UNA CINQUINA PER MOLEA
Dopo 4 partecipazioni da atleta, l'esordio da tecnico.

Schinias (GRE), 13 agosto 2004 - Quattro anni fa a Sydney ha infilato la quarta perla nella sua collana olimpica. Ora si prepara alla quinta partecipazione. Ma ad attenderlo non sarà una corsia del bacino olimpico, una barca ed i compagni di equipaggio. Valter Molea, 38 anni, padre da poco più di un mese di Pietro, la sua quinta Olimpiade la vivrà a terra, seguendo i suoi ragazzi del 4 senza, quella che per anni è stata la sua specialità, che gli ha regalato gloria e successo (due titoli mondiali e un argento olimpico).
Manca poco ormai al via. La lunga vigilia sta per consumarsi. "Conosco bene le sensazioni che si provano da atleta quando ci si avvicina al momento clou. Da allenatore è diverso, ma ciò che mi piace sottolineare è che la scelta di allenare è stata dettata proprio dal voler continuare a sentirmi coinvolto in questo ambiente. Ho programmato da tempo di fare l'allenatore, iscrivendomi e diplomandomi all'ISEF, conseguendo le basi teoriche da applicare poi in pratica. Essere qui, con la squadra nazionale, è per me molto gratificante e importante. Io considero il canottaggio italiano una palestra preziosa per aggiornarsi e migliorare continuamente, una grande Università in cui tutto è stabilito con una precisa metodologia".
Molea con Dei Rossi, Carboncini e Mornati sul podio di SydneyFra i suoi allievi, il compagno di tante avventure agonistiche. "Raffaello Leonardo è il punto di riferimento principale di questo equipaggio. Lui è alla quarta Olimpiade, gli altri sono all'esordio. E' lui che governa il timone, che dà il ritmo. La sua presenza deve essere una garanzia per i più giovani ai quali dirò di stare tranquilli e di seguire Lello in gara. Sono in ottime mani".
La barca è stata rivoluzionata
"Con loro mi trovo molto bene, come mi trovavo bene con gli altri, fino a poco tempo fa. Il rapporto è molto importante per poter ricevere il meglio, sotto l'aspetto umano e agonistico, dai propri atleti. Hanno enormi qualità, occorre fare in modo che queste vengano fuori, curando anche l'aspetto emotivo".
Ma l'emozione, quando sarà il momento, prenderà anche lui.

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: [email protected]
 

Torna indietro