Risultati 3° giornata - 17 giugno 2006

Ore 10.12 - FINALE SINGOLO MASCHILE
01 singolo senior.jpgParte bene Campbell che passa primo ai 500 metri con ben 2"46 di vantaggio sul neozelandese che cerca di contenere lo svedese Karonen. A metà gara è ancora la Gran Bretagna a fare il ritmo con posizioni invariate rispetto alla prima frazione mentre Hacker è 5° a 6"57 di distacco dal leader della gara. Al passaggio dei 1500 metri Drysdale balza al comando mentre Campbell è costretto ad inseguire tallonato dal tedesco che nel frattempo aveva ricuperato le due posizioni che lo allontanavano dal podio. Sul finale è uno show per il neozelandese che taglia il traguardo davanti a Campbell e Hacker.
1. NUOVA ZELANDA (Mahe Drysdale) 6'39"12, 2. GRAN BRETAGNA1 (Alan Campbell) 6'41"82, 3. GERMANIA (Marcel Hacker) 6'44"70, 4. SVEZIA (Lassi Karonen) 6'46"34, 5. NORVEGIA (Olaf Tufte) 6'46"51, 6. ARGENTINA (Ariel Suarez) 7'04"19

Ore 10.36 - FINALE DUE SENZA SENIOR UOMINI
02 due senza senior.jpgPartenza velocissima dell'equipaggio di Germania2 seguito da Australiani e Neozelandesi che si alternano nelle prime tre posizioni. Il passaggio ai primi 500 metri vede ancora la Germania di Broer e Flach ancora in testa. A metà gara sono gli australiani a transitare al comando con mezza barca di distacco sui tedeschi di Germania2 che paiono accusare la partenza veloce mentre si fa sotto la Germania1. Ma sono gli aussie a rimanere al comando con una passata in acqua efficace ed ai 1500 aumentano ancora il distacco sugli avversari. Intanto l'equipaggio tedesco di Germania 1 viene superato con un allungo dai serbomontenegrini. Sul traguardo l'Australia vince con tre quarti di barca sull'equipaggio di Goran Jagar, Nikola Stojic (2°), mentre la Germania1 di Jochen Urban, Andreas Penkner deve contentarsi del 3° posto.
1. AUSTRALIA1 (Drew Ginn, Duncan Free) 6'22"15, 2. SERBIA & MONTENEGRO1 (Goran Jagar, Nikola Stojic) 6'24"15, 3. GERMANIA1 (Jochen Urban, Andreas Penkner) 6'25"02, 4. CINA (Yongquiang Zhang, Xiangdang Wang) 6'29"84, 5. NUOVA ZELANDA (Nathan Twaddle, George Bridgewater) 6'30"67, 6. GERMANIA2 (Jan-Martin Broer, Matthias Flach) 6.35"31

Ore 10.48 - FINALE DOPPIO SENIOR DONNE
Eccellente prova dell'equipaggio neozelandese che, sin dalle prime palate, ha sempre fatto l'andatura trascinandosi dietro le due barche australiane. Finale al cardiopalma per le tre imbarcazioni con la Nuova Zelanda proiettata a tagliare il traguardo incalzata fino alla fine da Australia 2 e Australia 1, rispettivamente 2° e 3°.
1. NUOVA ZELANDA (Georgina Evers-Swindell, Caroline Evers-Swindell) 6'42"96, 2. AUSTRALIA2 (Dana Faletic, Sally Kehoe) 6'44"16, 3. AUSTRALIA1 (Catriona Sens, Sonia Mills) 6'44"28, 4. CINA3 (Qin Li, Liang Tian) 6'45"46, 5. GRAN BRETAGNA (Annie Vernon, Anna Bebington) 6'51"82, 6. UCRAINA (Yana Dementieva, Natalia Ryzhkova) 6'55"38

Ore 11.00 - FINALE DOPPIO SENIOR UOMINI
03 doppio se.jpgL'equipaggio francese stupisce tutti e vince l'oro in coppa del mondo sotto una pioggia scrosciante. Per le altre posizioni, invece, c'è voluto il fotofinish che ha decretato il secondo posto ai Campioni del Mondo Spik e Cop per soli 13 centesimi sull'equipaggio britannico. Davvero una prova eccellente in questa specialità dalle prime quattro imbarcazioni piombate sul traguardo quasi all'unisono.
1.FRANCIA (Jean-Baptiste Macquet, Adrien Hardy) 6'03"25, 2. SLOVENIA (Luka Spik, Iztok Cop) 6'04"44, 3. GRAN BRETAGNA (Matthew Wells, Stephen Rowbotham) 6'04"57, 4. UNGHERIA (Akos Haller, Tibor Peto) 6'04"82, 5. GERMANIA (Rene Bertram, Robert Sens) 6'05"76, 6. UCRAINA1 (Kostyantyn Zaitsev, Hennadii Zakharchenko) 6'14"93

Ore 11.12 - FINALE QUATTRO SENZA SENIOR
04 4 senza1.jpgUna Gran Bretagna imprendibile ha segnato in maniera indelebile questa seconda prova di coppa del mondo. Sempre prima fin dalle prime palate ha vinto la gara con 3"11 di vantaggio sulla Slovenia che ha tallonato gli inglesi durante tutto il percorso. Al terzo posto gli all blacks con un distacco di due barche e mezzo dalla Gran Bretagna.
1. GRAN BRETAGNA (Alex Partridge, Steve Williams, Peter Reed, Andrei Triggs Hodge) 5'44"92, 2. SLOVENIA (Rok Kolander, Tomaz Pirih, Miha Pirih, Matej Prelog) 5'47"81, 3. NUOVA ZELANDA (Hamish Bond, Carl Meyer, Selwyn Cleland, Eric Murray) 5'51"07, 4. REPUBBLICA CECA (Jan Gruber, Jakub Zof, Jr Milan Bruncvik, Jr Karel Neffe) 5'91"93, 5. IRLANDA1 (Cormac Folan, Sean Jacob, Con Collins, Alan Martin) 5'56"22, 6. POLONIA (Lukasz Kardas, Jaroslaw Godek, Wojciech Kowacic, Dawid Paczes) 6'02"52

Ore 11.36 - FINALE DOPPIO PESI LEGGERI UOMINI
02 doppio PL.jpgSi staccano bene gli azzurri dai barchini e nei primi 500 metri sono a ridosso dei danesi che passano per primi mentre gli azzurri hanno un ritardo su di loro di 32" centesimi. A metà gara Luini e Miani accusano un ritardo di 1"24 sui danesi che continuano a fare da battistrada mantenendo un regime di colpi nettamente più alto dei nostri atleti. Ai 1300 metri Luini e Miani attaccano ma ai 1500 metri accusano un ritardo di 2"42 sulla Danimarca che sembra imprendibile. Sul finale i danesi allungano ancora e chiudono davanti al doppio azzurro con quasi quattro secondi di vantaggio.
1. DANIMARCA (Mads Rasmussen, Rasmus Quist) 6'13"52, 2. ITALIA (Elia Luini, Marcello Miani) 6'17"04, 3. GRAN BRETAGNA (James Lindsay-Fynn, Mark Hunter) 6'19"92, 4. AUSTRALIA (Tom Gibson, Sam Beltz) 6'21"62, 5. CUBA (Yunior Perez, Eyder Batista) 6'24"00, 6. PORTOGALLO (Nuno Mendes, Pedro Fraga) 6'31"17

Ore 11.48 - FINALE QUATTRO SENZA PESI LEGGERI UOMINI
05 4 senza PL.jpgIl sorprendente equipaggio egiziano balza subito al comando e passa primo nella prima frazione seguito da Irlanda e Australia. A metà gara l'Irlanda balza al comando tallonata dall'Egitto deciso a restare tra le prime tre, che deve tenere conto però degli attacchi australiani che si concretizzano solo negli ultimi 300 metri, quando con un serrate entusiasmante risalgono dal 4° posto dove erano piombati dopo i 1500 metri e si piazzano al secondo posto dietro all'Irlanda che vince la gara. 3° l'Egitto.
1. IRLANDA (Gearoid Towey, Eugene Coakley, Richard Archibald, Paul Griffin) 5'55"23, 2. AUSTRALIA (Tim O'Callaghan, Michael McBryde, Ben Cureton, Todd Skipworth) 5'56"70, 3. EGITTO (Amin Amin, Ahmed Gad, Hossam Azouz, Abd el Razek Ibrahim) 5'56"80, 4. GERMANIA (Stefan Mlecko, Joel El-Qalqili, Axel Schuster, Bastian Seibt) 5'57"22, 5. GRAN BRETAGNA (Matt Beechey, Daniel Harte, Paul Mattick, James Clarke) 5'57"62, 6. CINA (Zhongming Huang, Yu Shuang, Li nZhang, Jun Tian) 5'59"90

Ore 12.12 - FINALE QUATTRO DI COPPIA SENIOR UOMINI
03 4 di coppia.jpgGrande festa sugli spalti per la vittoria del quattro di coppia polacco. Una formazione davvero amalgamata che non ha dato spazi agli avversari. I polacchi transitano primi a 500 metri dalla partenza con un secondo e 21 di vantaggio sulla Francia e a 2"7 dalla Repubblica Ceca, aumentando il distacco a metà percorso con la Repubblica Ceca passata in seconda posizione mentre l'equipaggio francese è terzo. La stessa situazione si presenta ai 1500 metri ma la Polonia ha un vantaggio incolmabile anche se la Francia imprime un ritmo maggiore di colpi e soffia il secondo posto ai cechi riducendo anche il distacco dai polacchi che tagliano il traguardo facendo registrare il tempo di 5'37"31 con vento a favore.
1. POLONIA (Konrad Wasielewski, Marek Kolbowicz, Michal Jelinski, Adam Korol) 5'37"31, 2. FRANCIA (Jonathan Coeffic, Cedric Berrest, Julien Bahain, Jean-David Bernard) 5'39"64, 3. REPUBBLICA CECA (Tomas Karas, Jr Vaclav Chalupa, Jr Milan Dolocek, David Jirka) 5'39"68, 4. UCRAINA1 (Volodymyr Pavlovskyi, Sergiy Biloushchenko, Dmytro, Sergiy Gryn) 5'40"73, 5. BIELORUSSIA (Kiryl Lemiashkevich, Dzianis Mihal, Stanislau Shcharbachenia, Aliaksandr Novikau), '44"41, 6. AUSTRALIA (Chris Morgan, Peter Hardcastle, Craig Jones, David Crawshay) 5'47"43

Ore 12.36 - FINALE OTTO SENIOR UOMINI
01 otto.jpgSensazionale gara delle ammiraglie con la Bielorussia, finalista a Monaco, che balza subito al comando e transita in prima posizione, ai 500 metri iniziali, davanti ad un'Australia in rimonta per soli 31 centesimi e con la Romania a 60 centesimi. A meta gara l'Australia, terza a Monaco passa al comando mentre la Bielorussia è seconda a 57 centesimi e la Romania terza a 80 centesimi. Più attardata la Polonia mentre sono già fuori dalle prime tre posizioni Germania e Cina. Ai 1500 metri l'Australia si presenta prima con un distacco di ben 3"77 dalla Bielorussia che nel frattempo aveva ceduto la seconda posizione alla Romania. Gli ultimi 500 metri sono il palcoscenico di un grande spettacolo di canottaggio mondiale con l'Australia che si appresta a vincere con 5'21"21 (vento a favore) mentre la Bielorussia riagguanta la seconda posizione ai danni della Romania terza sul traguardo.
1. AUSTRALIA 5'21"21, 2. BIELORUSSIA 5'24"42, 3. ROMANIA 5'25"12, 4. POLONIA 5'28"37, 5. GERMANIA 5'29"50, 6. CINA 5'29"95.

Torna indietro