STEFANINI PRIMO AZZURRO IN GARA
(Foto Genovesi ©)

Matteo StefaniniSchinias (GRE), 12 agosto 2004 - Conto alla rovescia per l’inizio delle regate olimpiche sul bacino di Schinias.
Il primo start sarà dato alle 8.30 di sabato 14 con le batterie del singolo femminile, specialità in cui non ci sono azzurre.
Sarà Matteo Stefanini a segnare l’esordio dell’Italia. Il 20enne pisano della Canottieri San Miniato gareggerà nella sesta ed ultima batteria del singolo in programma alle ore 10. L’azzurro sarà opposto in acqua 1 ai rappresentanti di Estonia, Bulgaria e Kenia. Primo in semifinale, gli altri ai recuperi.
Alle 10.50 scenderà in acqua il due senza senior maschile. Per Giuseppe De Vita e Dario Lari corsia 2 della batteria 3 con gli atleti di Nuova Zelanda, Canada e Germania. Primi 3 in semifinale.
Elisabetta Sancassani e Gabriella Bascelli Alle 11.10 sarà la volta delle ragazze. Per Elisabetta Sancassani (capovoga) e Gabriella Bascelli acqua 1 della seconda ed ultima batteria con Romania, Bulgaria, Germania e Australia. Prime classificate direttamente in finale.
Alle 11.30 batteria 2 (su 3) per Rossano Galtarossa ed Alessio Sartori nel doppio senior. I dominatori di inizio stagione (vincitori nelle prove di Coppa del Mondo di Monaco e Lucerna) se la vedranno in acqua 3 con USA, Ungheria, Polonia e Gran Bretagna. Primi tre in semifinale.
Infine alle 12.00 il 4 senza senior. Raffaello Leonardo, Luca Agamennoni, Dario Dentale e Lorenzo Porzio in acqua 4 della seconda batteria (su 3) con USA, Slovenia e Gran Bretagna. Primi 3 equipaggi in semifinale.
Elia Luini e Leonardo PettinariQuattro le barche italiane in gara domenica mattina. Alle 9.00 il doppio pesi leggeri con i tre volte campioni del mondo Elia Luini e Leonardo Pettinari in prima batteria (acqua 3) contro Cina, Slovacchia, Grecia, Brasile e Cuba. Primi in semifinale.
Alle 9.50 il quattro senza pesi leggeri. Per Lorenzo Bertini, Catello Amarante, Salvatore Amitrano e Bruno Mascarenhas corsia 3 della seconda batteria con danesi, tedeschi e inglesi. Primi tre in semifinali.
Alle 10.40, nella seconda batteria del quattro di coppia, Simone Raineri, Federico Gattinoni, Simone Venier ed Alessandro Corona scenderanno in acqua 4 con avversari Francia, Russia e Polonia. Primi 3 in semifinale.
Ultima batteria quella che vedrà l’8 azzurro, testa di serie, opposto al blocco anglo americano. Luca Ghezzi, Carlo Mornati, Niccolò Mornati, Valerio Pinton, Pierpaolo Frattini, Marco Penna, Aldo Tramontano, Sergio Canciani e Gaetano Iannuzzi se la vedranno in corsia 3 nella seconda batteria con Gran Bretagna, Canada ed Usa. Primi direttamente in finale.
il DT Giuseppe La MuraPer il valore dei qualificati, ai Giochi Olimpici le gare di canottaggio è come se cominciassero dalle semifinali – ha detto il DT Giuseppe La Mura – per cui tutti gli avversari sono difficili. La differenza, per una nazione forte come la nostra, può essere nel numero delle barche che in batteria passano il turno. In quelle dove sono tre ad andare in semifinale non dovremmo avere problemi, in quelle in cui è una barca sola ad andare avanti, e quindi ad evitare i recuperi, come nell’8, ci sono più difficoltà”.
Sulla base dei risultati dell’ultima edizione olimpica, delle prove di Coppa del Mondo e degli scontri diretti, sono state cinque le teste di serie italiane: due senza, doppio, doppio leggero, quattro senza leggero ed otto.
 

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: [email protected]
 

Torna indietro