Le dichiarazioni di Galtarossa e Sartori

Schinias (GRE), 21 agosto 2004 - Ecco le dichiarazioni di Rossano Galtarossa e Alessio Sartori raccolte quest'oggi al termine della regata del doppio che ha regalato all'Italia la 1° medaglia di bronzo.

Rossano Galtarossa:
"Stamattina ci sentivamo bene. Abbiamo fatto la nostra gara ma probabilmente oggi i nostri avversari erano più forti. Sicuramente in questo periodo ci hanno studiato a fondo per prenderci le contromisure.
Ringrazio tutte le persone che ci hanno sostenuto in questa avventura e in particolare i miei tifosi di Padova.
Pechino 2008? Probabilmente se decido di vogare fino alle prossime Olimpiadi dovrò divorziare da mia moglie Elisa! Siccome ci tengo a lei, credo che a Pechino non ci sarò e comunque valuterò le decisioni da prendere con la famiglia, anche perché mi ritengo già soddisfatto dopo 4 partecipazioni olimpiche con 1 oro, 2 bronzi e un 4° posto.
Per quanto riguarda il mio futuro, credo che rimarrò nell'ambiente come dirigente della mia società, la Canottieri Padova. Non ho mai preso invece in considerazione la possibilità di entrare nel settore tecnico né della mia società né della Federazione
".

Il curriculum sportivo di Rossano Galtarossa  -->>

Alessio Sartori
"Siamo partiti all'attacco perché puntavamo all'oro, volevamo dimostrare di essere i più forti a tutti i costi. La Francia è però riuscita a starci addosso e alla fine è riuscita a superarci. Noi abbiamo cercato di reagire e abbiamo lottato per non scendere dal podio.
Dopo aver visto nei giorni scorsi un equipaggio come il nostro doppio leggero che dopo 4 anni in cima al mondo non è riuscito ad entrare in finale, è venuto qualche dubbio anche a noi. Alla fine direi che dobbiamo essere soddisfatti di come è finita, siamo contenti del risultato ottenuto e non abbiamo nulla da recriminare.
In un periodo di scarsità di risorse economiche per lo sport come questo, siamo riusciti a farci conoscere dal pubblico anche grazie al lavoro dei giornalisti italiani e della Federazione. Con i risultati che ho ottenuto in queste 3 partecipazioni olimpiche sto cercando di fare appassionare più gente possibile al nostro sport.
Nel mio futuro immediato ora c'è la famiglia, anche perché è troppo tempo che sto lontano per poter raggiungere questi risultati. Non mi sono portato dietro nessuno dei miei a queste Olimpiadi perché erano troppo sentite in famiglia, e non volevo rischiare di perdere la concentrazione. Dedico la medaglia a mia moglie e ai miei figli, Matteo e Leonardo.
Nonostante fosse la mia 3° Olimpiade mi sono emozionato e mi sono sentito come fosse la 1° volta
".

Il curriculum sportivo di Alessio Sartori  -->>


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: [email protected]
 

Torna indietro