COPPA DEL MONDO A LINZ, UN ORO E DUE ARGENTI. E L’ITALIA SORRIDE

andrea caianiello, armando dell'aquila (2)LINZ (Austria), 3 giugno 2007 – Sette barche in finale e tre medaglie luccicanti: una d’oro col due senza pesi leggeri dei napoletani del Posillipo Andrea Caianiello e Armando Dell’Aquila, e due d’argento: dal quattro senza pesi leggeri e dal quattro di coppia senior. Barche, queste, che malgrado gli acciacchi e le disavventure degli ultimi tempi, sembrano destinate a tornare a breve ai livelli del passato.
La prima trasferta internazionale 2007 della squadra azzurra guidata dal dt Andrea Coppola si chiude così con un bilancio positivo e incoraggiante nonostante l’eliminazione in semifinale di alcune barche quali l’otto ed il doppio pesi leggeri vicecampioni del mondo – che oggi hanno vinto entrambi la finale B classificandosi pertanto settimi - dalle quali era lecito aspettarsi di più. Ma l’appuntamento di Coppa del mondo – prima tappa del trittico che si concluderà a metà luglio come di consueto a Lucerna – doveva servire soprattutto a testare le condizioni della squadra ed il campo degli avversari; sotto questo profilo il dt Coppola torna a casa con le indicazioni che voleva e le idee più chiare.

vlcek, amarante, amitrano, mascarenhas (2)Il successo del due senza pesi leggeri è stato perentorio; Caianiello e Dell’Aquila hanno conquistato nelle prime palate il comando e lo hanno mantenuto saldamente sino al traguardo, invano inseguiti dagli olandesi Lievens e Drewes. Nel 2006 Caianiello aveva vinto l’argento ai Mondiali under 23 ed il bronzo ai campionati assoluti pesi leggeri, entrambe le volte in due senza; Dell’Aquila si era messo invece al collo il bronzo ai Mondiali under 23 in quattro con.
Emozioni a raffica nel quattro senza pesi leggeri, specialità nella quale l’Italia era approdata in finale con due equipaggi. ITALIA 1 di Mascarenhas, Amarante, Amitrano e Vlcek - i primi tre medaglia di bronzo ai Giochi di Atene 2004 - si è resa protagonista di un avvincente testa a testa con i cinesi campioni del mondo in carica, durato dall’inizio alla fine. Ai 500 è passata per prima la Cina con 53 centesimi di vantaggio, ai 1000 è stata invece l’Italia a sopravanzare i campioni iridati di 85 centesimi; vantaggio che si riduceva ai 1500 quando in 51 centesimi transitavano tre barche: Italia, Cina (+0,26) e Gran Bretagna (+0,51). Gli ultimi metri sono stati sfibranti, è passata di misura la Cina con l’Italia seconda per 58 centesimi ma la sua gara è stata stupenda. Solo quinto l’armo di ITALIA 2 che ha gareggiato anch’esso a testa alta non riuscendo però ad entrare nel vivo.
ghezzi, gattinoni, galtarossa, raineri (8)Il terzo podio è arrivato dal quattro di coppia senior di Simone Raineri, Rossano Galtarossa, entrambi campioni olimpici a Sydney 2000 e quest’ultimo al rientro dopo il bronzo sul doppio ai Giochi di Atene, Luca Ghezzi e Federico Gattinoni. La loro prova ha superato di gran lunga anche le più rosee aspettative; la barca, assemblata all’ultimo momento con l’inserimento di Gattinoni (che avrebbe dovuto gareggiare nel singolo) dopo il forfait di Stefanini, indisponibile per problemi di salute, ha disputato infatti una finale maiuscola chiudendo al secondo posto dietro ai polacchi campioni del mondo 2005 e 2006, costretti a dare il massimo per respingere l’attacco degli azzurri. Raineri e compagni, quinti al passaggio dei primi 500 metri, hanno serrato le file, aumentato vertiginosamente il ritmo disputando il secondo e il terzo parziale con i migliori tempi. Ai 1500 erano terzi dietro a Polonia e Germania ma proprio nel finale hanno risucchiato i tedeschi sopravanzandoli per 11 centesimi. 

Il bilancio azzurro si completa con il quarto posto, assai onorevole, di Erika Bello nel singolo pesi leggeri ed il quinto di Laura Schiavone e Betta Sancassani nel doppio senior, a conferma che si aprono spiragli promettenti anche nel remo femminile; e l’altro quinto posto firmato dall’equipaggio Italia 3 di Nicola Moriconi e Fabrizio Gabriele nel due senza pesi leggeri.

(Nelle foto di Mimmo Perna: il due senza pesi leggeri di Andrea Caianiello e Armando Dell’Aquila; il 4 senza pesi leggeri di Bruno Mascarenhas, Catello Amarante, Salvatore Amitrano e Jiri Vlcek; il 4 di coppia senior di Simone Raineri, Rossano Galtarossa, Luca Ghezzi e Federico Gattinoni - cliccare sulle immagini per ingrandirle)

RISULTATI DELLE FINALI

UOMINI - Singolo: 1. Rep. Ceca (Synek) 6.47.96, 2. Gran Bretagna (Campbell) 6.48.36, 3. Germania (Hacker) 6.50.80. Due senza: 1. Gran Bretagna (Smith, Langridge) 6.29.77, 2. Croazia (S. Skelin, N. Skelin) 6.31.06, 3. Germania (Penkner, Urban) 6.32.24. Doppio: 1. Gran Bretagna (Wells, Rowbotham) 6.18.55, 2. Germania (Bertram, Sens) 6.19.01, 3. Estonia (Kuzmin, Raja) 6.19.67. Quattro senza: 1. Gran Bretagna (Williams, Reed, Partridge, Triggs Hodge) 5.56.44, 2. Olanda (Cirkel, Vellenga, Gabriels, Vermuelen) 5.58.30, 3. Francia (Despres, Rondeau, Chardin, Mortelette) 5.58.85. Quattro di coppia: 1. Polonia (Wasielewski, Kolbowicz, Jelinski, Korol) 5.50.59, 2. ITALIA 1 (Luca Ghezzi, Federico Gattinoni, Rossano Galtarossa, Simone Raineri) 5.51.99, 3. Germania 2 (Schreiber, Bertram, Wenzel, Burmeister) 5.52.10. Otto: 1. Canada (Weitemeyer, Light, Kreek, Seiterle, Howard, Dembicki, Byrnes, Hamilton, tim. Cheng) 5.40.98, 2. Bielorussia (Lialin, Yakubau, Maskaliou, Dzernavy, Nosau, Dzemyanenka, Bely, Kazubouski, tim. Piatrynich) 5.43.00, 3. Cina (Zhang, Zhu, Zheng, G. Zhang, Sun, Zhou, Y. Zhang, Wang, tim. Zhang) 5.43.45. Singolo pesi leggeri: 1. Grecia (Pappas) 7.11.95, 2. Olanda 1 (Schouten) 7.12.86, 3. Olanda 2 (Snijders) 7.15.88. Due senza pesi leggeri: 1. ITALIA 1 (Andrea Caianiello, Armando Dell’Aquila) 6.45.33, 2. Olanda (Lievens, Drewes) 6.47.27, 3. Gran Bretagna 6.48.68; 5. ITALIA 3 (Nicola Moriconi, Fabrizio Gabriele) 6.56.34. Doppio pesi leggeri: 1. Danimarca (Rasmussen, Quist) 6.23.12, 2. Gran Bretagna (Purchase, Hunter) 6.26.83, 3. Canada (Jensen, Vandor) 6.29.68. Quattro senza pesi leggeri: 1. Cina (Huang, Wu, Zhang, Tian) 6.03.13, 2 ITALIA 1 (Jiri Vlcek, Catello Amarante, Salvatore Amitrano, Bruno Mascarenhas) 6.03.71, 3. Gran Bretagna (Chambers, Lindsay-Fynn, Mattick, Clarke) 6.04.74; 5. ITALIA 2 (Daniele Gilardoni, Daniele Danesin, Stefano Basalini, Leonardo Pettinari) 6.06.67.

DONNE - Singolo: 1. Bielorussia (Karsten-Khodotovitch) 7.28.39, 2. Rep. Ceca (Knapkova) 7.31.00, 3. Usa (Guerette) 7.31.68. Due senza: 1. Australia (Crow, Cook) 7.09.39, 2. Usa 1 (Cooke, Mickelson) 7.10.49, 3. Usa 2 (Francia, Lind) 7.11.97. Doppio: 1. Cina (Li, Tian) 7.09.42, 2. Germania 1 (Oppelt, Schmidt) 7.13.31, 3. Germania 2 (Huth, Schiller) 7.13.44; 5. ITALIA (Laura Schiavone, Elisabetta Sancassani) 7.16.84. Quattro di coppia: 1. Gran Bretagna (Vernon, Flood, Houghton, Grainger) 6.26.90, 2. Cina (Tang, Xi, Jin, Feng) 6.29.43, 3. Germania (Moebus, Richter, Domscheit, Hennicke) 6.33.13. Otto: 1 Germania (Wartenberg, Schmutzler, Gerking, Schmude, Wech, Derlien, Zimmermann, Hipler, tim. Ruppel) 6.16.81, 2. Gran Bretagna (Moffat, Ashford, Menheneott, Eddie, Rodford, Page, Greves, Reeve, tim. O’Connor), 3. Olanda (Dekker, Veenhoven, Smulders, Dekkers, Van Rumpt, Repelaer van Driel, Siegelaar, De Haan, tim. Workel) 6.18.31. Singolo pesi leggeri: 1. Cuba (Marrero Aria) 7.57.46, 2. Austria (Taupe) 7.59.05, 3. Germania (Tash) 8.00.04, 4. ITALIA 1 (Erika Bello) 8.01.81. Doppio pesi leggeri: 1. Danimarca (Olsen, Rasmussen) 7.09.33, 2. Cina 3 (Chen, Yu) 7.10.51, 3. Canada (Jennerich, Cameron) 7.11.77.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro