AMSTERDAM, SEMIFINALI CON ELIMINAZIONI A SORPRESA

AMSTERDAM, 23 giugno 2007 - E' giunta alle semifinali la seconda prova di Coppa del Mondo di Amsterdam. Tempi più veloci, gare che sono aumentate di livello e intensità e qualche sorpresa con i Campioni del mondo in singolo e doppio maschile che sono stati eliminati.

Singolo PL femminile-semifinali
La Campionessa mondiale dell'Olanda, Marit van Eupen, ha iniziato presto i suoi allenamenti quest’anno con la squadra di punta olandese nella speranza di poter far parte dell'otto ma poi ha deciso di ritornare al singolo. L'olandese si è aggiudicata la prima semifinale conducendo la gara per tutti i 2000 metri. Alle sue spalle grazie ad un energico sprint è giunta la danese Maria Pertl e a sorpresa si è aggiudicata la terza piazza l'irlandese Orla Duddy alla sua prima regata internazionale.
Solo 1/100 di secondo hanno separato le due singoliste nella seconda semifinale. Laura Tasch della Germania ha dovuto sudare sette camicie contro Michaela Taupe dell'Austria che pur essendo sempre rimasta indietro di una pallina per tutto il tempo della gara, è riuscita nel finale a mettere la sua prua davanti a quella della tedesca. L'austriaca, alla sua 16ª stagione internazionale, era arrivata seconda nella prima prova di Linz.

Singolo PL maschile-semifinali
Il neozelandese Duncan Grant, bronzo lo scorso anno ai Campionati del Mondo, si è imposto sull'olandese Jaap Schouten che ha affrontato la prova in singolo dopo aver gareggiato lo scorso anno sull'otto. Al terzo posto l'altro olandese, Tim Heijbrock. La domanda sorge spontanea: “Ma perché gli allenatori olandesi non uniscono le forze di questi due atleti su un doppio, specialità olimpica?
La Nuova Zelanda, non soddisfatta del risultato della prima semifinale, è andata a segno con il Campione del mondo U.23 Storm Uru che è andato a vincere la seconda semifinale. L'atleta che nel 2006 è stato eletto “atleta Maori dell'anno” ha un sogno nel cassetto: salire in barca con il connazionale e tentare la qualificazione in vista di Pechino. Ovviamente anche qui stiamo parlando del doppio Pl.

Singolo femminile-semifinali
Con in campo Ekaterina Karsten, bielorussa, “atleta dell'anno 2006”, poco ha potuto la francese Sophie Balmary che ce l'ha messa tutta nel cercare di prendere il largo. La Karsten si è limitata ad osservare e poi, come suo solito, ha alzato il ritmo delle sue palate negli ultimi 500 metri di gara. Inutile dire che ha stabilito il miglior tempo di oggi. Film già visto, più volte. Al terzo posto la polacca campionessa del mondo U.23 Julia Michalska.
La seconda semifinale è andata alla cinese Xiuyun Zhang ritornata alle gare dopo un pausa dovuta a problemi cardiaci. Sotto la guida dell'allenatore italiano Beppe de Capua che è stato direttore tecnico della squadra italiana la cinese ha dato buona prova di sé piazzandosi davanti alla bulgara Rumyana Neykova. Al terzo posto la svedese Svensson, cliente abituale delle finali importanti.

Singolo maschile-semifinali
Sorpresa per molti nella prima delle due semifinali che ha visto il Campione Olimpico Olaf Tufte vincere davanti al favorito neozelandese Campione del Mondo Mahe Drysdale. Il norvegese, che ha dichiarato a fine gara che per lui si è trattata di una vera e propria finale, ha subito cercato di mettere la sua prua davanti a quella di Drysdale e cosi è riuscito a giungere sulla linea del traguardo. Terzo posto per l'inglese Alan Campbel compagno di allenamenti invernali del neozelandese.
La seconda semifinale è andata al tedesco Marcel Hacker che ha condotto una gara un po’ insolita per lui. Dopo una partenza tranquilla che lo ha visto assistere alla fuga iniziale del cecoslovacco Ondrej Synek il tedesco ha ritrovato il suo solito ritmo ed è andato a riacciuffare  Synek che si è così dovuto accontentare del secondo posto. Al terzo troviamo il detentore del Trofeo Holland Beker, lo svedese Lassi Karonen.

Due senza femminile-semifinali
Nella prima semifinale sembrava di assistere ad una gara dell'altro emisfero che ha visto le neozelandesi Campionesse del Mondo 2005 tornare alla vittoria, seguite da due equipaggi australiani. Stiamo parlando della due kiwi Coles e Haigh che hanno controllato la gara dall'inizio alla fine. Secondo posto per l'equipaggio di Australia 2 di Sally Keoe e Kate Hornsey davanti alle connazionali Crow e Cook. Con la bocca amara è rimasta la Germania che si è dovuta accontentare della quarta posizione.
Ben quattro erano gli equipaggi della Germania iscritti in questa gara e ben tre di loro si sono dovuti affrontare nella seconda semifinale. Germania 1 di Nicole Zimmerman e Elke Hipler ha avuto la meglio su tutte le altre aggiudicandosi la prova davanti a Cina e Germania 2.

Due senza maschile-semifinali
Gradito ritorno quello della medaglia d'argento Olimpica di Atene, cioè dei fratelli croati Skelin che hanno vinto la propria semifinale davanti ai neozelandesi George Bridgewater e Nathan Twaddle, medaglia d'argento ai Mondiali di Eton, che hanno dovuto a loro volta difendersi dagli attacchi di Andreas Penkner e Jochen Urban della Germania. Solo negli ultimi 500 metri i neozelandesi si sono staccati dai tedeschi che attendono domani per una rivincita. Giudicata da tutti “ottima “ la prova dei fratelli croati.
Il duo francese che già nella prova di Linz aveva dimostrato di essere in forma non ha deluso e si è aggiudicato la seconda semifinale dimostrando di essere equipaggio in crescita. Altro “ben tornati” ai due sudafricani Ramon di Clemente e Donovan Cech al loro debutto sulla scena internazionale 2007. La loro scorsa stagione è stata deludente e quest’anno vogliono ottenere il visto che li porterebbe alla loro terza Olimpiade. La gara, che ha richiesto il fotofinish, ha visto la Repubblica Ceca piazzarsi al terzo posto.

Doppio femminile-semifinali
Le vincitrici della prima prova di Coppa del Mondo non si sono fatte attendere e hanno dominato la prima semifinale. La Cina si è infatti imposta sulla Germania con quasi tre secondi di vantaggio. Terze a meno di mezzo secondo sono giunte le finlandesi.
Ma tutte le attenzioni erano rivolte alla seconda semifinale che ha visto ancora un equipaggio della Nuova Zelanda dare il meglio di sé. Chi ha temuto che le loro cartucce fossero terminate, si è sbagliato. Le gemelle Evers-Swindell, Campionesse Olimpiche in carica sembrano aver ritrovato il vecchio smalto e in tutta facilità si sono aggiudicate la prova che è sembrata poco dura per loro. Secondo posto per le Campionesse del Mondo U.23 2006 della Repubblica Ceca Jitka Antosova e Gabriela Varehova che hanno avuto la meglio sull'equipaggio di Cina 2.

Doppio maschile-semifinali
Il duo Campione del Mondo della Francia aveva già dimostrato di non essere imbattibile a Linz ed anche oggi si è dovuto accontentare del terzo posto. Ad aggiudicarsi la prima semifinale è  stato il duo della Gran Bretagna formato da Matthew Wells e Stephen Rowbotham che non si è fatto impressionare dalla veloce partenza dei francesi. Tra i due equipaggi è riuscito però ad infilarsi il duo della Nuova Zelanda di Nathan Cohen e Josep Sullivan che è giunto fresco fresco da casa per sostituire Matthew Trott, infortunato.
Gli sloveni Cop e Spik hanno dettato legge nella seconda semifinale. Alle loro spalle l'equipaggio dell'Australia di Crawshay e Brennan ad oltre due secondi che ha a sua volta lasciato l'ultimo posto disponibile per la finale agli estoni Jaanson e Endrekson. Riusciranno Spik e Cop ad aggiungere un’altra medaglia d'oro al loro già ricco medagliere? Domani sapremo la risposta.

Quattro senza maschile-semifinali
Nuova Zelanda, Francia e Irlanda: questi nell'ordine i protagonisti della prima semifinale dove i tre equipaggi hanno dimostrato da subito di voler gareggiare domani nella gara per le medaglie.
Nella seconda semifinale il quattro olandese non ha deluso il suo pubblico e si è imposto sulla Repubblica Ceca  che ha sopraffatto la Slovenia. Molto gradita da tutto il pubblico questa gara che è risultata tra le più applaudite con i tre equipaggi che sono giunti sul traguardo nell'arco di soli 6 decimi.

Doppio PL femminile-semifinali
In termini di nazioni la Cina e la Danimarca sembrano avere una marcia in più rispetto alle altre, ma la Cina è decisamente la nazione da battere in questa specialità. A lei sono andate le due semifinali. Nella prima prova le cinesi con un ritmo di 39 colpi al minuto si sono imposte sulla Danimarca(Olsen e Christiansen) che ha lasciato alle sue spalle la Germania(Carow e Draeger).
Ma la più veloce delle due semifinali è stata la seconda che ha visto le Campionesse del Mondo cinesi vincere nuovamente. Buona prova dell'equipaggio britannico(Casey e Goodsell) davanti alle statunitensi Wendy tripician e Jana Heere praticamente debuttanti in campo internazionale. Grande attesa per la finale di domani dove si annuncia un “testa a testa” tra i due equipaggi dagli occhi a mandorla.

Doppio PL maschile-semifinali
Come sarebbe bello poter battere i Campioni del Mondo! E' quello che sicuramente hanno pensato i britannici Purchase e Hunter dopo essersi aggiudicata la prima delle due semifinali e dando prova di essere un equipaggio molto affiatato anche se formato di recente. Al secondo posto è giunto l'equipaggio dei Campioni Olimpici, i polacchi Tomasz Kucharski e Robert Sycz, clienti più che affezionati delle finali importanti, come si preannuncia quella che vedremo domani. Dietro di loro è giunto il duo di Francia 1 che con una sorprendente rimonta negli ultimi 100 metri (42 i colpi al minuto) è riuscito a superare la Cina.
I danesi Mad Rasmussen e Rasmus Quist hanno fatto quello che da loro ci si aspetta solitamente. Bella la loro prova, pulita ed elegante come si addice ai grandi campioni del loro calibro. Si sono infatti imposti su Austria e Slovacchia con i quali si ritroveranno in finale.

Quattro PL maschile semifinali
Il vantaggio guadagnato nella prima parte di gara dalla Francia non le è bastato ad aggiudicarsi la prova e si è dovuta accontentare del terzo posto che comunque le garantisce la finale. Vittoria un po’ a sorpresa per l'equipaggio di Olanda 2 che ha avuto la tribuna tutta dalla sua e che ha saputo tener dietro la Gran Bretagna.
Nella seconda semifinale abbiamo assistito ad una ritrovata Danimarca egregiamente condotta da quel Eskild Ebbesen alla guida di un equipaggio rimescolato dopo il brutto esordio nella prima prova di Coppa in Austria ad inizio mese. I danesi però si sono dovuti inchinare davanti al potente equipaggio della Cina, Campione del Mondo in carica, che già ai 1000 metri aveva conquistato un netto vantaggio. Al terzo posto l'equipaggio di Polonia 1.

Quattro di coppia femminile- recuperi
Dopo le batterie di stamani svoltesi a causa dei problemi accaduti ieri, sette imbarcazioni si sono trovate sulla linea di partenza dei due recuperi. Vittoria della Germania nel primo, con un vantaggio di quasi due secondi sulle ragazze olandesi. Terzo posto per la Gran Bretagna. La Germania ha controllato senza difficoltà la gara. Merito di quella Boron quattro volte Campionessa Olimpica?
L'Ucraina si è invece imposta nel secondo recupero non lasciando praticamente spazio a nessuno, al comando dall’inizio alla fine. La Francia si è dovuta accontentare del secondo posto davanti a Gran Bretagna 3 che si è dimostrata molto felice di poter prendere parte alla finale di domani.

Quattro di coppia maschile- semifinali
Con i due volte Campioni Mondiali e detentori della miglior prestazione di sempre non era difficile dedurre che la Polonia l'avrebbe fatta da padrona e così è stato. Ai 500 metri è passata in testa e là è restata sino alla fine. Secondo posto per la Repubblica Ceca che ha disputato comunque una prova più che egregia. Terzo il quartetto della Slovenia che sul finale di gara ha raggiunto e superato l'equipaggio dell'Olanda.
Nella seconda semifinale gara punta a punta tra Ucraina e Francia che hanno preceduto l'equipaggio dell'Australia che ha avuto la meglio su quello della Gran Bretagna.

Otto femminile-recupero
Solo un recupero per questa gara che ha visto un brillante inizio per la Bielorussia che si è piazzata subito in testa. E' bastato poco però alla Cina per andare a riprendere non solo lei ma anche tutte le altre e vincere questo ripescaggio. La piazza d'onore è andata all'otto dell'Australia davanti a quello delle “cugine” britanniche. Quarta la Bielorussia davanti a Nuova Zelanda e Polonia. Le prime quattro si sono aggiudicate il diritto di disputare la finale che si preannuncia molto attesa.

Otto maschile-recuperi
Primi 250 metri tutti sulla stessa linea ma ai 500 era la Bielorussia a fare l'andatura con la Germania che la tallonava da vicino. E' stata la determinazione dell’equipaggio tedesco che l'ha portato a vincere davanti ad una sorprendente Svizzera, terza l'Olanda sospinta dal proprio pubblico che però non si è guadagnata l'accesso in finale. Oltre a lei non vedremo in gara Bielorussia e Francia.
Il secondo ripescaggio è andato a favore della Cina che porta con sé in finale la Gran Bretagna che ha preceduto l'Australia, quindi l'Estonia e il tanto atteso equipaggio della Nuova Zelanda. Sorpresa negativa per l’Australia che aveva annunciato un equipaggio da temere. Forse i suoi allenatori dovranno rivedere qualcosa in vista di Lucerna e poi di Monaco.
               
FONTE: FISA, traduzione a cura FIC

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro