Piediluco: Ragazzi gara per gara


PIEDILUCO, 11 giugno 2010 - Sono ben sessantuno i singolisti della categoria Ragazzi, tra questi 15 e 16enni ci sono elementi di primo piano. Luca Bruzzone (Canottieri Sampierdarenesi) è il vincitore delle due regate nazionali e si ritrova a Piediluco Federico Zanatta (Ospedalieri) e Tiziano Vezzi (Velocior), argento e bronzo a Varese. Ma l’avversario più ostico potrebbe averlo “In casa”: si chiama Davide Mumolo (Elpis), primo nel doppio a nelle gare nazionali con Enrico Benzi, e soprattutto campione regionale dopo la sfida vinta proprio contro Bruzzone.

Trentatrè le singoliste, Valentina Rodini (Bissolati) gode della luce dei riflettori dopo l’ultimo successo nazionale. Ci sono anche le tradizionali rivali: Arianna Ragnoli (D’Annunzio) e Chiara Ondoli (Angera), 1.82 di pura energia. Ma la favorita è sicuramente Paola Gelpi (Lezzeno), allieva di mastro Danesin che nel 2009 ha partecipato alla Coupe de la Jeunesse.

Il due senza maschile vede partire meglio l’Aniene di Di Francesco e Portaccio ma occhio alle insidie che si celano dietro gli altri diciassette equipaggi, segnatamente l’Ilva Bagnoli di Cuollo e Lamagna.
In campo femminile le emergenti sorelle Giorgia e Serena Lo Bue (Canottieri Palermo), le fiorentine Arcangiolini e Ferrara possiedono una marcia in più ma attenzione anche alla San Miniato di campioni e Corsoni.

L’Elpis rinuncia al doppio impiegando Mumolo nel singolo, si agevola così il compito di Tettamanti e Carcano (Moltrasio), in pratica condannati sinora a essere eterni secondi. Non possono abbassare la guardia, però, perché la Timavo di Cernic e Polez vuole il colpo grosso e poi chissà che non ci sia qualche altra sorpresa tra gli altri 33 equipaggi iscritti. Nel doppio femminile Serafini e Del Panta si propongono di vincere il titolo italiano per l’Aniene dopo aver tagliato per prime il traguardo a Varese.

Stabia favorito nel quattro con anche se rispetto a Varese si registra un cambio in barca: con Curcio, Giovanni Abagnale e De Riso non c’è Caiazzo ma Pane. Il timoniere è Enrico D’Aniello, marchio di qualità dopo aver “traghettato” gli azzurri dell’otto Junior verso il bronzo di Brive La Gaillarde. Savoia (Amato, Montalbano, Laino, Santillo, tim. Viglietti) e Firenze (Pietra, Del Bravo, Vitali, Bianchi, tim. Sarti) provano a rovinare il sogno stabiese insieme alla Gavirate (Schwartz, Magni, Lami, Ossola, tim. Zoppi).

Nel quattro senza  tutti dicono CUS Ferrara (Mancinelli, Marchini, Viggi, Benassi) dopo i quasi quattro secondi rifilati a Corgeno (a Piediluco con Ponzellini, Vailati, Filippi, Dalla Rosa) nell’ultimo confronto diretto ma un ruolo di primo piano lo reciteranno sicuramente le Fiamme Gialle di Di Girolamo, La Notte, Lodo e Tranquilli. Tra le barche femminili incuriosisce il duello tra Canottieri Firenze (Arcangiolini e Ferrara, Fossi e Martini) e Gavirate (Mainoli, Lozza, Calabrese, Tomasello. Chi avrà la meglio?

A Varese il quattro di coppia andrò alla Lario (Lorenzo e Davide Gerosa, Guanziroli, Masperi) che nuovamente avrà il duro compito di affrontare un tonico CRV Italia (Bianco, Marino, Sansone, Vicino). Outsider? Giocatevi la Tevere Remo (Padoa, Pagani, Rossetti, Romagnolo).
Nel quattro di coppia femminile sul filo dei centesimi tra Aniene (Dezi, Allegra, Dusmet, Salvetti) e CUS Ferrara (Cavicchi, Santini, Lotti, Balboni).

CUS Bari da urlo a Varese. Tra Gavirate, Stabia, Posillipo e Firenze chi riuscirà a fermarlo?

 
Nelle immagini
: Luca Bruzzone; le sorelle Lo Bue

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.