News

Lucerna: Risultati e Resoconti BATTERIE

giovedì 11 Luglio 2013

Lucerna: Risultati e Resoconti BATTERIE

LUCERNA, 12 luglio 2013 – Gli oltre quattrocento atleti stamani sono arrivati sul lago trovando condizioni perfette con cielo terso e una temperatura intorno ai 14° (prevista per la giornata la temperatura massima intorno a 27°). Il programma delle regate prevede l’inizio alle 9, mentre la prima gara per l’Italia è prevista alle 9.18 con la terza batteria del due senza pesi leggeri formato da Francesco Schisano, e Vincenzo Serpico (CN Stabia). L’ultima gara della prima tornata di eliminatori per gli azzurri è prevista per le 13.54 con la seconda batteria dell’otto senior.

OTTO MASCHILE (il primo in finale gli altri ai recuperi)
prima batteria: 1. Usa (Ian Silveira, Ross James, Nareg Guregian , Austin Hack, Glenn Ochal, Stephen Kasprzyk, Thomas Dethlefs, Thomas Peszek, Zachary Vlahos) 5.27.29, 2. Gran Bretagna1 (Tom Ransley, Daniel Ritchie, Pete Reed, William Satch, Mohamed Sbihi, Alex Gregory, George Nash, Andrew Triggs-Hodge, Phelan Hill) 5.31.38, 3. Olanda (Sjoerd De Groot, Ruben Knab, Gerbren Spoelstra, Thomas Doornbos,Vincent Van Der Want, Boudewijn Roell, David Kuiper , Govert Viergever, Peter Wiersum) 5.34.92, 4. Francia ( Sebastien Lente, Benoit Brunet, Benoit Demey, Matthieu Androdias, Jean-Baptiste Macquet, Thibaut Verhoeven , Benjamin Lang, Julien Despres, Benjamin Manceau) 5.36.91
seconda batteria: La corazzata tedesca detta il ritmo alla gara delle ammiraglie con l’Italia che transita quarta a 500 metri. Le posizioni non mutano a metà gara con le barche la Germania sempre prima con un buon vantaggio sugli inseguitori. Sul traguardo la Germania vince e passa in finale con poco più di due secondi sulla Polonia che nella ultime palate supera la Gran Bretagna. Italia quarta e deve sostenere i recuperi. 1. Germania (Maximilian Munski , Hannes Ocik, Maximilian Reinelt, Felix Drahotta, Anton Braun, Kristof Wilke , Richard Schmidt,Eric Johannesen, Martin Sauer) 5.31.80, 2. Polonia (Zbigniew Schodowski, Michal Szpakowski, Marcin Brzezinski, Piotr Hojka, Mikolaj Burda, Piotr Juszczak, Krystian Aranowski, Rafal Hejmej, Daniel Trojanowski) 5.31.80, 3. Gran Bretagna2 (Matthew Gotrel, Colin Williamson, Nicholas Middleton, Philip Congdon, Oliver Cook, John Collins, Mason Durant, Lance Tredell, Henry Fieldman), 5.32.32, 4. Italia Leopoldo Sansone (CRV Italia), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Domenico Montrone (Fiamme Gialle), Vincenzo Abbagnale (CN Stabia), Sergio Canciani (Fiamme Gialle), Vincenzo Capelli (CC Aniene), Andrea Caianiello (Fiamme Oro), Andrea Tranquilli (Fiamme Gialle), Gianluca Barattolo-timoniere (Marina Militare) 5.38.11

DOPPIO SENIOR MASCHILE (il primo in finale gli altri ai recuperi)
prima batteria: 1. Germania (Eric Knittel, Stephan Krueger) 6.11.99, 2. Lituania (Mindaugas Griskonis, Saulius Ritter) 6.12.92, 3. Gran Bretagna (Bill Lucas, Matt Langridge) 6.18.36, 4. Serbia (Marko Marjanovic, Aleksanda Filipovic) 6.18.63, 5. Argentina (Ariel Suarez, Cristian Rosso) 6.19.44, 6. Danimarca (Frank Steffensen, Sophus Johannesen) 6.25.35
seconda batteria: Battisti e Fossi non riescono a partire velocemente e pagano col quarto posto alla prima frazione in una gara condotta dalla Norvegia fino a mille metri. A metà percorso la barca azzurra guadagna una posizione ma sempre troppo distante dall’unica posizione valida per l’accesso diretto alla finale che, nel frattempo, è passata alla Nuova Zelanda che taglia il traguardo prima, seguita da Norvegia e Italia che vanno ai recuperi. 1. Nuova Zelanda (Michael Arms, Robert Manson) 6.14.33, 2. Norvegia (Jakob Hoff Nils, Kjetil Borch) 6.24.12, 3. Italia (Romano Battisti, Francesco Fossi-Fiamme Gialle) 6.31.98, 4. Slovenia (Gasper Fistravec, Jernej Markovc) 6.36.91, 5. Canada (Michael Harowicz, Josh Morris) 6.45.20

QUATTRO DI COPPIA FEMMINILE (il primo in finale gli altri ai recuperi)
prima batteria
: 1. Germania (Annekatrin Thiele, Carina Baer, Julia Richter, Britta Oppelt) 6.23.78, 2. Olanda1 (Wianka Van Dorp, Lisa Scheenaard, Sophie Souwer, Nicole Beukers) 6.26.50, 3. Australia (Rebekah Hooper, Jessica Hall, Madeleine Edmunds, Olympia Aldersey) 6.2.87, 4. Bielorussia (Katsiaryna Shliupskaya, Hanna Nakhayeva, Tatsiana Kukhta, Anastasiya Fadzeyenka) 6.28.69, 5. Nuova Zelanda (Sarah Gray, Georgia Perry, Genevieve Armstrong, Erin-Monique Shelton) 6.30.89, 6. Canada (Katharine Goodfellow, Rosanne Deboef, Alyssa Weninger, Antje Von Seydlitz-Kurzbach) 6.32.36
seconda batteria
: E’ la Polonia a dettare le regole di ingaggio in questa gara che sembra, almeno per metà gara, nelle sue braccia. La barca italiana è terza dietro alle statunitensi decise a lottare per la prima posizione, l’unica valida per l’accesso in finale. Ma sono sempre Polonia e USA a darsi battaglia fin sulla linea del traguardo con il successo dei polacchi, mentre l’Italia si piazza al terzo posto. Italia ai recuperi. 1. Polonia (Sylwia Lewandowska, Joanna Leszczynska, Magdalena Fularczyk, Natalia Madaj) 6.16.26, 2. USA (Esther Lofgren, Kara Kohler, Zsuzsanna Francia, Adrienne Martelli) 6.18.87, 3. Italia (Laura Schiavone-Cc Irno, Giada Colombo-Sc Tritium, Sara Magnaghi-Sc Moltrasio, Gaia Palma-Sisport Fiat) 6.24.96, 4. Gran Bretagna (Caragh Mcmurtry, Monica Relph, Rosamund Bradbury, Kristina Stiller) 6.28.62, 5. Danimarca (Mette Petersen, Hedvig Rasmussen, Anne Andersen, Lisbet Jakobsen) 6.29.03, 6. Olanda2 (Nikola Tolev, Nienke Van Hoogenhuijze, Rianne Sigmond, Marie-Anne Frenken) 6.34.05

QUATTRO SENZA PESI LEGGERI MASCHILE (i primi due in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: Partenza lenta della barca azzurra che subisce il ritmo imposto alla regata dai francesi e passa ai 500 metri addirittura sesta. A metà gara riesce a risalire di posizione si attesta al quarto posto. Ma gli azzurri sono in rimonta e a 1500 metri sono terzi dietro a Olanda e Francia. Sul finale, mentre l’Olanda continua la sua corsa vittoriosa verso il traguardo, alle sue spalle si scatena la lotta tra Italia e Francia e sono i transalpini ad avere la meglio sull’armo azzurro per soli 55 centesimi. Italia ai recuperi. 1. Olanda (Arnoud Greidanus, Joris Pijs, Bjorn Van Den Ende, Timothee Heijbrock) 5.58.03,2. Francia (Franck Solforosi, Guillaume Raineau, Augustin Mouterde, Thomas Baroukh) 5.59.34, 3. Italia (Stefano Oppo-Sc Firenze, Paolo Di Girolamo-Fiamme Gialle, Guido Gravina-RCC Cerea, Giorgio Tuccinardi-Forestale) 5.59.89, 4. Sud Africa (Michael Voerman , James Thompson, John Smith, Lawrence Ndlovu) 6.10.10, 5. Giappone (Takahiro Suda, Yu Kataoka, Yoshinori Sato, Hiroshi Nakano) 6.14.79, 6. Messico (Hugo Carpio Garcia, Omar Tejada Rios, Alberto Arriaga Jose, Omar Lopez Leriche) 6.21.27
seconda batteria: 1. Nuova Zelanda (James Lassche, James Hunter, Simon Taylor, Curtis Rapley) 6.02.18, Polonia (Lukasz Pawlowski, Przemyslaw Borchardt, Tomasz Zagorski, Pawel Cieszkowski) 6.04.51, 3. Repubblica Ceca (Jan Vetesnik, Ondrej Vetesnik, Jiri Kopac, Miroslav Vrastil Jr) 6.07.30, 4. USA (Anthony Fahden, William Daly, Robert Duff Jr, Robin Prendes) 6.07.75, Germania (Yannic Corinth, Lars Wichert, Matthias Arnold, Jost Schoemann-Finck) 6.20.99
terza batteria: 1. Danimarca (Kasper Winther, Jacob Larsen, Jacob Barsoe, Morten Joergensen) 5.58.49, 2. Gran Bretagna (Adam Freeman-Pask, William Fletcher, Jonathan Clegg, Chris Bartley) 6.05.07, Austria (Alexander Chernikov, Dominik Sigl, Florian Berg, Joschka Hellmeier) 6.13.71, Brasile (Thiago Almeida, Marcos Alves De Oliveira, Celio Dias Amorim, Joao Medeiros Kubit) 6.16.34, 5. Canada (Rares Crisan, Brendan Hodge, Eric Woelfl, Graham Schenck) 6.30.86

QUATTRO DI COPPIA SENIOR MASCHILE (i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: E’ terza la barca azzurra nella prima frazione mentre la Croazia, argento olimpico, fa l’andatura seguita dalla Repubblica Ceca. A metà percorso le posizioni non cambiano ma gli equipaggi sono pressoché tutti sulla stessa linea. A 1500 metri l’Italia attacca per mettersi al sicuro e supera la barca ceca mentre a condurre è sempre la Croazia. Negli ultimi 500 metri l’Italia è seconda ma sul traguardo si lascia superare di una punta dalla Nuova Zelanda che, con un rush finale, aveva superato la Repubblica Ceca stremata da una gara di posizione che non è riuscita a mantenere. Italia in semifinale. 1. Croazia (David Sain, Martin Sinkovic, Damir Martin, Valent Sinkovic) 5.47.37, 2. Nuova Zelanda (Nathan Cohen, Fergus Fauvel, Nathan Flannery, Hayden Cohen) 5.51.22, Italia (Matteo Stefanini, Simone Venier, Simone Raineri-Fiamme Gialle, Luca Rambaldi-SC Padova) 5.51.98, 4. Repubblica Ceca (Martin Basl, Petr Ourednicek, Jakub Houska, Petr Buzrla) 6.02.73, Argentina (Martin Lasserre, Nicolas Silvestro, Santiago Fernandez, Brian Rosso) 6.03.81
seconda batteria: 1. Germania (Karl Schulze, Paul Heinrich, Lauritz Schoof, Tim Grohmann) 5.45.37, 2. Gran Bretagna (Jonathan Walton, Sam Townsend, Charles Cousins, Peter Lambert) 5.46.43, 3. Russia (Maksim Bashvatov, Nikita Morgachev, Maxim Zhemaldinov) 5.51.29, 4. Polonia (Dawid Grabowski, Konrad Wasielewski, Piotr Licznerski, Adam Wicenciak) 5.56.39, 5. Olanda (Dirk Uittenbogaard, Peter Van Schie, Thijs Van Luijk, Meindert Klem) 5.57.97
terza batteria
: 1. Estonia (Kaur Kuslap, Allar Raja, Sten-Erik Anderson, Kaspar Taimsoo) 5.51.38. 2. Canada (James Abbass, Michael Braithwaite, Kevin Kowalyk, Matthew Buie) 5.52.36, 3. USA (Thomas Graves, Samuel Stitt, Matthew Miller, William Cowles) 5.53.65, Australia1 (Kieran Kobelke, Thomas Swann, Nicholas Purnell, Alexander Belonogoff) 5.46.61, 5. Australia2 (Peter Koster, Timothy Cleary, Hamish Playfair, Michael Poulter) 5.59.52

QUATTRO SENZA SENIOR MASCHILE (i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: 1. USA (Grant James, Seth Weil, Henrik Rummel, Michael Gennaro) 5.54.71, 2. Bielorussia (Vadzim Lialin, Dzianis Mihal, Stanislau Shcharbachenia, Aliaksandr Kazubouski) 5.57.64, 3. Repubblica Ceca (Milan Dolecek Jr, Jan Pilc, Jakub Podrazil, Matyas Klang) 5.58.19, 4. Gran Bretagna (Alan Sinclair, Nathaniel Reilly-O’donnell, Scott Durant, Matthew Tarrant) 5.59.84,5. Brasile (Allan Bitencourt, Leandro Tozzo, Anderson Nocetti, Pedro Heinrique Meirelles) 6.22.10
seconda batteria: 1. Australia (William Lockwood, Alexander Lloyd, Spencer Turrin, Joshua Dunkley-Smith) 6.01.54, 2. Croazia (Branko Begovic, Vjekoslav Kolobaric 6.06.22, Marin Begovic, Ante Janjic), 3. Canada(Steven Vanknotsenburg, Will Crothers, Will Dean, Spencer Crowley) 6.07.76, 4. Norvegia (Bjoern-Jostein Singstad, Aleksander Berntsen, Hans-Gunnar Grepperud Eikeland, Cato Tohn Kris) 6.49.80
terza batteria: Buona la partenza della barca azzurra che le permette di fare l’andatura nella prima parte della gara con l’Olanda campione d’Europa a inseguire, mentre la Germania è terza. A metà gara l’Italia mantiene la prima posizione, ma i tedeschi con un attacco ingaggiano un punta a punta con l’Olanda. Ai 1500 metri azzurri ancora al comando con due secondi di vantaggio. Sul finale la nostra barca lascia passare l’Olanda che si produce in un serrate per andare a vincere. Italia in semifinale. 1. Olanda (Boaz Meylink, Kaj Hendriks, Mechiel Versluis, Robert Luecken) 5.55.05, 2. Italia (Matteo Lodo, Paolo Perino, Mario Paonessa, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle) 5.57.54, 3. Germania (Toni Seifert, Felix Wimberger, Malte Jakschik, Max Planer) 6.04.45, 4. Nuova Zelanda1 (Robert Kells, Adam Tripp, Tobias Wehr-Candler, Jade Uru) 6.09.98

DOPPIO PESI LEGGERI FEMMINILE (i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: 1. Olanda (Elisabeth Woerner, Maaike Head) 7.02.51, 2. Germania1 (Lena Mueller, Anja Noske) 7.07.30, 3. Svezia (Cecilia Lilja, Emma Fredh) 7.12.64, 4. Giappone (Eri Wakai, Atsumi Fukumoto) 7.28.25, 5. Indonesia (Wahyuni Wahyuni, Maryam Daimoi) 7.47.85
seconda batteria: 1. USA (Kristin Hedstrom, Kathleen Bertko) 6.59.50, 2. Nuova Zelanda (Julia Edward, Lucy Strack) 7.00.90, 3. Gran Bretagna (Kathryn Twyman, Imogen Walsh) 7.05.28, 4. Argentina (Clara Rohner Maria, Lucia Palermo) 7.18.66, Hong Kong (Yan Tai Ho, Hei Ng Wing) 7.34.93
terza batteria: Sono lente nella prima parte le azzurre che passano quarte ai 500 e con la Germania a condurre. Ma ai 750 metri parte l’attacco che le porta prime a metà gara, con la Germania crollata in terza posizione superata anche dalla Polonia. Ai 1500 metri è sempre l’Italia a condurre e sul finale le campionesse europee vincono la loro batteria con oltre tre secondi sulla Polonia seguita al terzo posto dalla Germania. Italia in semifinale. 1. Italia (Laura Milani, Elisabetta Sancassani-Fiamme Gialle) 7.04.24, 2. Polonia (Katarzyna Welna, Weronika Deresz) 7.07.45, 3. Germania2 (Wiebke Hein, Leonie Pless) 7.08.24, 4. Danimarca (Christina Pultz, Helene Olsen) 7.08.29

DOPPIO PESI LEGGERI MASCHILE ((i primi due in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: sono Francia e Italia a fare l’andatura nella prima metà di gara mentre le altre barche sono più attardate. A 1500 metri la Francia, finalista a Londra e campione europeo continua a condurre con gli azzurri saldamente in seconda posizione. Sul finale la Francia e l’Italia tagliano in solitario il traguardo. Italia in semifinale. 1. Francia (Stany Delayre, Jeremie Azou) 6.23.76, 2. Italia (Andrea Micheletti-Canottieri Gavirate, Pietro Ruta-Marina Militare) 6.28.76, 3. Argentina (Nicolai Fernandez, Miguel Mayol) 6.37.22, 4. Messico (Gerardo Sanchez Duran, Alonso Ramirez Rosales) 6.43.02, Indonesia (Ihram Ihram, Muhad Yakin) 6.47.20
seconda batteria: Gran Bretagna (Richard Chambers, Peter Chambers) 6.23.81, 2. Germania (Konstantin Steinhuebel, Lars Hartig) 6.27.90, 3. Olanda (Vincent Muda, Tycho Muda) 6.34.80, 4. Giappone (Yuki Ikeda, Yuta Hamada) 6.36.88, 5. Slovenia (Matevz Malesic, Rajko Hrvat) 6.49.20
terza batteria: 1. Grecia (Eleftherios Konsolas, Spyridon Giannaros) 6.27.14, 2. Polonia (Artur Mikolajczewski, Mariusz Stanczuk) 6.29.48, 3. Bulgaria (Vassil Vitanov, Zlatko Karaivanov) 6.35.90, 4. Russia (Jury Shchelokov, Ivan Kudryavtsev) 6.38.57. 5. Brasile1 (Roque Zimmermann, Ronald De Sousa Brito) 6.48.27
quarta batteria: 1. Norvegia (Kristoffer Brun, Are Strandli) 6.26.44, 2. Austria (Paul Sieber, Bernhard Sieber) 6.28.16, 3. Danimarca (Steffen Jensen, Henrik Stephansen) 6.30.44, 4. Brasile2 (Dego Nazario, Ailson Silva) 6.51.45

DUE SENZA SENIOR MASCHILE (i primi due in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: 1. Germania1 (Andre Sieber, Philipp Naruhn) 6.32.76, Sud Africa1 (Shaun Keeling, Lawrence Brittain) 6.37.49, 3. Germania2 (Bastian Bechler, Paul Schroeter) 6.48.71, 4. Argentina (Rodrigo Murillo, Joaquin Iwan) 6.59.10, 5. Polonia (Gutorski Wojciech, Godek Jaroslaw) 7.01.39.
seconda batteria: Partenza fulminea di De Vita e Palmisano che passano primi ai 500 metri inseguiti dalla Croazia e Serbia. A metà gara è la Serbia che passa in testa mentre la barca azzurra mantiene la seconda posizione fino alla fine con la Serbia che vince la batteria. Italia 2 in semifinale. 1. Serbia (Nenad Bedik, Nikola Stojic) 6.34.81, 2. Italia2 (Giuseppe De Vita, Andrea Palmisano-CC Aniene) 6.38.45, 3. Olanda (Hamburger Sjoerd, Steenman Mitchel) 6.45.13, 4. Croazia (Vitomir Cavrlj, Niksa Skelin) 6.51.23, 5. Francia2 (Julien Montet, Sigmund Verstraete) 6.54.68
terza batteria: L’Italia di Di Costanzo a Castaldo è prima a 500 metri frutto di una buona partenza con la Francia vicecampione olimpica subito dietro. Posizioni che rimangono invariate anche a 1000 metri, ma con gli aussie che tentano di rientrare. A 1550 metri è sempre l’Italia1 a condurre con Francia e Australia a inseguire. Sul finale l’Italia lascia passare la Francia che vince l’eliminatoria. Italia seconda, passa in semifinale. 1. Francia1 (Germain Chardin, Dorian Mortelette) 6.28.98, 2. Italia1 (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Matteo Castaldo-RYCC Savoia) 6.31.14, 3. Australia (Angus Moore, Alexander Hill) 6.44.51, 4. Messico (Patrick Loliger Salas, Leopoldo Tejada Rios) 6.48.87, 5. Bielorussia (Yauhen Aliakhnovich, Dzianis Suravets) 7.05.13
quarta batteria: 1. Nuova Zelanda (Eric Murray, Hamish Bond) 6.26.97, 2. Spagna (Alexander Sigurbjonsson Benet, Pau Vela Maggi) 6.34.70, 3. Sud Africa2 (David Hunt, Vincent Breet) 6.36.10, 4. USA (Michael Di Santo, Taylo Brown) 6.43.08, 5. Cile (Felipe Leal Atero, Oscar Vasquez Ochoa) 6.48.20

SINGOLO PESI LEGGERI FEMMINILE (I primi due in semifinale gli altri ai recuperi)
prima batteria: Sono l’Austria e la Nuova Zelanda a transitare ai primi 500 metri nelle due posizioni valide per l’accesso in semifinale, con Giulia Pollini terza ma in contatto con le due battistrada. A metà gara le posizioni non cambiano anche se l’azzurra tenta di ricuperare spazio sulla Nuova Zelanda. Nell’ultima parte l’azzurra non reagisce e preferisce risparmiare le forze per il recupero, mentre passano il turno l’Austria, prima, e la Nuova Zelanda, seconda. Italia quarta ai recuperi. 1. Austria (Michaela Taupe-Traer) 7.51.13, 2. Nuova Zelanda (Louise Ayling) 7.57.85, 3. Croazia (Helena Pavkovic) 8.07,27, 4.Italia (Giulia Pollini-CC Cernobbio) 8.10.97, 5. Danimarca (Marie Gottlieb) 8.14.59, 6. Messico (Lila Perez Rul) 8.16.20
seconda batteria: 1. Canada (Patricia Obee) 7.50.62, 2. Sud Africa (Ursula Grobler) 7.50.99, 3. Germania (Katja Ruegner) 8.14.60, 4. Giappone (Asumi Suehiro) 8.19.77, 5. Belgio (Evi Geentjens) 8.36.54
terza batteria: 1. Brasile (Fabiana Beltrame) 7.56.21, 2. Gran Bretagna (Ruth Walczak) 8.01.43, 3. Hong Kong1 (Man Lee Ka) 8.10.47, 4. Repubblica Ceca (Daniela Nachazelova) 8.25.21, 5. Hong Kong2 (Yin Lee Yuen) 8.27.98

DUE SENZA PESI LEGGERI MASCHILE (i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi)
terza batteria: Ottima la partenza della barca azzurra in testa sin dalle prime palate con gli inglesi incollati alle spalle. Primi alla prima frazione e ancora prima a metà gara con Gran Bretagna e Grecia nelle posizioni valide per il passaggio del turno, con la barca italiana a condurre con circa un secondo di vantaggio. Ai 1500 è ancora l’Italia a condurre anche se il risultato finale è già scontato per l’abbandono dalla lotta del Cile, mai pericoloso. Sul finale la barca azzurra si lascia sorprendere dal serrate di Gran Bretagna e Grecia che tagliano, rispettivamente prima e seconda. Italia in semifinale. 1. Gran Bretagna (Sam Scrimgeour, Mark Aldred) 6.44.03, 2. Grecia (Georgios Konsolas, Nikolaos Afentoulis) 6.44.45, 3. Italia (Francesco Schisano, Vincenzo Serpico-CN Stabia) 6.47.23, 4. Cile1 (Zbinden Felipe Oyarzun, Zbinden Fabian Oyarzun) 7.02.64
prima batteria: 1. Svizzera (Simon Niepmann, Lucas Tramer) 6.50.00, 2. Germania2 (Jannik Olsson, Konstantin Hermes) 6.53.16, 3. Cile2 (Cardenas Morales Felipe, Munoz Santibanez Rodrigo) 6.53.23, 4. Giappone (Hikaru Endo, Kosuke Mitsuoka) 6.53.56, 5. Austria (Michael Hager, Markus Lemp) 6.57.86
seconda batteria: 1. Spagna (Xavier Vela Maggi, Benet Daniel Sigurjorsson) 6.52.73, 2. Germania3 (Simon Barr, Hanns-Morten Noske) 6.57.74, 3. USA (Michael Wales, Tyler Nase) 7.03.09, Germania1 (Jan-Philipp Birkner, Christopher Herpel) 7.13.72, Indonesia (Arief Arief, Thomas Hallatu) 7.15.27

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL