MONDIALI, GRANDE PROVA DI ERIKA BELLO
La singolista pesi leggeri è seconda e conquista l’ingresso alle finali di sabato
Eliminati gli altri quattro equipaggi azzurri in gara oggi nonostante le buone prove
del due senza di Porzio-De Vita e di Gabriella Bascelli

ETON, 24 agosto – Erika Bello, la trentunenne singolista peso leggero di Civitavecchia tornata a vogare quest’anno dopo una lunga assenza, ha firmato il risultato più significativo di oggi della squadra azzurra ai Mondiali londinesi conquistando un significativo secondo posto in semifinale alle spalle della tedesca Berit Carow, 25 anni, che le consente così di approdare alle finali di sabato.
Ottima la sua gara, risolta con una grande progressione: solo quinta ai primi 500 metri, l’azzurra ha infatti agguantato ai 1000 la seconda posizione che ha mantenuto agevolmente sino al traguardo respingendo gli attacchi dell’americana Schlenker, terza.
Anche il due senza di Lorenzo Porzio e Giuseppe De Vita e la singolista senior Gabriella Bascelli, rispettivamente quinto e quarta nelle rispettive semifinali, hanno disputato prove assai dignitose che però non hanno permesso loro di superare il turno. Il due senza è partito veloce, sino ai 1000 metri è rimasto incollato agli australiani Free e Ginn, campioni olimpici in carica, ma nella seconda parte del percorso ha risentito del ritmo assai sostenuto impresso alla gara e delle acque mosse dal forte vento; ai 1500 è transitato quarto ma ha chiuso al quinto posto dopo aver sbagliato un’entrata in acqua dei remi.
All’italosudafricana della Canottieri Lazio Gabriella Bascelli non è bastato invece il miglior tempo fatto registrare negli ultimi 500 metri per agguantare il terzo posto. Si trattava, però, di una semifinale durissima dominata dalla bielorussa Karsten-Khodotovitch, campionessa olimpica a Sydney 2000 e medaglia d’argento ai Giochi di Atene 2004.
Deludenti, invece, le prove del quattro senza senior di Leonardo, Pinton, Tramontano, Massimo, e del doppio femminile senior di Schiavone, Sancassani, che, attardati in partenza, non sono mai riusciti ad entrare nel vivo della gara.
Domani, seconda giornata di semifinali, l’Italia scenderà in acqua con altre cinque barche: due senza, doppio e quattro senza pesi leggeri; quattro di coppia e l’otto senior vicecampione in carica. In programma anche le batterie dell’Adaptive rowing, il canottaggio per atleti disabili.

DOMANI IN TV

RAI 3 – in differita 16.35-17,15
EUROSPORT - in diretta 12.00 – 14.15 (ora italiana)

(Nell'immagine di Mimmo Perna: Erika Bello in azione sul Dorney Lake di Eton - cliccare sulla foto per ingrandire)


RISULTATI SEMIFINALI
UOMINI
SENIORES
Due senza
(primi 3 in finale): (sf1) 1. Nuova Zelanda 6.19.62, 2. Cina 6.22.46, 3. Germania 6.25.03; (sf2) 1. Australia 6.22.87, 2. Gran Bretagna 6.23.87, 3. Canada 6.25.52, 5. ITALIA (De Vita, Porzio) 6.36.30.
Quattro senza (primi 3 in finale): (sf1) 1. Francia 5.50.55, 2. Olanda 5.50.85, 3. Stati Uniti 5.51.24 e Nuova Zelanda, stesso tempo (per determinare quale delle due accederà alla finale i due equipaggi si affronteranno di nuovo fra loro questo pomeriggio alle 15,30 ora locale; (sf2) 1. Gran Bretagna 5.49.94, 2. Germania 5.50.55, 3. Slovenia 5.53.02, 6. ITALIA (Massimo, Tramontano, Pinton, Leonardo) 6.07.04.
DONNE
SENIORES
Singolo
(primi 3 in finale): (sf1) 1. Bielorussia 7.23.42, 2. Svezia 7.25.74, 3. Stati Uniti 7.28.62, 4. ITALIA (Bascelli) 7.29.57; (sf2) 1. Rep. Ceca 7.21.76, 2. Francia 7.28,96, 3. Russia 7.31.63.
Doppio (primi 3 in finale): (sf1) 1. Nuova Zelanda 6.50.03, 2. Australia 6.51.65, 3. Ucraina 6.51.87, 5. ITALIA (Schiavone, Sancassani) 6.57.61; (sf2) 1. Bielorussia 6.54.62, 2. Germania 6.56.48, 3. Gran Bretagna 6.59.16.
PESI LEGGERI
Singolo
(primi 3 in finale): (sf1) 1. Svizzera 7.44.29, 2. Olanda 7.44.45, 3. Spagna 7.44.71; (sf2) 1. Germania 7.43.37, 2. ITALIA (Bello) 7.48.23, 3. Stati Uniti 7.50.06.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro