News / Società

Bene il quattro di coppia Junior della San Miniato a Piediluco

lunedì 26 Marzo 2012

Bene il quattro di coppia Junior della San Miniato a Piediluco

SAN MINIATO, 26 marzo 2012 – Luci ed ombre per la Canottieri San Miniato a Piediluco, dove sabato e domenica si è tenuto il primo Meeting Nazionale della stagione, al quale il circolo remiero con base sul lago di Roffia si è presentato con tre equipaggi, per un totale di sette atleti in gara.

Non ha deluso, dopo il successo nella regata Regionale casalinga di domenica 18 marzo, il quattro di coppia Junior di Michele Ferreli, Matteo Pergoli ed i gemelli Giulio e Lorenzo Bartali, impegnati in quella che da sempre è una delle specialità più competitive del programma.

I giallorossi del presidente Enzo Ademollo sono arrivati preparati all’appuntamento, e hanno saputo dire la loro tra i diciannove equipaggi in gara. Nelle qualificazioni (primi due in semifinale più gli otto migliori tempi a completare per l’ingresso in semifinale) il quadruplo samminiatese ha chiuso quarto alle spalle di CRV Italia, Timavo e Lago d’Orta, ma in quella che, cronometro alla mano, è stata la batteria più veloce del lotto, al punto che il quartetto giallorosso ha totalizzato il nono tempo complessivo, con il quale avrebbero tra l’altro vinto nettamente la quarta e ultima qualifica del programma.

In semifinale (primi quattro direttamente in finale) Ferreli, Pergoli ed i Bartali ripetono la quarta piazza delle qualificazioni chiudendo dietro a CRV Italia, Corgeno e al misto Mincio/Ravenna, bastevole tuttavia, grazie ai cinque secondi di vantaggio sul Lago d’Orta, per agguantare la finale (ancora più indietro Civitavecchia e Sebino Lovere).

In finale poi il quattro di coppia della San Miniato non va oltre l’ottavo posto (vince la Timavo su Lario e Gavirate), tuttavia i giovani samminiatesi tornano a casa con la conferma che la strada è quella giusta sulla quale si dovrà proseguire in vista del secondo Meeting Nazionale, previsto a Varese tra un mese.

Ombre invece, purtroppo, per l’unica giallorossa in gara, Giulia Campioni. Impegnata nel singolo Junior femminile contro altre venticinque coetanee, il Meeting di Piediluco era iniziato benissimo per Giulia, che in batteria aveva offerto una prova convincente: seconda dietro la portacolori del Padova per meno di tre secondi e direttamente qualificata alle semifinali con l’ottavo tempo assoluto.

Nel pomeriggio di sabato tuttavia un attacco febbrile ha colpito la sfortunata atleta samminiatese, che in semifinale è arrivata sesta, a nove secondi dal quarto posto che portava alla finale, occupato dalla rappresentante dell’Irno di Salerno. Nonostante l’essere debilitata tuttavia domenica Giulia non ha rinunciato a correre nella finale B, dove è arrivata sesta alle spalle di Varese, Speranza Prà, Tevere Remo, Aniene e Tritium.

Trasferta d’esperienza infine quella di Piediluco per il terzo equipaggio giallorosso in gara, il doppio Ragazzi di Dario Arzilli e Lorenzo Fiscella. Settimi nella propria batteria di qualificazione vinta dal Tremezzina sul Posillipo, Arzilli e Fiscella riescono a centrare la semifinale agguantando l’ultimo tempo a disposizione (il trentaduesimo su trentacinque iscritti); in semifinale il doppio della San Miniato chiude poi all’ottavo posto, senza pescare l’accesso né alla finale né alla finale B.

Esperienza fatta comunque, come era previsto, e adesso per tutti, da chi c’era a Piediluco a chi era rimasto a Roffia a lavorare (come Rebecca Corsoni, ai box per un problema al ginocchio, e Claudia Papenti, che ha ripreso l’attività da poco e dunque ancora un po’ in ritardo di condizione), non resta che mettere nel mirino il secondo appuntamento Nazionale di Varese, dove ci sarà posto per conferme e rivincite.

 

Ufficio Stampa Canottieri San Miniato


 

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL