PIEDILUCO, CON I CAMPIONATI DI SABATO E DOMENICA HA FATTO 13
di Claudio Tranquilli

PIEDILUCO, 31 maggio - Fine settimana di canottaggio sul lago di Piediluco per disputare i primi tricolori della stagione agonistica 2006. L'irregolare specchio d'acqua, che un tempo si chiamava "lacus velinus", totalmente immerso nella vegetazione umbra o meglio del Bosco Sacro, visto che l'attuale nome "Piediluco" significa proprio ai piedi del bosco sacro, è sempre più conosciuto e riconosciuto come sede del Centro Tecnico della Federazione Italiana Canottaggio. Il panorama di Piediluco, secondo lago dell'Umbria, caratterizzato dalle basse casette colorate, una addossata all'altra, separate solamente dalle strette viuzze che in verticale percorrono l'antico borgo formatosi in epoca medievale, è una cornice cara ai canottieri italiani che dagli anni '70 vi si recano per disputare regate di canottaggio a vari livelli. Venerdì e sabato, dopo lo svolgimento dei due Meeting nazionali, il lago sarà il palcoscenico in cui i protagonisti del remo nazionale si contenderanno, a suon di remate, i titoli italiani assoluti, pesi leggeri e junior. Un evento non nuovo per Piediluco che di campionati ne ha già organizzati, compresa l'edizione 2006, ben 13, con la prima che risale al 25 settembre 1977 quando si disputarono gli 81° Campionati assoluti. Non è un record per Piediluco, che si attesta al 3° posto, poiché a livello d'organizzazione di Campionati italiani è superato da Pallanza con 15 (l'ultima edizione organizzata nella località sul Lago Maggiore risale al 1958 mentre la prima edizione risale all'8 settembre 1890) mentre la speciale classifica organizzativa è appannaggio dell'Idroscalo di Milano che d'edizioni ne ha realizzate ben 20 con la prima il 20 settembre 1936 e l'ultima il 18 settembre 2005. Per Piediluco questo è un riconoscimento alla salubrità del posto ed alle ideali condizioni che questo lago, dalla sua forma così scomposta, che ricorda quelli alpini, garantisce per le regate di canottaggio. Per questi motivi nel 1980 lo specchio d'acqua umbro, che ha come simbolo naturale la superba montagna dell'Eco che deve il suo nome alla sua capacità di rimandare un'eco composta di ben due endecasillabi, fu sede del Match Des Seniores - attuale Campionato del Mondo Under 23 - e nel 1982 sede dei Campionati del Mondo Juniores.

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: comunicazione&[email protected]

Torna indietro