News

In Francia, domani, gran finale per il canottaggio Para-Rowing

venerdì 20 Giugno 2014

In Francia, domani, gran finale per il canottaggio Para-Rowing

AIGUEBELETTE, 20 giugno 2014 – Domani in Savoia, sulle acque del lago francese di Aiguebelette, gran finale della Regata Internazionale per la nazionale azzurra Para-Rowing che disputerà le regate per le medaglie con due barche: il singolo AS Maschile di Fabrizio Caselli (SC Firenze), giunto al primo posto nel recupero odierno, e il quattro con LTA Misto di Lucilla Aglioti (CC Aniene), Valentina Grassi (CC Roma), Tommaso Schettino (CC Aniene), Omar Airolo (C Gavirate), timonato dal mitico timoniere del due con dei Fratelli Carmine e Giuseppe Abbagnale: Giuseppe “Peppiniello” Di Capua (CN Stabia). Nulla da fare per il singolo AS femminile di Eleonora De Paolis (CC Napoli) che, non avendo superato i recuperi, disputerà, alle 17.20, la finale B (dal 7° al 12° posto).

Nelle immagini: Fabrizio Caselli; il quattro con LTA azzurro.

I RISULTATI

SINGOLO AS MASCHILE  - primo recupero (i primi due in finale gli altri in finale B): 1. Bielorussia (Dzmitry Ryshkevich) 5:23.98, 2. Germania (Johannes Schmidt) 5:28.01, 3. Brasile (Luciano Luna De Oliveira) 5:30.29, 4. Polonia1 (Leszek Niewiarowski) 5:54.47, 5. Ungheria (Szabolcs Nemeth) 6:24.52. Secondo recupero: 1. Italia (Fabrizio Caselli-SC Firenze) 5:18.64, 2. Olanda (Alexander Van Holk) 5:43.21, 3. Estonia (Tonis Vihmand) 5:54.09, 4. Irlanda (Thomas Kelly) 6:06.18, 5. Polonia2 (Jerzy Kulik) 6:22.36
 
SINGOLO AS FEMMINILE - primo recupero (i primi due in finale gli altri in finale B): 1. Gran Bretagna (Rachel Morris) 6:00.32, 2. Ucraina (Alla Lysenko) 6:06.37, 3. Svizzera (Ursula Schwaller) 6:17.47, 4. Polonia (Paulina Szmajda) 7:04.03, 5. Ungheria (Monika Lengyel) 7:34.98. Secondo recupero: 1. Brasile (Claudia Santos) 6:06.73, 2. Israele (Moran Samuel) 6:10.64, 3. Italia (Eleonora De Paolis-CC Napoli) 6:40.87, 4. Olanda (Adriana Quirijns) 6:59.61.

LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.