale. Una volta entrato, proverò in tutti i modi a salire sul podio. E penso di potercela fare». La gara del palermitano sarà una delle più seguite dal tecnico della Nazionale Under 23 Antonio Baldacci, che sebbene, per ora, abbia lasciato Di Liberti fuori dal quattro di coppia azzurro, potrebbe ripensarci se dovesse arrivare un risultato straordinario.

«Se anche in quel caso non venissi convocato, col mio allenatore Marco Costantini ho deciso che parteciperò alla selezione finale col singolo, il 20 giugno». Di Liberti scenderà in acqua anche col quattro senza Under 23 insieme a Riccardo Carapezza (in gara col singolo U23 “pesante”), Claudio Provenzano e Gabriele Poma. Tra le altre possibili medaglie, c’è Maura Demma, singolista junior Esordiente, vincitrice dello scorso meeting di Varese.

Quanto alla categoria Ragazzi, il Telimar schiera il quattro di coppia con Davide Cappelletti, Domenico Musacchia, Silvestre Gristina e Marco Spektor, mentre nel due senza scenderanno in acqua Vincenzo Dell’Oglio e Federico Venturella. Per la Sicilia orientale, partecipazione in massa delle Messinesi: nel singolo ragazzi Antonio Palana difenderà i colori del Thalatta, mentre in quello femminile Licia Giannone sarà in acqua per il Cn Messina.

Nel doppio ragazzi ci saranno invece Francesco Cama e Sebastiano La Valle (Cn Paradiso) e l’equipaggio del Thalatta composto da Daniele Denaro e, ancora, da Antonio Palana; nel quattro senza ragazzi, l’unico armo siciliano è quello della Canottieri Brucoli, con Francesco Costa, Fabrizio Neri, Giuseppe Ortisi e Domenico Marino. A chiudere la spedizione siciliana ci saranno i due junior Domenico Crisafulli (CC Peloro) e Mirko Consolo (Cn Paradiso) che si metteranno alla prova nella categoria superiore, gareggiando nel singolo pesi leggeri U23.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.