News

Eton: Risultati e resoconti delle FINALI

venerdì 3 Agosto 2012

Eton: Risultati e resoconti delle FINALI

LONDRA, 03 agosto 2012 – All’indomani della grande impresa compiuta da Alessio Sartori e Romano Battisti nel doppio, è la volta di Niccolò Mornati e Lorenzo Carboncini, impegnati oggi a difendere i colori azzurri nella finalissima del due senza.
A seguito delle condizioni del campo di regata, fortemente segnato questa mattina dal vento, la FISA ha optato per la variazione delle corsie posizionando in acqua 5 e 6 i vincitori delle semifinali: il quattro di coppia gareggerà alle 11:40 in acqua 1, il due senza passa dalla corsia 5 alla 3.

Questi gli orari di gara degli azzurri: alle 11.40 la finale B del quattro di coppia (Stefanini, Fossi, Frattini, Raineri); alle 12.50 il due senza (Mornati e Carboncini).
 

FINALI A

Due senza Maschile
Buona partenza per Chardin e Mortelette che provano a staccarsi dagli altri cinque equipaggi. Il loro vantaggio su Niccolò Mornati e Lorenzo Carboncini, sesti dopo i primi 500 metri, è 2”97. Murray e Bond iniziano a macinare, passano proprio la Francia mentre gli azzurri sorpassano Australia e Canada. Mornati e Carboncini, ci credono: ai 1500 la Francia è vicinissima, a soli 53 centesimi. Ultimi 500 metri: ci prova ancora l’Italia, anche la Gran Bretagna è vicina, ma negli ultimi 300 metri le chiusure inglesi e francesi sono decisive. L’Italia non riesce a contrastarle. Grande prova di carattere per Niccolò e Lorenzo ma purtroppo non basta. ITALIA QUARTA

1) NZL (Eric Murray, Hamish Bond) 6’16″65; 2) FRA (Germain Chardin, Dorian Mortelette) 6’21″11; 3) GBR (George Nash, William Satch) 6’21″77; 4) ITA (Niccolo Mornati, Lorenzo Carboncini) 6’26″17; 5) AUS (James Marburg, Brodie Buckland) 6’29″28; 6) CAN (Dave Calder, Scott Frandsen) 6’30″49

Singolo Maschile

1) NZL (Mahe Drysdale) 6’57″82; 2) CZE (Ondrej Synek) 6’59″37; 3) GBR (Alan Campbell) 7’03″28; 4) SWE (Lassi Karonen) 7’04″04; 5) AZE (Aleksandar Aleksandrov) 7’09″42; 6) GER (Marcel Hacker) 7’10″21

Doppio Femminile

1) GBR (Anna Watkins, Katherine Grainger) 6’55″82; 2) AUS ( Kim Crow, Brooke Pratley) 6’58″55; 3) POL (Magdalena Fularczyk, Julia Michalska) 7’07″92; 4) CHN (Min Wang, Weiwei Zhu) 7’08″92; 5) NZL (Fiona Paterson, Anna Reymer) 7’09″82; 6) USA (Margot Shumway, Sarah Trowbridge) 7’10″54

Quattro di coppia Maschile

1) GER (Karl Schulze, Philipp Wende, Lauritz Schoof, Tim Grohmann) 5’42″48; 2) CRO (David Sain, Martin Sinkovic, Damir Martin, Valent Sinkovic) 5’44″78; 3) AUS (Christopher Morgan, Karsten Forsterling, James Mcrae, Daniel Noonan) 5’45″22; 4) EST (Andrei Jamsa, Allar Raja, Tonu Endrekson, Kaspar Taimsoo) 5’46″96; 5) GBR (Stephen Rowbotham, Charles Cousins, Tom Solesbury, Matthew Wells) 5’49″19; 6) POL (Konrad Wasielewski, Marek Kolbowicz, Michal Jelinski, Adam Korol) 5’51″74

 
FINALI B

Quattro di coppia Maschile
La barca di Matteo Stefanini, Francesco Fossi, Pierpaolo Frattini e Simone Raineri cerca il riscatto dopo l’eliminazione in semifinale. La partenza non è delle più veloci: 2”89 dall’Ucraina dopo i primi 500 metri, poi è la Russia a prendere il comando della regata poco prima dei 1000. Sul passo la Svizzera supera l’Italia e sino ai 1600 mantiene la quinta posizione. Nel finale crescono gli azzurri: sorpasso ai danni degli elvetici e chiusura a 45 centesimi dalla Francia. ITALIA UNDICESIMA

1) NZL (John Storey, Michael Arms, Matthew Trott, Robert Manson) 5’58″88; 2) RUS (Vladislav Ryabcev, Alexey Svirin, Nikita Morgachev, Sergey Fedorovtsev) 5’59″17; 3) UKR (Volodymyr Pavlovskyi, Kostiantyn Zaitsev, Sergii Gryn, Ivan Dovgodko) 6’01″23; 4) FRA (Benjamin Chabanet, Matthieu Androdias, Pierre-Jean Peltier, Adrien Hardy) 6’02″12; 5) ITA (Matteo Stefanini, Francesco Fossi, Pierpaolo Frattini, Simone Raineri) 6’02″57; 6) SUI (Florian Stofer, Nico Stahlberg, Andre Vonarburg, Augustin Maillefer) 6’04″37

Due senza Maschile

1) GER (Anton Braun, Felix Drahotta) 6’49″93; 2) USA (Thomas Peszek, Silas Stafford) 6’53″30; 3) GRE (Nikolaos Gkountoulas, Apostolos Gkountoulas) 6’53″69; 4) POL (Wojciech Gutorski, Jaroslaw Godek) 6’56″00; 5) NED (Nanne Sluis, Meindert Klem) 7’05″12; SRB (Nenad Bedik, Nikola Stojic) DNS

Doppio Femminile

1) CZE (Lenka Antosova, Jitka Antosova) 7’24″93; 2) NED (Inge Janssen, Elisabeth Hogerwerf) 7’29″57; 3) GER (Tina Manker, Stephanie Schiller) 7’33″32; 4) UKR (Anna Kravchenko, Olena Buryak) 7’36″65

Singolo Maschile

1) CUB (Angel Fournier Rodriguez) 7’11″17; 2) LTU (Mindaugas Griskonis) 7’15″32; 3) NOR (Olaf Tufte) 7’18″15; 4) ARG (Santiago Fernandez) 7’20″40; 5) CHN (Liang Zhang) 7’25″64; 6) BEL (Tim Maeyens) 7’27″51

 
Foto FISA: le foto sono liberamente scaricabili e si prega citare la fonte

 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL