News / Società

Doppio riconoscimento per il paralimpico biancorosso Marcaccini

venerdì 14 Dicembre 2012

Doppio riconoscimento per il paralimpico biancorosso Marcaccini

FIRENZE, 14 dicembre 2012 – La fine dell’anno spesso e volentieri si traduce nella consegna dei premi ai protagonisti della conclusa stagione sportiva, e in questo trionfale 2012 che sta volgendo al termine la Società Canottieri “Firenze” non può certo rimanere al di fuori del giro dei riconoscimenti.

E due tra i premi più prestigiosi assegnati a Firenze andranno proprio, tra gli altri, a uno dei grandissimi protagonisti dello straordinario 2012 biancorosso: Andrea Marcaccini.

La stagione agonistica finita ufficialmente per la Canottieri a metá ottobre con i Campionati Italiani in Tipo Regolamentare di Sabaudia ha visto il ventenne fiorentino giá abituato ai miracoli (tra i tanti, nel 2007 vinse il titolo mondiale Junior al timone del quattro con e conquistò il suo primo titolo italiano da vogatore come prodiere del quattro senza Ragazzi) raggiungere nuovi, strabilianti risultati.

Passi l’aver conquistato da capovoga i tricolori dell’otto Under 23 e di quello del Mare, ma quest’anno Marcaccini ha fatto di piú.

La storia ormai la conosce qualsiasi appassionato di canottaggio e dello sport fiorentino in generale. Ripercorriamo i fatti: Andrea Marcaccini nacque con una malformazione al polpaccio per la quale venne operato poche ore dopo la sua venuta al Mondo; l’episodio non ebbe mai ripercussioni particolari per la vita di Andrea, ma è stato bastevole, seguendo i criteri di classificazione della FISA, la federazione remiera internazionale, perché venisse classificato come Adaptive, ovvero appartenente alla categoria dei disabili che praticano il canottaggio.

Ad accorgersi della possibilitá sono stati in contemporanea il direttore tecnico della “Firenze” Luigi De Lucia e il Commissario Tecnico del settore, Paola Grizzetti, alla ricerca guarda caso del quarto uomo adatto a comporre il quattro con LTA che avrebbe dovuto tentare l’ingresso ai Giochi Paralimpici di Londra.

Da li, il passo é stato breve: a maggio Andrea é salito a capovoga del quattro con, e nella tappa di Coppa del Mondo di Belgrado ha contribuito alla qualificazione dell’imbarcazione per i Giochi londinesi.

Alle Paralimpiadi poi il quattro con azzurro, con Marcaccini passato nel frattempo dal primo al terzo carrello, è giunto quinto finale. Niente medaglia, ma resta questa storia miracolosa che tanto puó insegnare.

Per questo motivo Andrea sarà insignito lunedì 17 a Scarperia del premio “Le Velo – L’Europa per lo sport”, istituito nel 1997 da Riccardo Nencini. Con lui altri campioni, dall’argento olimpico nel tiro a segno Luca Tesconi all’azzurro di basket Daniel Hackett, passando per davide Cassani, ex professionista di ciclismo e oggi esemplare commentatore per la Rai.

Sabato 22 invece a Firenze, sarà la Provincia di Firenze a consegnare nelle mani del valoroso canottiere fiorentino la medaglia d’argento nell’ambito del premio Provincia per lo Sport 2012. In questo caso a consegnare il prestigioso riconoscimento a Marcaccini, nella cerimonia in programma alle ore 10 presso la Sala Giordano di Palazzo Medici Riccardi sarà direttamente l’assessore provinciale allo sport Sonia Spacchini.


Niccolò Bagnoli – Ufficio Stampa Società Canottieri “Firenze” –

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL