LA CINA DOMINA LA SECONDA PROVA DI COPPA DEL MONDO

AMSTERDAM, 24 giugno 2007 - Il 42enne estone Jueri Jaanson vince l'oro nel doppio maschile. Il talentoso duo di Georgina e Carolina Evers-Swindell nulla può contro la meravigliosa prova del doppio cinese. Doppietta cinese che si aggiudica anche la prova sul doppio PL femminile mentre Katherine Grainger della Gran Bretagna impara cosa vuol dire essere seconda.

Singolo Femminile (W1x) - Finale.
L'unica  a tenere testa in partenza alla Ekaterina Karsten è la svedese Frida Svensson. Ma non per molto. La 4 volte Olimpionica e Campionessa del Mondo tira fuori il suo stile e si stende lungo tutto il campo. Cerca di tenere il suo passo la bulgara Neykova che ben conosce la Karsten e malgrado il fatto che sia stata lontano dai campi di gara per mettere al mondo il suo secondo figlio, Mario, sembra essere l'unica a poter contrastare la bielorussa. Ma oggi non era la sua giornata. Dalle retrovie sbuca infatti la Xiuyun Zhang della Cina che già aveva fatto parte del quattro Campione del Mondo 1993 allenata ora dall'allenatore italiano Beppe De Capua. La bielorussa riesce comunque ad aggiudicarsi la gara e i € 3.000 del Trofeo Holland Beker. Seconda la Zhang terza la Svensson.

Singolo Maschile (M1x) – Finale.

Prima della gara l'allenatore internazionale Thor Nilsen aveva preannunciato che sarebbe stata una gara “calda”. Aveva ragione. Tutti e sei gli atleti avevano la possibilità di vincere. Tutti loro si conoscono molto bene. Ai 1250 metri è il norvegese Olaf Tufte a passare per primo con una frequenza di 37 colpi al minuto. Al suo inseguimento si lancia il vincitore della prima prova di Coppa del Mondo, Odrej Synek della Repubblica Ceca. Colpo dopo colpo (43 al minuto) il ceco raggiunge il norvegese e si aggiudica oltre alla gara il Trofeo Holland Beker e i suoi € 3.000. Tufte si deve accontentare della medaglia d'argento mentre al terzo posto si piazza il tedesco Marcel Hacker. Solo quarto il Campione del Mondo in carica Mahe Drysdale della Nuova Zelanda.

Due senza Femminile (W2-)  – Finale.
Ha solo 22 anni la Yage Zhang della Cina che con la compagna Yulan Gao hanno condotto e vinto meravigliosamente questa gara. L'Australia di Kim Crow e Sarah Cook ha fatto quel che ha potuto ma ha mostrato che la loro tecnica deve essere ancora affinata per poter vincere una gara di questo tipo. Le uniche che hanno cercato di impensierire le due cinesi sono state le Campionesse del Mondo 2005 Nicky Coles e Juliette Haigh che certo non si aspettavano una gara del genere ma che comunque sono riuscite ad assicurarsi l'argento.

Due senza Maschile (M2-) - Finale.
Consapevoli che la gara sarebbe stata tutt'altro che facile, i componenti del duo francese di Peron e Cadot hanno tentato una partenza a razzo ma i due più esperti neozelandesi Bridgewater (203 cm) e Twaddle che remano insieme dalle Olimpiadi di Atene non si sono fatti sorprendere. Con loro all'inseguimento dei francesi si sono lanciati anche i fratelli croati Skelin. Che poteva fare la Francia? Nello sprint finale la Nuova Zelanda è salita di colpi e ha tagliato per prima il traguardo trascinando dietro a sé il duo croato. La Francia si è dovuta accontentare del bronzo mentre al quarto posto è giunto il duo sudafricano.

Doppio Femminile (W2x)  – Finale.
Le cinesi Qin Li e Liang Tian rappresentano attualmente un test altamente valutativo di canottaggio. Dai pontili di partenza sono sfrecciate come missili e come missili sono arrivate per prime al traguardo aumentando sempre più il loro vantaggio sulle Campionesse olimpiche, all’esordio nella stagione 2007 proprio in questa gara, le neozelandesi, Georgina e Caroline Evers-Swindell. Le due gemelle hanno cercato invano di andare a riprendere le cinesi ma a poco è valsa la loro maggiore esperienza. Ottime terze le ragazze della Repubblica Ceca Jitka Antosova e Gabriela Verekova, vincitrici di un oro ai mondiali Junior 2005 e uno agli Under 23 2006, molto contente dei risultati ottenuti. 

Doppio Maschile (M2x) – Finale.
Gara con molte sorprese, questa. Raramente gli sloveni Cop e Spik non salgono sul podio ma oggi è stata una di quelle volte dovendosi accontentare del quarto posto. A bocca asciutta sono rimasti anche i francesi Campioni del Mondo Macquet e Hardy giunti all'arrivo con oltre 11 secondi di ritardo. Passati per primi ai 500 metri gli sloveni si sono visti subito inseguire dai britannici Brennan e Crawshay e dagli australiani. Chi da dietro però non ha perso né il contatto né il controllo della gara è stata l'Estonia di Jueri Jaanson e Tonu Endrekson che negli ultimi 500 metri ha raccolto le energie rimaste e sorprendentemente è andata ad aggiudicarsi la gara in un tripudio di applausi. Medaglia d'argento alla Gran Bretagna che al fotofinish si è imposta sull'Australia, quarti come abbiamo detto gli sloveni. Ennesima medaglia per l'estone che ha iniziato la sua carriera sotto i colori dell'Unione Sovietica e che alla sua età non sembra essere ancora sazio di vittorie. Lo vedremo a Pechino? Ce lo auguriamo.

Quattro Senza Maschile (M4-) – Finale.
In assenza della Germania e della Gran Bretagna molte delle attese erano rivolte all'equipaggio dell'Olanda ansioso di mettersi in mostra su un campo di gara a lui molto familiare. A rovinare la festa è però giunto l'equipaggio della Nuova Zelanda che negli ultimi 500 metri è andato a riprendere gli olandesi e ha messo loro al collo la medaglia d'argento. Terzo posto per la Repubblica Ceca.

Doppio Pesi Leggeri Femminile (LW2x) – Finale.

La Cina insaziabile piazza due equipaggi sui gradini più alti del podio ma è l'equipaggio di Cina 2 ad aggiudicarsi l'oro. L'imbarcazione della Haixia Chen e Hua Yu è sembrato fin da subito imbattibile. Ai primi 500 metri le due ragazze avevano già inflitto un notevole distacco alle compagne di squadra, l'equipaggio Cina 1 delle Campionesse del Mondo (Xu e Yan) date per favorite, che però non sono mai riuscite ad impensierire le “rivali-amiche” che hanno tagliato il traguardo indisturbate. Sul gradino più basso del podio gli USA di Wendy Tripician e Jana Heere, meritevoli di aver guadagnato l'unica medaglia statunitense di questa trasferta olandese.

Doppio Pesi Leggeri Maschile (LM2x) – Finale.
Chi invece non tradito le aspettative è stato l'equipaggio Campione del Mondo della Danimarca formato da Rasmussen e Quist che già in semifinale avevano dimostrato di avere già raggiunto un’ottima forma stabilendo la nuova miglior prestazione mondiale con 6:10.02 (la precedente, con 6.10.80, apparteneva alla coppia azzurra Pettinari-Luini che l’aveva stabilita ai Mondiali di Siviglia nel 2002). La gara è stata da manuale. Ai primi 500 metri avevano già distanziato la Gran Bretagna di oltre un secondo, ai 1000 il distacco aumentava ancora e sul traguardo i secondi erano diventati quasi quattro. Il commentatore della gara ha sottolineato più volte che l'affiatamento di questo equipaggio non ha eguali, e sono in molti a dargli ragione. Poco ha potuto fare l'equipaggio della Polonia di Kucharski e Sycz accreditato di podio che però si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo. Cosa succederà a Lucerna dove tornerà in gara l'equipaggio dell'Italia?

Quattro senza Pesi Leggeri (LM4-) – Finale.
La Gran Bretagna è uscita molto bene dai blocchi di partenza seguita da vicino dalla Danimarca che è sembrata equipaggio molto agguerrito ma ai 1000 metri è la Cina che passa in testa  duellando con la Gran Bretagna che passa per prima ai 1500. Gara che ha tenuto tecnici e spettatori con il fiato sospeso e che ha visto i Campioni del Mondo della Cina imporsi in una delle gare giudicata più affascinante. Medaglia d'argento per la Gran Bretagna, bronzo per l'Olanda 2 giunta a quasi 6 secondi dai vincitori, applauditissima dal pubblico locale.

Quattro di coppia Femminile (W4x) – Finale.
La Gran Bretagna torna come favorita dopo aver vinto la prima prova di Coppa del Mondo di Linz e l'inizio della gara sembra essere a suo favore. Ma la Cina ha altri piani. Guixin Feng, Ziwei Jin, Aihua Xi e Bib Tang non mollano le suddite di “Sua Maestà” e ai 1000 metri mettono la prua della loro barca davanti a tutte le altre. La gara non ha più storia con le cinesi che incrementano il loro vantaggio e arricchiscono il bottino della loro squadra con un altro oro. La piazza d'onore va all'equipaggio di Gran Bretagna 1 che comunque ha disputato un’ottima gara. Terzo l'equipaggio tedesco della Kathrin Boron che nulla ha potuto contro i  due che l'hanno preceduta.

Quattro di coppia Maschile (M4x) – Finale.
Non vi erano dubbi che i regnanti Campioni del Mondo della Polonia fossero i favoriti di questa gara ma è stata la Repubblica Ceca l'equipaggio che più velocemente si è staccato dai pontili di partenza. L'equipaggio polacco non si è fatto intimorire e prima dei 1000 metri aveva già raggiunto e superato i cechi. Gara in discesa per loro fino al traguardo. Secondo posto per la Repubblica Ceca che invano ha cercato di “riacciuffare” la testa della gara, medaglia di bronzo per l'equipaggio francese che ha tuttavia disputato una buona prova.

Otto Femminile (W8+) - Finale.
A Linz l'oro era andato alla Germania seguita dalla Gran Bretagna e dall'Olanda che davanti al pubblico di casa si è esaltato e ha saputo dare il meglio di sé andando a vincere una gara che sembrava piena di insidie. Dopo 15 palate è stata la Germania che ha messo la sua prua davanti ma la Cina è rimasta sulla sua scia ed è transitata per prima ai 500 metri. L'equipaggio olandese non è sembrato preoccupato oltre il dovuto e mantenendo i nervi saldi è riuscito ad impadronirsi della gara e a giungere per primo sul traguardo in uno show sostenuto dal suo pubblico. La medaglia d'argento è andata alla Germania (distaccata di quasi 2 secondi) e il bronzo alla Cina.

Otto Maschile (M8+) – Finale.
La Svizzera non era certo attesa tra gli equipaggi che avrebbero disputato la finale ma essendosi aggiudicata la semifinale se l'è guadagnata di diritto. Ben due gli equipaggi in rappresentanza della Gran Bretagna, con l'equipaggio 1 dato alla vigilia come favorito. Ma ai 500 metri era Gran Bretagna 2 a passare per primo seguito dalla Cina e dall'equipaggio connazionale di Gran Bretagna 1. Sono stati questi i tre equipaggi che si sono aggiudicati le medaglie con la Germania, Campione del Mondo in carica al quarto posto e la Svizzera solo al quinto. Deludente la prova della Bielorussia dalla quale ci si aspettava di più.
               
Sintesi del comunicato stampa FISA elaborata a cura dell’Ufficio Stampa FIC

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro