Lake Maltanskie - Poznan (POL)

panoramica.jpgLake Maltanskie è un lago artificiale costruito in una baia del Fiume Cybina, un emissario del Fiume Warta. Gli scavi per realizzare il lago artificiale furono iniziati dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale. L'invaso ultimato fu riempito con acqua nel 1952. Il lago ha un'area di 64 ha. La sua lunghezza massima è di 2220 m; la parte più larga misura 460 m ed ha una profondità costante di 5 metri. Tutte le strutture sono state completate nel 1990. il Lake Maltanskie è un centro remiero internazionale che ha appuntamenti fissi per regate di canottaggio e canoa sia Europee che mondiali. Ha un percorso disegnato di 2000 metri con torrette ogni 500 metri ed un'ampiezza di 175 metri. Per gli amanti della tintarella è stata realizzata anche una spiaggia adiacente una zona riservata alla balneazione ed è alla fine meridionale del lago. Tutto il perimetro dell'invaso si può percorrere a bordo di un mini treno con 60 posti ed è circondato da una pista ciclabile di quasi 10 km. Su questa pista si possono incrociare pedoni, gente che pattina, joggers e ciclisti esattamente come avviene all'Idropark di Milano. Ma la cosa più interessante è una collina artificiale, realizzata con la terra proveniente dallo scavo del bacino, che permette di praticare niente meno che lo sci di discesa! Ci sono sia uno skilift che una seggiovia e anche l'illuminazione per le discese in notturna. Eccezionale veramente. Su un fianco di questa stessa collina c'è una panoramica 2.jpgspecie di pista di bob (come quelle che abbiamo visto durante i Giochi di Torino 2006) in metallo da percorrere con degli appositi slittini a ruota.
Dalla "guerra fredda" ad oggi, abbondantemente dopo il crollo del muro di Berlino, di cambiamenti nell'est europeo se ne sono visti molti e Stefano Martinoli, presente a Poznan da Imprenditore, ricorda un suo viaggio: "Nel 1958 sono venuto qui in occasione dei Campionati Europei e non c'era mica tutto questo. C'era solo l'acqua ed il pubblico si sistemava sui gradoni in terra sulla sponda dove ora c'è quella moderna tribuna. Ricordo ancora che ad un certo punto arrivarono i russi armati di tutto punto che controllavano la zona e ogni cosa si muovesse. Be', erano altri tempi ma oggi è veramente un bel posto, magari l'avessimo noi in Italia".

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: comunicazione&[email protected]

Torna indietro