Francesco Cardaioli, Dal Bacchiglione all'arena dei leoni di Brive


BRIVE LA GAILLARDE (FRA), 07 agosto 2009 – Inarrestabile a Piediluco: en-plein, per Francesco Cardaioli tra gare nazionali e Memorial d’Aloja in doppio e quattro di coppia.
Grazie alla sua tenacia e alla sua volontà, grazie alla provvidenziale abbinata ad Alin Zaharia: oggi va alla ricerca del posto in finale dopo aver saggiamente amministrato le proprie energie nella batteria e nel proprio quarto di finale eseguendo in modo perfetto gli ordini di scuderia.
Riavvolgiamo il nastro, non costa troppa fatica dovendo andare indietro di soli due anni.
“Nuoto, pallanuoto e sci: mi divertivo ma non mi sembravano gli sport adatti per costruire un bel progetto di vertice e allora nel 2006 scelsi il canottaggio perché mio papà aveva remato in passato” spiega Francesco.
Due anni e mezzo alla Padova Canottaggio prima di passare, recentemente, alla Canottieri Padova.
“Mi alleno spesso sul fiume Bacchiglione: mi dispiace solo che in Veneto non si possano fare molte gare a causa dell’assenza di un campo di regata pienamente funzionale e allora siamo costretti spesso a emigrare a Ravenna o nel Friuli Venezia Giulia”
In Alberto Rigato ha trovato un tecnico che lo ha trasformato avviandolo verso importanti risultati.
“Mi fa allenare moltissimo, giusto così: mi ha completamente cambiato sia fisicamente che tecnicamente” prosegue Cardaioli .
In attesa di sfondare centrando la convocazione per il Mondiale, la Coupe de la Jeunesse a Cork: un primo e un quarto posto in singolo, per lui che prima dell’incontro con Zaharia era singolista di mestiere.
“Alin davanti e io dietro al primo raduno: la barca non scorre ma poi dopo un po’ di tempo di cambia e ne raccogliamo i frutti – dice Francesco – Alin è più valido come prodiere, si adatta meglio alla mia palata trovando il giusto settore mentre io sono portato per il ruolo di capovoga avendo trascorso molto tempo in singolo”.
Per lui 41 giorni di raduni sono stati “un po’ duri ma fondamentali nel creare un bel gruppo unito dove anche tra ragazzi di equipaggi diversi ci sono rapporti molto stretti”.
E il Mondiale “me l’aspettavo con un livello leggermente più basso”.
Quando non rema Francesco frequenta il liceo scientifico e suona il pianoforte, specialità nella quale si diplomerà a settembre 2009 o febbraio 2010.

 

•   Clicca per lo Speciale sui Mondiali Juniores 2009 >

 

 

 

Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
    Tabella Orari previsti
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.