Sul lago di Schiffenen, in Svizzera, l'Italia, con Lombardia e Liguria, il 14 ottobre 2007 rivince il Trofeo COTRAO.
BRAVO AUX ITALIENS QUI ONT LARGEMENT SURCLASSÉS LES FRANÇAIS ET LES SUISSES !!!!

Non penso che il titolo abbia bisogno di traduzioni. E' la simpatica espressione con la quale Philippe Gaeng, Segretario della Association  Romande d'Aviron ci ha accompagnato la trasmissione dei risultati della forte squadra italiana, guidata dal presidente regionale lombardo Antonio Bassi e selezionata dai tecnici Giambattista Della Porta, Osvaldo Morganti e Giancarlo Romagnoli per la Lombardia e  Renzo Tacchini per la Liguria.
Questo il punteggio finale comunicato dagli organizzatori: 1. Italie du Nord p. 71, 2. Rhône-Alpes 55, 3. Suisse Latine 36. E in dettaglio viene così suddiviso tra le squadre partecipanti: 1. Lombardie p. 63, 2. Rhône-Alpes 55, 3. Romandie 33, 4. Ligurie 6, 5. Tessin 3, 6. Lombardie II 2, 7. Rhône-Alpes II s.p., 8. Romandie II s.p.
Per la Lombardia erano presenti equipaggi della Baldesio, Eridanea, Flora, Cus Milano, Sebino, Cus Pavia, Mincio, Tritium, Lario, Cernobbio, Menaggio, Moto Guzzi, La Sportiva Lezzeno, Lecco, Moltrasio, Varese, Gavirate, Ispra, Corgeno, Gernignaga, Monate e Luino. La Liguria era rappresentata da equipaggi della Canottieri Sanremo, che pur impegnata nell'organizzazione del Campionato Italiano di Coastal Rowing non ha voluto mancare a questo appuntamento sportivo.
Come emblematicamente evidenzia il titolo, gli equipaggi italiani hanno dominato la manifestazione ed ecco in sintesi il numero di vittorie: Lombardia 16, Liguria 2, il Dipartimento Rhône-Alpes 7 e gli organizzatori della Svizzera Romanda 2. E dove gli italiani non appaiono nel novero dei vincitori ecco i piazzamenti: Lombardia 9 argenti e 2 bronzi, Liguria 1 argento.
Come appare dai risultati ufficiali, alcuni vogatori hanno portato a termine due gare, con ottime prestazioni in entrambre e sul piano generale va sottolineato sia il risultato agonistico complessivo, che l'ottima fusione dei vari atleti negli equipaggi in formazione mista, ma anche la simpatica integrazione dei ragazzi di Sanremo con quelli delle società lombarde.
La delegazione italiana contava 102 persone, che hanno impegnato due pulmann, oltre ai due pulmini che trainavano i carrelli. Una organizzazione perfetta e con piena soddisfazione di tutti, anche di un gruppo di genitori che non ha voluto mancare a questa trasferta ricca di soddisfazioni. Messa a punto e allenamenti sul lago, battuto da una leggera brezza il sabato pomeriggio. Per le gare una domenica eccezionale, tempo sereno e acqua ideale per gareggiare, con una leggera nebbiolina ed un po' d'aria corroborante la mattina, e poi il sole, tutto molto gradevole. Il pernottamento del gruppo è avvenuto in una caserma dell'esercito svizzero, come di consuetudine per queste manifestazioni, in camerate da 10 posti, ambiente lindo ed accogliente. E tanto per non smentire il luogo in cui erano ospitati, i responsabili della squadra hanno organizzato anche “le ronde”, formate da Mondini, Bassi, Morganti e Calabrese. Non che ci fossero particolari preoccupazioni, ma era importante che i ragazzi si adeguassero ad una opportuna disciplina, perché la sveglia della domenica era col primo sole (infatti la prima gara era programmata alle 9).
L'accoglienza da parte degli organizzatori è stata ottima, un rapporto gentile e di alta considerazione sportiva per la comitiva italiana (alla quale alla fine non sono mancati i complimenti per il risultato). Anche la parte dedicata al cerimoniale pur ricalcando lo standard delle grandi competizioni era improntato ad un rapporto amichevole tra delegazioni, con cerimonie appropriate, culminate con uno scambio di doni tra le varie rappresentanze, il tutto immortalato dall'immancabile storico degli avvenimenti Claudio Cecchin, con la sua preziosissima fotocamera.
A manifestazione conclusa il presidente regionale Antonio Bassi non ha mancato di ringraziare la Commissione tecnica regionale per il prezioso lavoro di selezione ed impostazione degli equipaggi, gli allenatori societari coinvolti in questa iniziativa e le rispettive società per l'appoggio fornito. Ma anche un particolare ringraziamento è stato rivolto ai familiari degli atleti che ne hanno voluto seguire la trasferta, sia per l'appoggio che in genere danno ai loro ragazzi, ma anche per la calorosa attenzione riservata a tutti gli equipaggi in gara, cui sono stati generosi supporter sia che vincessero o che fossero piazzati. Ma oltre alla soddisfazione nei confronti di tutte queste persone che con il solo sostegno hanno tenuto alti i colori dell'Italia, il presidente Bassi si è anche complimentato per il comportamento generale della squadra dal punto di vista dell'educazione e della lealtà sportiva.
Un “bravo” a tutti, “bravò”, come si direbbe alla francese e via col pensiero ai prossimi cimenti, in preparazione dell'Anno olimpico 2008 e sull'onda del 120° della Federazione Italiana Canottaggio.

Ferruccio Calegari
Ufficio Stampa FIC Lombardia

RISULTATI GARE TROFEO COTRAO 2007
(percorso m. 1.500 – il riferimento delle categorie di gara è riportato nei termini del c.d.r. italiano.  La classifica del trofeo è stata determinata assegnando 3 punti al primo equipaggio ufficiale del raggruppamento nazionale classificato, 2 al secondo ed 1 al terzo. Ad esempio nel doppio jr. vinto da Liguria con Lombardia seconda, all'equipaggio lombardo non è stato assegnato  punteggio)


FEMMINILE RAGAZZE
Singolo: 1. Lombardia
(Giada Colombo, Tritium) 5'58”56; 2. Rhône-Alpes (Joyeux) 6'09”38; 3. Romandie (P. Maillard) 6'17”72;
Doppio: 1. Lombardia (Chiara Brioschi, Cus Milano – Manuela Tabacco, Moltrasio) 6'01”20; 2. Rhône-Alpes (Giraud – Santamaria) 6'10”86; 3. Romandie (L. Kaufmann – M.Ionanou) 6'12”73; 4. Rhône-Alpes (Tardy Breiller – Kintz) 6'16”53; 5. C. Ticino (Ribolzi –Schaodlou) 6'28”89.
Quattro di coppia: 1. Lombardia (Gaia Marzari - Lara Conti - Giulia Longatti, Lario – Giulia Chroni, Ispra) 5'22”54; 2. Romandie (P. Maillard, N. Poppe, H. Lingjaerde, A. Di Fulvio) 5'33”16; 3. Rhône-Alpes (Giraud, Santamaria, Lantaz, Soudan)  45'40”37; 4. Romandie 2 (L. Kaufmann, M. Ionanou, Y. Carceras, M. Chenau) 5'51”00.

FEMMINILE JUNIORES
Singolo
: 1.Liguria (Gaia Garello, Sanremo) 6'17”46; 2. Romandie (E. Cini) 6'26”68; 3. Rhône-Alpes (Lefebvre) 6'27”42; 4. C. Ticino (Bertini) 6'30”91; 5. Lombardia (Elisa Stranges, Ispra) 6'49”56.
Doppio: 1.Lombardia (Valentina Calabrese e Elisa Scapolo, Gavirate) 5'43”02; 2. Rhône-Alpes (Richoud, Prochasson) 5'51”54; 3. Romandie (F. Diannau, G. Staehlin) 6'14”44.
Quattro di coppia: 1. Lombardia (Deborah Battagin, Monate – Carla Chironi, Ispra – Claudia Vanoli, Varese – Liliana Prosdocimo, Corgeno) 5'12”24; 2. Rhône-Alpes (Lefebvre, Richioud, Gimbel, Prochasson) 5'15”26; 3. Romandie (F. Danniau, G. Staehlin, E. Cini, P. Arnet) 5'34”80.

FEMMINILE SENIORES
Singolo
: 1. Lombardia (Valentina Galmarini, Varese) 6'01”29; 2. Rhône-Alpes (Rialet) 6'02”99; 3. Romandie (C. Cruchon) 6'18”38; 4. C. Ticino (Bertini) 6'21”04.
Doppio: 1. Lombardia (Giulia Pollini e Valeria Alleruzzo, Cernobbio) 5'35”13; 2. Romandie (T. Iagovitina, L. Wells) 5'36”29; 3. Rhône-Alpes (Ribeil, Rivière) 5'49”1; 4. C. Ticino (Francone, D'Amario) 6'15”62.
Due senza: 1. Rhône-Alpes (Dorfman, Rubaud) 5'46”50; 2. Lombardia (Erika Mai e Chiara Bulfoni, Varese) 5'55”44; 3. Romandie (C. e G. Pellegrino) 6'19”18.
Quattro di coppia: 1. Rhône-Alpes (Rivière, Ribeil, Rialet, Gentin) 5'17”00; 2. Romandie (C. Cruchon, L. Reboult, T. Iagovitina,L. Wells) 5'20”23; 3. Lombardia (Erika Pagliarella, Lario – Valentina Galmarini, Varese – Tamara Bernio e Elvira Marchianò, Flora) 5'20”61.
Otto con timoniere: 1. Lombardia (Rika Pagliarella, Lorena Fuina e Sabrina Noseda – Lario, Valeria Alleruzzo e Giulia Pollini – Cernobbio, Erika Mai e Chiara Bulfoni – Varese, Valentina Calabrese – Gavirate, tim. Simone Malnati – Varese) 4'55”91; 2. Rhône-Alpes (Rubaud, Dechant, Patriarche, Dayet, Charruau, Dorfman, Ceccon, Gentin, tim. x) 4'58”74; 3. Romandie (xx) 5'15”18.

MASCHILE RAGAZZI
Singolo
: 1.Lombardia (Simone Macrì, Corgeno) 5'48”50;  2. Romandie (E. Fahran) 5'51”36;  3. Rhône-Alpes (Frevent) 5'56”43;  4. Rhône-Alpes 2 (Demey) 6'06”71; 5. C. Ticino (Vismara) 6'13”74.
Doppio: 1. Romandie (Logoz, R. Loup) 5'19”54; 2. Lombardia (Dario Ghidini - Matteo Macario, Sebino) 5'22”40; 3. Rhône-Alpes (Duret, Piqueras) 5'23”87.
Quattro senza:  1. Rhône-Alpes (Bordry, Collet, Petrou, Garde) 5'00”18;  2. Lombardia 2 (Mattia Testa - Alessandro Mondini - Niccolò Mattioli - Gianluca Marchi, S.C. Mincio) 5'01”00; 3. Romandie (B. Chevalley, R. Delacroix, D. Inan, G. Jaccard) 5'10”81; 4. C. Ticino (Pepic, Simioni, Tipura, Spiess) 5'19”29; 5. Lombardia (Simone Drago - Gregorio Mascheroni - Marco Lissoni - Stefano Del Ferraro, Luino) 5'20”58.
Quattro di coppia: 1. Romandie (Ch. Logoz, Fahran, Meylan, R. Loup) 4'40”68; 2. Lombardia (Mirco Boldrini, Matteo Bottoli, Marco Tascarella, Paolo Donzelli – Eridanea) 4'43”44; 3. Lombardia 2 (Simone Macrì, Corgeno – Paolo Ghidini, Sebino – Davide Tabacco e Giulio Pescatore, Moltrasio) 4'44”92; 4. Rhône-Alpes (Duret, Frevent, Piqueras, Desuzinge) 4'45”33; 5. C. Ticino (Vismara, Becker, Simioni, Spiess) 4'58”57.
Otto con timoniere: 1. Lombardia (Attilio Gelosia, Gianmarco Gaeta, Tommaso Piatti, Massimiliano Rovera, Stefano Maremmi, Lamberto Lamberti, Pietro Salvatori, Giacomo Manfroni, tim. Simone Malnati – Varese) 4'35”93; 2. Rhône-Alpes (Bordry, Collet, Petrou, Garde, Debourdeau, Boucher, Tatin, Mercey, tim. Vuagnoux) 4'37”75; 3. Romandie (B. Chevalley, H. Pfister, R. Delacroix, M. Hangartner, D. Inan, T. Freymond, A. Mounia, L. Dechevrens, tim. x) 4'40”72.

MASCHILE JUNIORES
Singolo
: 1. Lombardia (Cagna Gabriele, Eridanea) 5'24”04; 2. Liguria (Giuseppe Alberti, Sanremo) 5'30”50; 3. Rhône-Alpes (Baratin) 5'31”47; 4. Romandie (E. Fahran) 6'49”11.
Doppio: 1. Liguria (Marco De Carli e Jerome Scarpati, Sanremo) 4'51”28; 2. Lombardia (Simone Capelli e Nicola Ripamonti, Lecco) 4'52”57; 3. Rhône-Alpes (Robinet, Vincent) 4'53”43; 4. C. Ticino (Franchini, Dallara) 4'56”28; 5. Rhône-Alpes 2 (Berger, Lapierre) 5'00”57; 6. Romandie (J. Maus, A. Wright) 5'11”14; 7. Romandie 2 (Tuor, Briguet) 5'20”39.
Due senza: 1. Lombardia (Matteo Pinca e Marcello Nicoletti, Moto Guzzi) 5'04”97; 2. Rhône-Alpes (Vitale, Lemasson) 5'05”50; 3. Romandie (A. Gaudard, C. Rentsch) 5'46”72.
Quattro senza: 1. Lombardia (Luca Bonacina, Luca Costa, Carlo Stradella e Marius Wurzel, Lario) 4'44”23; 2. Rhône-Alpes (Dayez, Bergeret, D'Agata, Xercavins) 4'47”69; 3. Romandie (A. Zweifel, D. Pierroz, P. Wanner, P. Friedrich) 5'12”01.
Quattro di coppia: 1. Rhône-Alpes (Robinet, Baratin, Vincent, Berger) 4'37”20; 2. Lombardia (Matteo Colombo, Tritium – Federico Fasani, Baldesio – Cristian Papa, Germignaga - Luca Durini, La Sportiva) 4'40”44; 3. C. Ticino (Franchini, Dallara, Frei, Soldati) 4'49”73; 4. Romandie (Liardet, Voirol, L. Dechevrens, J. Meylan) 4'55”18.
Otto con timoniere: 1. Rhône-Alpes (Vitale, Roulet, D'Agata, Lemasson, Bergeret, Chopy, Rigaut, Bettant, tim. Vuagnoux) 4'33”69; 2. Lombardia ( Filippo Carcano e Andrea Losito, Gavirate – Carlo De Santo,Tritium – Andrea Brambilla, Cernobbio – Alessandro Ucci, Simone Bianchini e Guglielmo Piacentini, Cus Pavia – Andrea Mandolino, Lecco – tim. Andrea Riva, Cernobbio) 4'38”99; 3. Romandie (A. Zweifel, H. Pfister, D. Pierroz, M. Hangartner, P. Wanner, F. Caroselli, P. Friedrich, R. Equey, tim. x) 4'52”53.

MASCHILE SENIORES
Singolo
: 1. Lombardia (Gardino Pellolio, La Sportiva) 5'28”23; 2. Rhône-Alpes (Pornin) 5'28”90; 3. Romandie (J. Maillefer) 5'29”82; 4. Liguria (Emanuele Merini, Sanremo) 5'50”90.
Doppio: 1. Rhône-Alpes (Imbert, Raymond) 5'01”00; 2. Lombardia (Pietro Ruta, Menaggio – Michele Peretti, Gavirate) 5'06”18; 3. Rhône-Alpes 2 (A. e R. Meurillon) 5'06”86; 4. Romandie (F. Giannini, B. Sauty) 5'20”08; 5. Romandie 2 (G. e R. Lugrin) 5'20”45.
Due senza: 1. Lombardia (Stefano Introzzi e Alessandro Adducci, Lario) 5'08”39; 2. Rhône-Alpes (Larminay, Moutton) 5'08”65; 3. Rhône-Alpes 2 (Penelon, Marty) 5'15”73; 4. C. Ticino (S. e D. Tomasetti) 5'17”30; 5. Romandie (R. Briner, L. Pereira) 5'51”32.
Quattro senza: 1. Lombardia (Matteo Pinca e Marcello Nicoletti, Moto Guzzi – Carlo Stradella, Lario, Andrea Corti, Varese) 4'37”19; 2. Rhône-Alpes (Kimmel, Chulliat, Duhantois, Greffioz) 4'38”29; 3. Romandie (D. Michalski, Soury-Lavergne, Th. Bailey, B. Xercavins) 4'48”85.
Otto con timoniere: 1. Rhône-Alpes (Penelon, Marty, Greffioz, Moutton, Larminay, Kimmel, Chulliat, Duhautois, tim. Vuagnoux) 4'17”61; 2. Lombardia (Marco Bazzani, Fabio Pertegato, Jacopo Zocchi, Giorgio Maran, Michele Peretti, Stefano Introzzi [Lario], Stefano Caraffini, Andrea Macchi, tim. Andrea Lenzi – Gavirate) 4'20”50; 3. Romandie (R. Briner, A. Soury-Lavergne, L. Pereira, Th. Baille, P. Halpenny, D. Michalski, A. Gaudart, B. Massimo, tim.x)

(Rielaborazione grafica a cura dell'Ufficio Stampa FIC Lombardia)
   
Torna indietro