74ª HEAD OF THE RIVER RACE, FIAMME GIALLE SECONDE A 3”19 DAGLI INGLESI DEL LEANDER
QUARTA L’ANIENE CHE HA CORSO CON I COLORI DELL’IMPERIAL COLLEGE
Gli altri armi italiani: Cus Pavia 26°, Olimpica Salerno 176°, Varese 304°, Lario 335°

LONDRA, 25 marzo – Fiamme Gialle: un secondo posto che vale moltissimo, nella regata più famosa al mondo cui hanno preso parte ben 420 otto ed alla quale, dalle sponde dal Tamigi, hanno assistito oltre 40 mila spettatori. Nella leggendaria Head of the River Race che si è corsa oggi, l’ammiraglia dei finanzieri ha così migliorato il terzo posto del 2005 ed ha dovuto arrendersi di misura, per soli 3”19 su 7 mila metri del percorso,  all’equipaggio inglese Leander I, campione uscente, che aveva a bordo il meglio del remo britannico: tre campioni del mondo in carica sul quattro senza (Williams, Reed, Partridge); due atleti dell’otto (Stallard, Egington) e due del quattro di coppia (Rowbotham, Langridge), rispettivamente quarto e settimo ai campionati iridati assoluti 2005 di Gifu (Giappone); e Garbett, che l’anno scorso faceva parte dell’otto piazzatosi ottavo ai Mondiali under 18 di Brandenburg (Germania).
Al quarto posto della classifica generale, un altro equipaggio italiano: quello dell’Aniene formato quasi per intero dai viceiridati in carica nella specialità, che correva però con i colori dell’Imperial, uno dei più famosi ed esclusivi College di Londra.
Questi i piazzamenti delle altre barche italiane che hanno preso parte alla regata: Cus Pavia 26°, Olimpica Salerno 176°, Canottieri Varese 304°, Lario Sinigaglia Como 335°
Le Fiamme Gialle e l’Imperial/Aniene hanno vinto rispettivamente l’Overseas Entrants Trophy, assegnato all’equipaggio non inglese primo classificato, ed il Vernon Trophy.

E’ stata come sempre una gara avvincente ed emozionante dall’inizio alla fine, condotta al cardiopalmo dai canottieri gialloverdi, partiti in terza posizione – la formula di questa regata prevede che l’ordine delle partenze avvenga in base al piazzamento dell’anno prima - che avevano come riferimento l’equipaggio dell’Imperial College I/Aniene, partito secondo dietro ai campioni uscenti del Leander, e finito quarto a circa  10” dalle Fiamme Gialle.
Subito dopo il via i tre armi sono schizzati in avanti imprimendo alla gara ritmi assai elevati; ai primi 2 mila metri il Leander transitava già con un vantaggio di circa 5” sull’Imperial/Aniene e sulle Fiamme Gialle, assai vicini fra loro. Situazione, questa, che rimaneva invariata fino a 2500 metri dall’arrivo quando il timoniere dei finanzieri Vincenzo Di Palma chiamava l’attacco che permetteva all’equipaggio di accorciare le distanze dalle due barche che gli erano davanti. Il Leander I si produceva però in un rush decisivo che gli permetteva di confermarsi campione con un leggero vantaggio sull’otto gialloverde che concludeva al secondo posto superando nel finale l’armo dell’Imperial College/Aniene che poco prima del traguardo cedeva anche la terza piazza al Molesey I.

L’ordine di arrivo
1º Leander I
(Tony Garbett, Steve Rowbotham, Matthew Langridge, Rick Egington, Peter Reed,Tom Stallard, Alex Partridge, Steve Williams, timoniere Stephanie Richards) 17’28”50; 2º Fiamme Gialle (Catello Amarante, Sergio Canciani, Dario Lari, Simone Venier, Alessio Sartori, Luca Agamennoni, Paolo Loriato e Matteo Stefanini) 17’31”69; 3º Molesey I 17’39”10; 4º Imperial College/Aniene 17’41”63; 26° Cus Pavia 18’30”29; 176° Olimpica Salerno 19’41”75; 304° Canottieri Varese 20’41”38; 335 Canottieri Lario Sinigaglia Como 21’30”11.

Domani, sullo stesso percorso di 7 km, si disputerà la 24ª “Veterans' Head Of The River Race”, regata internazionale riservata agli otto della categoria Master cui sono iscritte 4 imbarcazioni italiane, in rappresentanza delle società romane Tevere Remo (2 equipaggi) e Aniene e della Cerea Torino.

(Nelle foto: l'otto delle Fiamme Gialle e una panoramica di barche impegnate nella Head of the River - per ingrandire cliccare sulle immagini)


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail' comunicazione&[email protected]

Torna indietro