Gran Fondo a Varese: il bilancio del Piemonte


TORINO, 23 novembre 2010 - Se c’è un particolare che risulta evidente osservando il calendario remiero 2010, è la varietà e la ricchezza di appuntamenti offerti nel corso dell’anno; a darcene ennesima conferma la prima gara della Stagione di Gran Fondo, disputatasi durante il week-end appena conclusosi sulle acque del lago di Varese.
Come sempre il circuito gare relativo la manifestazione si articolerà su più appuntamenti, e si concluderà nel corso del 2011.
Queste le tappe in programma: Varese (20-21 novembre), Roma (5 ed 11 dicembre), l’appuntamento internazionale di Torino con l’immancabile Inverno sul Po (13 febbraio 2010), e San Giorgio di Nogaro (27 febbraio 2010).
Anche quest’anno il regolamento prevede interessanti novità e trofei in palio:
Coppa Italia di Gran Fondo: premierà le società vincitrici della classifica generale per categorie (maschile e femminile) e della classifica generale assoluta;
Il Tricolore Cadetti di Fondo, riservato alle categorie allievi C e Cadetti, premierà le società al termine dei primi due appuntamenti ed al termine dell’intero circuito gare;
Il Tricolore Master di Fondo, riservato alle specialità del quattro di coppia e dell’otto (maschile e femminile) suddivisi fra under 43 ed over 42, premierà anch’esso le società al termine dei primi due appuntamenti ed al termine dell’intero circuito gare;
La Coppa Londra 2012; riservata agli atleti senior e pesi leggeri nel corso del 2011, premierà l’atleta vincitore della classifica totale.
Come lo scorso anno, le tappe in programma saranno dedicate a differenti specialità; a Varese i 497 atleti iscritti (in rappresentanza di 47 società) si sono confrontati nelle discipline del singolo e due senza Ragazzi, Junior, Senior, quattro di coppia Cadetti, quattro di coppia ed otto Master, sulla canonica distanza di 6 kilometri.
Per il Piemonte erano presenti le società: Amici del Fiume, Armida, Caprera, Cerea, CUS Torino, Esperia Torino e Sisport Fiat con oltre 120 atleti, a formare 53 equipaggi.
Il programma gare ristretto a due sole specialità ha ovviamente garantito un’elevatissima competizione, nonostante ciò gli equipaggi nostrani hanno conquistato 15 podi.

5 medaglie d’oro conquistate:
Francesco Pegoraro, della Sisport Fiat, nella specialità del singolo junior maschile (foto in alto);
Greta Masserano e Camilla Noè, del Cus Torino, nella specialità del due senza junior femminile;
Marta Novelli e Gaia Palma, della Sisport Fiat, nella specialità del due senza senior A femminile;
Mauro Torta (Cerea), Franco Torta (Cerea), Giuseppe Carando (Sisport), Ettore Bulgarelli (Cerea), Piero Italiano (Cerea), Mario Italiano (Esperia), Paolo Braida (Cerea), Vittorio Altobelli (Caprera) e Roberto Averone (tim. – Cerea), nella specialità dell’otto master maschile;
Paola Bruera, Federica Caluana, Antonella Cocimano, Robertina Richiero, Ivana Sola, Maurizia Pennaroli, Piera Balocco, Rossana Paini ed Olivia Pacciani (tim.), degli Amici del Fiume, nella specialità dell’otto master femminile.

5 medaglie d’argento conquistate:
Luca Lovisolo, della R.S.C. Cerea, nella specialità del singolo ragazzi maschile;
Emanuele Giacosa e Vittorio Serralunga, della R.S.C. Cerea, nella specialità del due senza ragazzi maschile;
Alessandra Leva, Monic Chirieleison, Pascale Salvat ed Alessandra Sereno, della S.C. Caprera, nella specialità del quattro di coppia master femminile;
Filippo Rossi e Jacopo Gandiglio, della S.C. Armida, nella specialità del due senza senior A maschile;
Valeria Monti e Sara Brescia, della S.C. Esperia, nella specialità del due senza senior A femminile.

5 medaglie di bronzo conquistate:
Pietro Capelli, Amedeo Feneziani, Francesco Marin e Gabriele Morra, della R.S.C. Cerea, nella specialità del quattro di coppia cadetti maschile;
Elena Belluso, Donatella Masino, Maria Paola Perino e Maddalena Paesano, degli amici del Fiume, nella specialità del quattro di coppia master femminile;
Edoardo Tolu ed Umberto Demagistris, della Sisport Fiat, nella specialità del due senza senior a maschile;
Elisabetta Brugo, della S.C. Armida, nella specialità del singolo senior A femminile;
Andrea Canata (Caprera) e Mirko Bertone (Cus Torino), nella specialità del due senza junior maschile.



ALESSANDRO POLATO
CR FIC Piemonte

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.