News / Società

Special Olympics e tradizioni marinare. Il Palio di Livorno

mercoledì 27 Aprile 2011

Special Olympics e tradizioni marinare. Il Palio di Livorno

ROMA, 27 aprile 2011 – Sabato 16 aprile si è disputata nelle acque del porto una manifestazione remiera che ha coinvolto studenti di tutta Italia per il “Palio degli istituti Nautici” e i ragazzi con disabilità scesi in mare per gli Special Olympics, per quest’ultimi si trattava della prima volta con le tradizionali ‘gozzette’; insieme a loro personaggi doc di Livorno, come Vittorio Pasqui (presidente del Palio) e Gino detto “Falanga” (preparatore del campo di regata), entusiasti dell’esperienza. Partecipanti: società Tevere Remo, Polisportiva Spezzina (team vincitore), Missione Sportiva di Sarzana, Sportlandia Livorno (maschile e femminile). «Il nostro obiettivo – spiega il presidente Mauro Martelli – è usare lo sport per favorire la crescita personale, l’autonomia e la piena integrazione delle persone con disabilità intellettiva».

Ma veniamo al racconto di una dei partecipanti, Laura Patti, atleta partner della Tevere Remo di Roma:
“Emanuela Daniele (Manù), Simone Saponaro, Livia e Laura puntuali all’appello alla stazione sabato mattina…l’unico in ritardo era il treno!
Ma riusciamo ad arrivare a Livorno con solo 30 minuti di ritardo e via a mangiare con tutti gli altri atleti in un bel ristorante, dove ad attenderci c’era una tavolata lunghissima piena di ragazzi e ragazze intenti a far fuori piatti di pasta e pizza,beh, ci vuole energia per la gara!

Dopo pranzo ci avviamo verso le Cantine, con soffitto a volta, a ridosso del canale, molto suggestivo, li cambio in versione da gara e foto di rito.
La gara, o meglio, la manifestazione, si svolgeva nel porto di Livorno su imbarcazioni mai viste: il gozzetto livornese, una barca larga e pesante con 4 sedili, remi di punta ed un timoniere.Ottimo, non ci tiriamo di certo indietro di fronte ad una strana barca! Così, con Manù a capovoga, Laura, Livia e la potenza di Simone a chiudere la formazione iniziamo il percorso, bello remare in mare, ma che fatica!! Previsti due o tre giri di boa, tra gli applausi del pubblico rientriamo al molo. Stanchini, pesa il gozzetto livornese, ma soddisfatti. La soddisfazione però non finiva li, momenti emozionanti alla premiazione. Questa si è svolta all’interno di un tendone tricolore, gremito di persone, con un bel palco dove persone di spicco livornesi ci hanno “allietato” con i loro discorsi, quando noi avevamo i minuti contati per il treno di ritorno!

Ma la nostra pazienza è stata premiata: TEVERE REMO alla premiazione! Su per le scale, un podio grande tutto per noi e finalmente: la coppa meritatissima per i nostri atleti! Un portachiavi, applausi, foto, applausi e di corsa al treno di ritorno!
Una bella esperienza per i nostri temerari atleti Emanuela e Simone, che non si sono tirati indietro di fronte ad una alzataccia, doppio viaggio in treno e una gara in mare con una barca mai vista. Una bella esperienza anche per me e Livia, come sempre, ricca di bei momenti, risate e grandi soddisfazioni sportive.”
 

Marcello Ravoni
Ufficio stampa Team Special Olympics
Reale Circolo Tevere Remo

Nelle immagini: Il Team pronto per affrontare il Palio; Il ‘gozzetto livornese.  

Sponsor e Partner

Partner istituzionali

CONI
logo-comitato-italiano-paralimpico-1
ICS
INAIL