1° giornata: 3 barche azzurre in semifinale
(Foto Genovesi ©)

Sartori e Galtarossa in azioneSchinias (GRE), 14 agosto 2004 - "Abbiamo voluto provare a rodare la barca dopo due mesi di preparazione lontano dalle gare e volevamo tastare il polso all'equipaggio ungherese che aveva sostituito il capovoga"  afferma Alessio Sartori che continua dicendo: "Abbiamo visto che la barca rispondeva alle nostre sollecitazioni e  per oggi siamo contenti così". Queste sono le parole di Alessio Sartori al termine della gara del doppio per nulla preoccupato per l'infiammazione tendinea che lo affligge da qualche giorno tantoché è lui stesso a rassicurare tutti: "Ho deciso che questa infiammazione dovrà fare la gara con me e quindi cerco di non pensarci anche perché i medici mi trattano il braccio prima della gara ed io riesco a non sentire eccessivo fastidio".

Una barca determinata tanto da vincere la propria qualificazione e guardare con apparente distacco gli sloveni Spik e Cop vincitori della terza batteria. Una sicurezza che trapela anche dalle parole di Rossano Galtarossa che dice: "E' ancora presto per guardare alla finale ma possiamo già affermare di essere sicuri che la barca c'è e che abbiamo voglia di disputare la semifinale anche perché equivarrà ad una gara vera dove tutti daranno il meglio che hanno in corpo per accedere alla finale e quindi tentare il colpaccio del podio. Noi siamo consapevoli delle nostre possibilità e siamo sereni".

Dario Lari e Giuseppe De VitaAvanza anche il due senza di Dario Lari e Giuseppe De Vita terzi nella rispettiva batteria dietro all'equipaggio neozelandese, apparso veloce sin dalle prime battute ed a quello canadese (2°), una conferma che viene anche dal capovoga Lari: "Ho tentato subito di forzare il passo già dalle prime palate ed ai primi 500 metri eravamo in primissima posizione; dopo, invece, i neozelandesi hanno preso il loro ritmo ed hanno guadagnato su di noi che intanto abbiamo cercato di mantenere i canadesi e poi, visto che eravamo saldamente terzi (i primi tre avevano l'accesso in semifinale) abbiamo rinunciato a lottare".

L'atleta delle Fiamme Gialle mentre rispondeva alle domande era sereno ma oltremodo convinto a dover ancora lottare per proseguire la sua olimpiade. Una posizione condivisa anche dal suo compagno di barca, il posillipino Giuseppe De Vita: "Abbiamo sofferto un po' il vento contro e l'eccessivo caldo anche se Dario è riuscito ad impostare il ritmo giusto per testare le nostre forze. Siamo in semifinale ed è qui che inizia la vera gara olimpica poiché tutti gli equipaggi qualificati vorranno agguantare i sei posti in finale e noi dobbiamo lottare per essere tra i primi sei".

Raffaello LeonardoPassa il turno anche il quattro senza "pesante" con a bordo Raffaello Leonardo, Lorenzo Porzio (CC Aniene), Dario Dentale (CC Irno) e Luca Agamennoni (Fiamme Gialle) che tagliano il traguardo al 2° posto dietro al forte equipaggio inglese con a bordo Cracknell e Pinsent. Alla fine sorridono, senza scomporsi. Sono soddisfatti, certo, ma il giusto: "Abbiamo fatto il nostro dovere - spiega il veterano Lello Leonardo (nella foto)- niente di eccezionale, avendo la conferma che la barca può fare bene. La nostra Olimpiade, comunque, deve essere all'insegna del divertimento, a differenza di altre nazioni non abbiamo nulla da perdere. Speriamo di poterci divertire a lungo, al di là di quello che poi sarà il risultato finale. Siamo un bel gruppo, unito e affiatato; senza dimenticare il valore dei singoli questo può essere il nostro punto di forza". "Siamo partiti lenti - aggiunge Luca Agamennoni - poi abbiamo cambiato passo e siamo riusciti a rientrare sugli altri. Emozionato? No, piuttosto esaltato. Devo trovare più tranquillità per rendere meglio".

Dovrà disputare i ripescaggi il singolo di Matteo Stefanini, terzo nella propria batteria, peraltro visibilmente sereno: "Ho provato sin dalle  prime palate a forzare il passo per rimanere agganciato ai primi. Con un po' di fortuna potevo anche vincere la batteria ma questi (gli avversari) camminano come treni. Io ho fatto la mia gara ed ora mi concentro sul recupero di lunedì poi si vedrà". Nulla da fare anche per il doppio femminile di Gabriella Bascelli ed Elisabetta Sancassani che, ultime nella propria qualificazione, sono sembrate corte nella vogata come se avessero sbagliato l'impostazione della regata. "Nei recuperi, secondo le direttive dei tecnici, probabilmente torneremo alla vecchia impostazione - rivela la Bascelli - con me a capovoga".
------------------------------------------------------------------------------------------
 

RISULTATI AZZURRI
"Singolo" Senior: 1° Estonia (Jaanson Jueri) t. 7:13.74,  2° Bulgaria (Yanakiev Ivo) t. 7:28.97, 3° Italia (Stefanini Matteo) t. 7:31.54; "due senza" senior : 1° Nuova Zelanda (Twaddle Nathan - Bridgewater George) t. 6:54.75, 2° Canada (Calder Dave - Jarvis Chris) t. 6:56.23, 3° Italia (De Vita Giuseppe - Lari Dario) t. 7:03.12;  "doppio" senior: 1° Italia (Galtarossa Rossano - Sartori Alessio) t. 6:40.82, 2° Gran Bretagna (Wells Matthew - Langridge Matthew) t. 6:48.13, 3° USA (Abdullah Aquil - Nuzum Henry) t. 6:52.34;  "doppio" femminile: 1° Germania (Waleska Peggy - Oppelt Britta) t. 7:28.89, 2° Bulgaria (Buschmann Anet-Jacgueline - Markova Miglena) t. 7:35.46, 3° Romania (Mihalcea Camelia - Strimbeschi Simona) t. 7:39.32, 5° Italia (Sancassani Elisabetta - Bascelli Gabriella) t. 7:46.66;  "quattro senza" senior: 1° Gran Bretagna (Williams Steve - Cracknell James - Coode Ed - Pinsent Matthew) t. 6:20.85, 2° Italia (Porzio Lorenzo - Dentale Dario - Agamennoni Luca - Leonardo Raffaello) t. 6:22.58, 3° Slovenia (Pirih Tomaz - Klemencic Janez - Sracnjek Grega - Pirih Miha) t. 6:25.36.


Domani, con inizio alle 08,30*, secondo turno di eliminatorie così composte: ore 08,51* doppio pesi leggeri - prima batteria: Cina, Repubblica Slovacca, Italia (Elia Luini, Leonardo Pettinari), Grecia, Brasile, Cuba; ore 09,26* quattro senza pesi leggeri - seconda batteria: Danimarca, Germania, Italia (Bruno Mascarenhas, Lorenzo Bertini, Catello Amarante, Salvatore Amitrano), Gran Bretagna; ore 10,01* - Francia, Russia, Polonia, Italia (Simone Raineri, Federico Gattinoni, Simone Venier, Alessandro Corona); ore 11,36* - otto: Gran Bretagna, Canada, Italia (Luca Ghezzi, Carlo Mornati, Nicolò Mornati, Valerio Pinton, Pierpaolo Frattini, Marco Penna, Aldo Tramontano, Sergio Canciani, Gaetano Iannuzzi-tim), USA.

* ora locale: per l'ora italiana togliere un'ora all'orario del programma
 


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: [email protected]
 

Torna indietro