Glossario
 

ABBORDAGGIO - Quando due imbarcazioni si toccano, anche soltanto con i remi; può comportare squalifiche.

ACQUA - Nel vocabolario remiero è sinonimo di corsia.

ANGOLAZIONE
- Viene data dall’allenatore agendo sul perno dello scalmo per consentire la giusta immersione della pala.

ARMO
- È l’insieme delle attrezzature necessarie alla navigazione di una imbarcazione: con questo termine si indica il tipo di attrezzatura, il numero di alberi e la forma delle vele. Quando però è riferito ad una piccola imbarcazione a remi, può indicare l’equipaggio (armo di lancia) e talvolta anche il suo comandante, cioè il timoniere; in questa accezione, armo è il termine sportivo utilizzato nel canottaggio.

ATTACCO
- Il momento in cui il remo entra in acqua ed inizia la palata.

BARCHINO
- Attrezzatura singola o a pontile, usata per le partenze ancorate, con un ragazzo che tiene fino al via la poppa della barca.

CAPOVOGA
- L’atleta che siede al primo carrello (partendo da poppa) ed imprime il ritmo delle palate all’equipaggio.

CARRELLO
- È il sedile scorrevole (su piccole ruote inserite in due rotaie) che permette al vogatore di allungare notevolmente la palata in acqua.

CICLO DI VOGA
- L’intero giro del remo, dall’attacco all’uscita (palata) e di nuovo in attacco attraverso la ripresa.

COLLARE
- Accessorio del remo che ne evita lo scorrimento verso l’acqua; viene regolato a seconda delle condizioni meteo (vento ecc.) e del vogatore.

COLPO
- Sinonimo di palata; viene contato, durante la gara, il numero dei colpi al minuto con uno speciale cronometro.

COPPIA e PUNTA
- Nelle imbarcazioni di coppia ogni atleta manovra due remi; in quelle di punta uno solo, però più grande e lungo di quelli di coppia. Il nome punta deriva dal lungo remo con cui si muovevano un tempo le barche, puntandolo sul fondo del fiume.

DERIVA
- Pinna metallica posta sotto lo scafo e lungo la chiglia (solitamente accoppiata con il timone) che evita lo scarrocciamento dell’imbarcazione.

EMBARDEE
- Quando – per una cattiva immersione della pala o per un’onda – il remo rimane sott’acqua, facendo inclinare l’imbarcazione e rallentandone la marcia. In italiano si dice “prendere un pesce”.

FUORISCALMO
- Indica le imbarcazioni da gara di “tipo olimpico”, anche se oggi non tutte queste specialità fanno parte del programma dei Giochi.

IOLE
- Imbarcazione da mare o di tipo regolamentare, usata per particolari regate.

PARI e DISPARI
- Nelle imbarcazioni di punta sono dispari i vogatori che manovrano il remo posto alla loro destra; pari quelli che lo hanno a sinistra.

PEDALIERA
- Accessorio regolabile dell’imbarcazione in cui il canottiere infila i piedi e che – nelle specialità di punta senza timoniere – può essere munito di una scarpa mobile che governa il timone.

RIPRESA
- Quando l’atleta riporta il remo dall’uscita verso l’attacco.

SCALMIERA
- Detta anche “braccio”, è la prolunga metallica esterna all’imbarcazione sulla quale è inserito lo scalmo.

SCALMO
- La forcola in cui viene inserito (e bloccato da un ponticello superiore) il remo.

USCITA
- Quando il remo è estratto dall’acqua al termine della palata

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.