La Canottieri Sebino emerge nel Fondo nazionale - Prestigioso
 riconoscimento dalla gemellata Glasgow University Boat Club


LOVERE, 22 novembre 2010 - La Canottieri Sebino è pronta ad affrontare con grande determinazione i nuovi appuntamenti invernali incentrati sul fondo, la disciplina del remo che impegna gli atleti sulla distanza dei 6 km. Grandi soddisfazioni in questo campo sono già pervenute dalle due impotanti gare di livello nazionale disputate sul Lago di Varese nello scorso week end.

Sabato la Coppa Insubria, regata riservata a equipaggi singoli, giunta alla sua 11^ edizione e partecipata da 88 atleti, ha visto Paolo Ghidini emergere come 4° assoluto: un risultato entusiasmante con il quale Paolo si è classificato 1° nella categoria juniores. Qui occupano posizioni di rilievo anche i compagni di squadra Adriano Mascarino (3°) e Pietro Cipolloni (4°), le cui performance hanno portato ad un piazzamento assoluto rispettivamente in undicesima e ventquattresima posizione.  Meritevole di nota anche l'esito della gara dedicata ad Allievi e Cadetti disputata sulla distanza di 4km, nella quale Simone Mascarino si è piazzato 5° assoluto, con il rilievo del 4° posto nella specifica classifica per la categoria Cadetti.

Domenica è seguita la prima prova di Coppa Italia di Gran Fondo, che ha visto in acqua 260 equipaggi ed oltre 500 vogatori impegnati nelle specialità singolo, 2 senza, quattro di coppia e 8con. In tutte la Sebino ha partecipato con propri equipaggi o con soluzioni miste per gli armi più 'complessi'. Con l'ammiraglia si è distinto il Master biancoazzurro Massimo Sangrigoli che insieme agli atleti della Varese e della Tritium ha ottenuto la medaglia d'argento. Sul podio del singolo junior ritroviamo Paolo Ghidini che anche in questa seconda manifestazione ha dato conferma delle sua qualità atletica, regalandoci un bel terzo posto, tanto più incisivo perchè conquistato a seguito di una sfida particolarmente emozionante giocata con i bravissimi concorrenti di Sispert e Alpis in un 'fazzoletto' di 2"60.  Un gratificante bronzo è stato ottenuto anche dal quattro di coppia master composto da Aristide Bonomelli, Paolo Gabriello, Luca Giuliani insieme al collega Barzaghi della Tritium. 

Benchè escluso dal podio si evidenzia l'onorevole quinto posto di Gabriele Bonomelli e Davide Macario nel 2 senza, segno di una buona competitività nell'ambito di una graduatoria articolata su quattordici posizioni.


Alla soddisfazione per questi risultati agonistici la Sebino affianca oggi il compiacimento per una bella notizia giunta poco fa dal quartier Generale del Glasgow University Boat Club:  il prestigioso sodalizio remiero scozzese ha suggellato l'intensa relazione di gemellaggio che lo lega da anni alla Sebino intitolatando alla società loverese una nuova imbarcazione. Con questo gesto il Club,che con i suoi 140 anni di storia è uno dei più antichi esistenti in Europa e che vanta una posizione di primo piano nel panorama delle società universitarie, ha riconoscendo un tributo di affetto ed un segnale di amicizia nello sport davvero profondo alla Sebino.

Dopo i primi contatti avvenuti nel 2007 i due sodalizi hanno instaurato un programma di collaborazione unico nel suo genere, che mette a confronto modi diversi di vivere la passione per il canottaggio e unisce le forze per cogliere con ancora maggiore entusiasmo gli stimoli offerti dal panorama agonistico internazionale. Grazie al supporto degli amici scozzesi la Sebino ebbe modo di partecipare per la prima volta nel 2008 alla mitica Horr sul Tamigi di Londra, mentre l'estate successiva la squadra scozzese si è allenata sulle acque del sebino per prepararsi alla storica Henley Royal Regatta di Oxford. I ritiri incrociati, sia estivi che invernali, si sono susseguiti in questi quattro anni a ritmi cadenzati, sino all'ultima ospitalità prestata dalla Glasgow a nove atleti della Sebino nell'agosto scorso. Una nuova occasione di incontro si prospetta per la prossima primavera, quando sarà la Sebino ad accogliere sulle proprie acque l'intera squadra femminile del Club.

La nuova barca "Sebino"  ha le fattezze di un 'quattro' di punta, ed è stata inaugurata in occasione della animatissima festa sociale che il Club ha organizzato sabato scorso. La Sebino, seppur invitata, non ha potuto presenziare alla cerimonia del battesimo, ma pensa con emozione ed onore alla propria insegna che d'ora in poi solcherà le placide acque del Clyde River! 

 
Ufficio Stampa
Canottieri Sebino

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.