LINZ, COPPA DEL MONDO. GLI EQUIPAGGI DA TENER D’OCCHIO, GARA PER GARA

LINZ, 31 maggio 2007 - Il 10° anniversario della Coppa del Mondo di canottaggio FISA apre i battenti domani 1° giugno a Linz/Ottensheim, Austria. Questo evento può essere descritto come un grandioso inizio di stagione con un campo di gara che ospiterà 46 nazioni per un totale di 380 equipaggi e 880 atleti.

Questi gli equipaggi da tener d’occhio nelle specialità olimpiche, gara per gara.

Singolo Femminile (W1x), numero iscritti 28
Questa gara di Coppa ripropone la quattro volte medaglia d'oro olimpica della Germania Kathrin Boron che fa il suo ritorno sui campi di gara contro la campionessa del mondo in carica Ekaterina Karsten della Bielorussia. La Boron è famosa per le medaglie conquistate sul quattro di coppia ma non dimentichiamo che nel 1994 e 1995 i suoi primi passi li mosse proprio sul singolo.
La Boron avrà la possibilità di confrontarsi con le sei migliori singoliste del 2006: la vicecampionessa iridata Mirka Knapkova della Repubblica Ceca; la svedese già abituata al podio, Frida Svensson. A far loro compagnia ci saranno la francese detentrice del record del mondo di indoor rowing Sophie Balmary che qui a Linz apre ufficialmente la sua stagione; Michelle Guerette appena giunta dagli Stati Uniti; la russa Julia Levina. La Cina, che partecipa a questa prova di coppa del mondo con una squadra numerosa, ha iscritto in questa gara la singolista Xiuyun Zhang che fece una breve apparizione lo scorso anno in occasione della terza prova di Coppa ma i suoi successi nel canottaggio risalgono agli anni 90, in special modo al 1996 quando alle Olimpiadi di Atlanta gareggiando in doppio fu in grado di aggiudicarsi la medaglia d'argento e giunse quinta nel quattro di coppia.
Mancherà invece l’italiana Gabriella Bascelli, impedita a partecipare a questa gara da un incidente automobilistico fortunatamente di non gravi conseguenze.

Singolo Maschile (M1x), numero iscritti 41
Il singolista numero uno della Germania Marcel Hacker ha affrontato il numero uno sloveno Iztok Cop due settimane fa alla Huegelregatta disputata ad Essen, Germania, ed in quella occasione ha avuto la meglio. Ma questa volta, con Cop e il suo compagno di doppio Luka Spick che sono concentrati entrambi su questa gara, Hacker avrà il suo bel da fare. In scena ci sarà anche il campione olimpico Olaf Tufte della Norvegia ben noto per iniziare la stagione in punta di piedi e che solo di recente ha disputato i 2000 metri in una gara norvegese tanto per saggiare il suo stato di forma.
Il singolista britannico Alan Campbell si presenta a Linz dopo aver vinto senza troppa fatica i trials in casa propria. Altro atleta da mettere tra i favoriti è senz'altro lo svedese Lassi Karonen e il medagliato di bronzo dello scorso anno a Eton Ondrej Synek della Repubblica Ceca. Non dimentichiamoci poi del belga Tim Maeyens che solitamente sorprende con le sue partenze veloci.
Dall'evento sarà tuttavia assente il campione del mondo della Nuova Zelanda Mahe Drysdale che attualmente si sta allenando con il resto della squadra a casa propria in vista della seconda prova di Coppa del Mondo.

Due Senza Femminile (W2-), numero iscritti 28
L'Australia ha diviso il suo 8 in più due senza, come è solita fare ad ogni inizio stagione. Tuttavia, dato l'elevato numero di iscritti in questa gara, potrebbe rivelarsi più ardua del solito la decisione di fare un’ottima gara sia sull’otto che sul due senza  Vi sono infatti 28 equipaggi iscritti tra cui tre armi statunitensi composti da atlete che erano sull'8 medaglia d'oro lo scorso anno. Tra queste vi sono Megan Cooke e Anna Mickelson che si sono aggiudicate la prova di Lucerna del 2006 e hanno poi sfiorato il podio mondiale giungendo quarte.
Ma in questa gara molti degli occhi saranno puntati sulle regnanti campionesse iridate, le canadesi Jane Rumball e Darcy Marquardt che sono giunte in Europa in occasione della Huegelregatta di Essen dove si sono aggiudicate la loro prova senza difficoltà.
Non dimentichiamo la Cina che vedremo in gara anch’essa con tre equipaggi, e soprattutto la Germania che schiererà quattro equipaggi che costituiscono la base del suo secondo 8.

Due Senza Maschile (M2-), numero iscritti 20
I fratelli croati Niska e Sinisa Skelin si sono dilettati su altre imbarcazioni durante la passata stagione, compreso l'otto e il quattro, ma in questo che segna il loro settimo anno di attività, li vedremo nuovamente in gara sul due senza. Di loro attualmente si sa ancora poco, tutto dipenderà da come hanno effettuato la preparazione invernale, ma sicuramente sono da seguire con attenzione insieme ad altri equipaggi di nuova formazione che questa gara ci propone.
Tra questi vi sono il due senza canadese che schiera il plurimedagliato Barney Williams (vicecampione olimpico ad Atene in quattro senza) con Scott Frandsen, e il nuovo equipaggio della Gran Bretagna formato da Colin Smith (sesto in due senza nel 2006) in coppia con l'esuberante Matthew Langridge.
Immutato nella sua formazione ci sarà anche l'equipaggio della Germania di Jocher Urban e Andreas Penkner, quinti nel 2006, che affrontano la loro seconda stagione insieme.
Una sorpresa potrebbe giungere dai vincitori del campionato del mondo in due con 2006, i serbi Nikola Stojic, 32 anni, e Jovan Popovic, 20, che quest'anno si cimentano sul due senza. Altra nuova combinazione che sembra essere assai promettente è quella dell'Italia che ci propone Giuseppe De Vita, 24 anni, in coppia con Raffaello Leonardo, 34, pluricampione mondiale in quattro senza.

Doppio Femminile (W2x), numero iscritti 19
In assenza dei grandi nomi solitamente proposti da Australia e Nuova Zelanda, tutti gli occhi saranno puntati sul duo tedesco composto da Britta Oppelt e Susanne Schmids che avranno come migliori antagoniste le loro compagne di squadra. Infatti sono ben tre gli equipaggi tedeschi iscritti in questa specialità. A rimpolpare il campo dei partenti la flotta cinese che sarà presente addirittura con quattro barche fra cui quella formata da Qin Li e Liang Tian giunte ottave nell'edizione passata dei mondiali, ansiose di confermare la leadership. Diamo un’occhiata anche alle rumene Simona Strimbeschi e Roxana Cogianu. La Strimbeschi, ricordiamo, è stata finalista (quinta) ad Atene in questa specialità e da allora ci è sempre cimentata sull'otto, considerata la miglior imbarcazione della flotta rumena femminile. La Cogianu, invece, muove ora i suoi primi passi nella squadra senior essendo stata sino allo scorso anno atleta della squadra Under 23.

Doppio Maschile (M2x), numero iscritti 26
Questa gara attrae equipaggi che sembrano essere incollati insieme - alcuni da molti anni - e ad Ottensheim vedremo quattro dei sei finalisti dello scorso anno. In cima alla classifica dei favoriti troviamo l'equipaggio francese campione mondiale in carica di Adrien Hardy (anche campione olimpico in carica nella specialità) e Jean-Baptiste Macquet, ancora una volta allenati dall'esperto Jean-Raymond Peltier.
La Gran Bretagna presenta Matthew Well in coppia con Stephen Rowbotham, combinazione nuova ma notevole che sicuramente non deluderà. Il medagliato olimpico canadese Derek Porter (argento ad Atlanta) si presenta nuovamente sulle scene internazionali dopo sette anni di assenza e sarà in gara in coppia con Jake Wetzel, iridato a Milano 2003 e vicecampione olimpico ad Atene 2004 in quattro senza. Occhi vigili anche sull'equipaggio estone di Jueri Jaanson la cui carriera ebbe inizio con la squadra dell'Unione Sovietica e che a 41 anni mostra l'entusiasmo di un ragazzino. A fargli compagnia in barca ci sarà un giovane di buone speranze, Tonu Endrekson, 27 anni, che iniziò a vogare quando Jaanson aveva già messo al collo medaglie mondiali e olimpiche.
Altro ritorno molto atteso, che dovrà dimostrare le proprie potenzialità come già fatto in passato, è quello dei campioni del mondo 2001 e 2002 Akos Haller e Tibor Peto, nomi illustri della squadra ungherese. Sovrappeso per gareggiare nella specialità del doppio pesi leggeri, troviamo in questa gara pure l'equipaggio due volte campione olimpico della Polonia di Robert Sycz e Thomasz Kucharski che, come di consueto, danno inizio alla loro stagione internazionale gareggiando in una specialità che non è la loro.

Quattro Senza Maschile (M4-), numero iscritti 26
Fiducioso di poter allungare il loro cammino vincente, l'allenatore del settore maschile della Gran Bretagna, Juegen Grobler, ha messo di nuovo sulla stessa barca i componenti dell'equipaggio già due volte campione del mondo. Malgrado le prove e i tentativi di apportare modifiche effettuate durante l'inverno, il quattro senza di Sua Maestà rimane composto da Steve Williams, Peter Reed, Alex Partridge e Andy Triggs.
Williams, rilasciando un’intervista alla stampa britannica, ha così commentato: “Sarà una stagione dura. Quando rimani imbattuto ai campionati del mondo vieni preso di mira da tutti. La cosa positiva per noi è che ci sentiamo in forma e che siamo consapevoli di non esserci spinti al limite nella passata stagione”.
Presenti in questa gara anche la medaglia d'argento 2006 conquistata dall'equipaggio della Germania e quella di bronzo conquistata dall'Olanda. A contrastare questi equipaggi dati per favoriti ci saranno inoltre la Slovenia e l'armo francese rimasto invariato.
Considerando che i margini di scarto in questa gara sono solitamente minimi, anche la gara di Linz si preannuncia come una delle più attese, come accade da sempre.

Doppio Pesi Leggeri Femminile (LW2x), numero iscritti 27
Dongxian Xu e Shimin Yan della Cina si presentano con il titolo di campionesse del mondo in carica e detentrici della miglior prestazione di sempre in questa specialità, con la Yan appena 19enne. Inutile negare che partono come favorite in una competizione che conta 27 imbarcazioni iscritte tra cui quattro cinesi. A dar loro filo da torcere ci saranno le medagliate di bronzo 2006, le greche Crysi Biskitzi che ha partecipato a tre edizioni dei Giochi olimpici e la compagna Alexandra Tsiavou. Il Canada potrebbe rivelarsi una sorpresa (ai Mondiali dello scorso anno giunse quarto) schierando un equipaggio formato da Tracy Cameron e dalla sua nuova compagna già campionessa del mondo U.23, Lisday Jennerich. Non dimentichiamoci poi della Finlandia e dell'Irlanda che regolarmente giungono nelle finali più importanti riuscendo anche ad aggiudicarsi le medaglie.

Doppio Pesi Leggeri Maschile (LM2x), numero iscritti 34
Gareggiando nel doppio senior in occasione della Huegelregatta in Germania due settimane fa i danesi Mad Rasmussen e Rasmus Quist, attuali campioni del mondo, hanno avuto la possibilità di confrontarsi con i campioni olimpici della Slovenia Cop e Spik. Si sono piazzati secondi ma dobbiamo considerare che giungevano da un periodo di allenamento invernale durante il quale hanno effettuato un gran carico di lavoro con i pesi e il remoergometro.
Rasmussen e Quist si troveranno di nuovo faccia a faccia con la coppia italiana formata da Marcello Miani e Elia Luini che ai mondiali di Eton persero la medaglia d'oro per meno di un secondo.
Gli italiani saranno comunque tenuti d'occhi anche dai francesi Fabrice Moreau e Frederic Durfour, terzi a Eton nella loro prima finale mondiale insieme. Attenzione anche al singolista britannico campione del mondo Zac Purchase che è stato selezionato per gareggiare in questa specialità olimpica affiancato da Mark Hunter. Altro campione mondiale (2005 in singolo pesi leggeri), il greco Vasileios Polimeros che ritorna con il partner Dimitrios Moungios per il secondo anno.

Quattro Senza Pesi Leggeri Maschile (LM4-), numero iscritti 21
I cinesi Zhongming Huang, Chongkui Wu, Lin Zhang e Jun Tian irruppero sulla scena del quattro senza PL lo scorso anno vincendo inaspettatamente il titolo di campioni del mondo. Nessuna variazione per questo equipaggio che si presenta ad Ottensheim pronto a fronteggiare il forte equipaggio francese e quello irlandese, rispettivamente secondi e terzi ai campionati iridati 2006. La Francia schiera il suo equipaggio invariato mentre nell'equipaggio irlandese vedremo Richard Coakley al posto di Gearoid Towey.

Ma nessuno vorrà perdersi la prestazione del quartetto danese, per anni dominatore quasi incontrastato di questa specialità, che vede il ritorno di colui che in terra di Danimarca è considerato un eroe, Eskild Ebbesen, in lizza per quella che sarebbe la sua quarta Olimpiade. Occhi vigili anche per il Canada che l'anno passato è rimasto fuori dal podio e che ripropone tre membri dell'equipaggio della passata stagione.
Altro rientro è quello dell’equipaggio italiano composto da tre degli atleti medaglia di bronzo ai Giochi di Atene 2004: Bruno Mascarenhas, Salvatrone Amitrano, Catello Amarante, insieme a Jiri Vlcek che ha preso il posto dell’infortunato Lorenzo Bertini, anche lui sulla barca di Atene. Per l’Italia la novità è rappresentata da un altro quattro senza p.l. sulla quale sono saliti a bordo Daniele Gilardoni, plurimedagliato mondiale in quattro di coppia p.l.; Leonardo Pettinari, anche lui più volte iridato e vicecampione olimpico a Sydney; Stefano Basalini, altro plurimedagliato; e Daniele Danesin

Quattro di Coppia Femminile (W4x), numero iscritti 9
La Gran Bretagna è diventata per la seconda volta campionessa del mondo in questa specialità dopo la squalifica della Russia, e le ragazze britanniche sono sicuramente le favorite di questa stagione. Ma con l'assenza della Sarah Winckless dovuta ad un intervento chirurgico al ginocchio la Gran Bretagna mette in barca Annie Vernon che si sederà assieme alle note Debby Flood, Frances Houghton, e la  Katherine Grainger. La Vernon salirà a bordo portando con sé l'esperienza fatta in doppio.
Ci sarà anche la Russia ma con due nuovi membri, la Anastasia Fatina proveniente dalla squadra U.23 e la Anna Sergeeva quarta in questa specialità ai Giochi Olimpici di Atene.
Con le migliori atlete che si daranno battaglia sul doppio, l'allenatore della Germania ha messo insieme una barca del tutto nuova. Solo la capovoga Jeannine Hennicke è l’unica ad aver gareggiato sulla stessa imbarcazione la passata stagione riuscendo a guadagnare la medaglia d'argento mondiale. Ma non ci sono dubbi, la grande favorita di questa gara resta la Gran Bretagna.

Quattro di Coppia Maschile (M4x), numero iscritti 17
Due settimane fa in Germania l'equipaggio della Polonia campione del mondo si è presentato in gran forma guadagnandosi così il diritto di essere considerato il favorito anche di questa gara. Konrad Wasielewski, Marek Kolbowicz, Michal Jelinski e Adam Korol non solo si sono aggiudicati il titolo mondiale per il secondo  anno consecutivo  ma sono anche stati eletti “equipaggio dell'anno”. Ricordiamo che sono anche i detentori del record del mondo.
A tenere testa alla Polonia  ci proverà la Russia, che schiera all'interno del suo equipaggio tre medaglie d'oro di Atene. La Germania ci propone invece una formazione giovane che vede tra l'altro il campione junior Hans Gruhne e il campione under 23 Karsten Brodowski prendere posto sull'equipaggio titolare della Germania.
Molti i volti nuovi che vedremo in questa gara. La Repubblica Ceca si presenta con un equipaggio inedito e lo stesso vale per l'Italia e l'Australia.

Otto con Femminile (W8+), numero iscritti 9
Spesso questa gara ci offre finali senza discussione. Ma non quest'anno. Nove imbarcazioni saranno in lizza per una medaglia con la Germania che cercherà di migliorare l’argento iridato di un anno fa (vinsero gli Usa) e che sembra avvantaggiata rispetto alle altre. Attenzione però all'Australia che ha messo insieme le sue migliori vogatrici di punta che già ha fatto registrare dei tempi molto interessanti. Tra loro ben sei ragazze che lo scorso anno vinsero la medaglia di bronzo.
Anche la Cina punta alla vittoria sebbene ai Mondiali di Eton si sia piazzata solo quarta. Anche in questa barca figurano sei membri della formazione dello scorso anno. Grazie all'enorme pubblicità e notorietà che questa imbarcazione si è guadagnata con il “Reality” che sta cercando un valido timoniere per l'ammiraglia cinese in vista di Pechino 2008 le atlete sono consapevoli che l'obiettivo di una vittoria è alla loro portata.

Otto con Maschile (M8+), numero iscritti 11
In assenza dei campioni del mondo della Germania e degli statunitensi, potrebbe essere l'Italia la favorita di turno. Unica variazione dell'equipaggio italiano vincitore della medaglia d'argento dei mondiali del 2006, Paolo Loriato, 197 cm di altezza, che subentra a Mario Palmisano, alle prese con problemi fisici. L'Italia dovrà tenere gli occhi puntati sull'equipaggio canadese allenato da Mike Spracklen che ha tutte le intenzioni di giungere ai massimi livelli il prossimo anno, alle Olimpiadi di Pechino. Lo stesso vale per la Cina, che come l'equipaggio femminile ha dalla sua l'intera nazione. La Germania metterà in mostra il suo equipaggio numero due che vedrà sedersi a capovoga Michal Ruhe che recentemente ha sconfitto una battaglia personale con il cancro.

TRATTO DA FISA - WORLD ROWING


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro