UN ORO ED UN ARGENTO PER L’ITALIA NELLA PRIMA GIORNATA DI FINALI IRIDATE
Domani, a conclusione dei Mondiali, il remo azzurro sarà in gara con altre sei barche

scala, tuccinardi, la padula, sancassani, goretti, savriè, vlcek, gabriele, tim lenzi (7).JPGETON (Gran Bretagna), 26 agosto – Due medaglie - un oro con l’otto pesi leggeri ed un argento con il due con – ed un significativo quarto posto con il singolo leggero di Erika Bello: questo il bilancio del remo azzurro nella prima giornata di finali ai Mondiali londinesi che si concluderanno domani con altri sei armi italiani al via.
L’otto pesi leggeri si è confermato campione dopo il titolo vinto a Gifu (Giappone) un anno fa: di quella barca sono rimasti a bordo in cinque: Jiri Vlcek, Luigi Scala, Michele Savriè, Martino Goretti ed il capovoga Fabrizio Gabriele; questi ultimi tre insieme a Livio La Padula già iridati quest’anno in quattro senza pesi leggeri ai Mondiali under 23.
Autorevole la prova dell’ammiraglia azzurra, seconda ai 500 ed ai 1000 con un minimo ritardo dalla Danimarca (rispettivamente 0.53 e 0.56) - partita fortissimo ma calata nella seconda parte del percorso tanto da finire solo quarta – e subentrata al comando ai 1200, dopodiché si è mantenuta saldamente in testa sino al termine su Germania e Polonia.
francesco gabriele, dario cerasola, tim. andrea riva (2).JPGDi valore anche l’argento del due con che ha bissato la medaglia dell’anno scorso in Giappone, grazie ad una poderosa progressione che ha permesso di recuperare agli azzurri Dario Cerasola, Francesco Gabriele (fratello di Fabrizio, oro nell’otto pl), e Andrea Riva al timone il gap iniziale essendo transitato quarto alla boa dei primi 500 metri.
Prova generosissima anche se sfortunata, invece, quella della singolista peso leggero Erika Bello, quinta sino ai 1000, quarta ai 1500 e protesa nel finale di gara in un coraggioso tentativo di strappare la terza posizione alla spagnola Mae De Xaxars.

In programma oggi anche i recuperi delle gare di Adaptive rowing; delle barche azzurre hanno passato il turno e sono in corsa per le medaglie di domani i singoli maschile e femminile ed il quattro con.
Le altre finali azzurre, tutte maschili, di domani: quattro con, quattro di coppia e otto senior; due senza, doppio e quattro di coppia pesi leggeri; quest’ultima barca è campione uscente, l’otto senior è vicecampione mentre il doppio pl ha vinto quest’anno la classifica finale di Coppa del mondo.

DOMANI IN TV

RAI 3 – 17,25-18,15 (in Italia); EUROSPORT – 12,45-14,15/15-16,30

(Nelle immagini di Mimmo Perna: l'otto pesi leggeri azzurro campione del mondo; il due con di Francesco Gabriele, Dario Cerasola, tim. Andrea Riva - cliccare sulle foto per ingrandire)

RISULTATI - FINALI
UOMINI
SENIORES
Singolo
: 1. Nuova Zelanda (Drysdale) 6.35.40, 2. Germania 6.35.49, 3. Rep. Ceca 6.37.51
Due senza: 1. Australia (Ginn, Free) 6.18.00, 2. Nuova Zelanda 6.19.13, 3. Canada 6.21.83
Due con: 1. Serbia Montenegro (Stojic, Popovic, tim. Ninkovic) 6.51.27, 2. ITALIA (Francesco Gabriele, Dario Cerasola, tim. Andrea Riva) 6.54.39, 3. Canada 6.55.41
Italia quarta ai 500 (dietro a Usa, Serbia Montenegro e Canada), terza ai 1000 ed ai 1500 (superati gli Usa), quindi saldamente seconda grazie al miglior tempo fatto registrare nell’ultima frazione.
Doppio: 1. Francia (Maquet, Hardy) 6.07.60, 2. Slovenia (Spik, Cop) 6.09.79, 3. Gran Bretagna 6.10.95
Quattro senza 1.
Gran Bretagna (Williams, Reed, Partridge, Triggs Hodge) 5.43.75, 2. Germania 5.44.64, 3. Olanda 5.45.54
PESI LEGGERI
Singolo
: 1. Gran Bretagna (Purchase) 6.47.82, 2. Spagna 6.50.14, 3. Nuova Zelanda 6.52.73
Otto pesi leggeri: 1. ITALIA (Luigi Scala, Giorgio Tuccinardi, Livio La Padula, Franco Sancassani, Martino Goretti, Michele Savriè, Jiri Vlcek, Fabrizio Gabriele, tim. Andrea Lenzi) 5.36.35, 2. Germania 5.38.48, 3. Polonia 5.38.71
Italia seconda ai 500 ed ai 1000 con un minimo ritardo dalla Danimarca (rispettivamente 0.53 e 0.56) partita fortissimo ma calata nella seconda parte del percorso tanto da finire solo al quarto posto; gli azzurri, invece, aumentano progressivamente e, conquistata la leadership ai 1200, mantengono saldamente il comando su Germania e Polonia.

DONNE
SENIORES
Singolo
: 1.
Bielorussia (Karsten-Khodotovitch) 7.11.02, 2. Rep. Ceca 7.15.02, 3. Svezia 7.18.35
Due senza: 1. Canada (Marquardt, Rumball) 6.54.68, 2. Nuova Zelanda 6.56.72, 3. Germania  6.57.11
Doppio: 1. Australia (Kell, Pratley) 6.47.67, 2. Germania 6.47.95, 3. Nuova Zelanda 6.48.82
Quattro senza: 1. Australia (Selby Smith, Lutz, Bradley, Hornsey) 6.25.35, 2. Cina 6.26.75, 3. Stati Uniti 6.28.66
PESI LEGGERI
Singolo femminile pesi leggeri
: 1. Olanda (Van Eupen) 7.32.26, 2. Germania 7.33.61, 3. Spagna 7.34.98, 4. ITALIA (Erika Bello) 7.36.40
Prova generosissima di Erika Bello che è quinta sino ai 1000, quarta ai 1500 e nel finale tenta coraggiosamente l’assalto alla terza posizione della spagnola Mae De Xaxars.

FINALI B
Singolo femminile
: 1. Slovenia 7.26.29, 2. ITALIA (Bascelli) 7.26.42, 3. Spagna 7.32.26
Due senza: 1. Sudafrica 6.27.41, 2. ITALIA (De Vita, Porzio) 6.29.35, 3. Rep. Ceca 6.35.86
Doppio femminile: 1. Rep. Ceca 6.51.04, 2. Cina 6.52.18, 3. Ungheria 6.53.05, 4. ITALIA (Schiavone, Sancassani) 6.53.62
Quattro senza: 1. Irlanda 5.53.66, 2, Canada 5.54.39, 3. Nuova Zelanda 5.54.98, 6. ITALIA (Massimo, Leonardo, Pinton, Tramontano) 5.59.07

ADAPTIVE ROWING
RECUPERI
Singolo femminile “A”
: 1. Canada 6.34.59, 2. Polonia 6.35.37, 3, ITALIA (Moro) 7.06.86
Singolo maschile “A”: 1. Gran Bretagna 5.43.03, 2. ITALIA (Miramonti) 5.47.05, 3. Spagna 5.48.83
Doppio “TA”: 1. Grecia 4.31.56, 2. Gran Bretagna 4.34.52, 3. Brasile 4.52.30, 4. ITALIA (Billiato, Corazzin) 5.05.16
Quattro con “LTA” 1. ITALIA (Bolis, Marchetto, Protopapa, Saccocci, tim. Franzetti) 3.39.37, 2. Stati Uniti 3.44.40, 3. Hong Kong 3.57.82.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro