MONDIALI, PRIME TRE BARCHE AZZURRE PROMOSSE IN SEMIFINALE
Ma nasce un caso diplomatico: negato il visto ad atleti di cinque Nazioni
“Per ragioni di sicurezza”, si giustificano le autorità britanniche; la FISA protesta

ETON (Gran Bretagna), 20 agosto – I Mondiali di canottaggio che si sono aperti oggi sul Dorney Rowing Lake, lo stesso che nel 2012 ospiterà le regate olimpiche, sono già nella polemica. Non per colpa degli organizzatori che hanno dimostrato di aver curato tutto nei minimi dettagli ma delle autorità britanniche che nelle ultime ore hanno rifiutato il visto ad atleti di cinque Nazioni che non potranno così prendere parte ai campionati. Queste le escluse: Marocco, Kenya, Nigeria, Moldavia e Camerun. Matt Smith, il Direttore esecutivo della FISA, la Federazione internazionale di canottaggio, ha così commentato: “Questo è un grosso colpo per il Programma di sviluppo Fisa, in special modo per l’Africa dove durante l’inverno scorso si sono organizzati speciali raduni alla ricerca di potenziali talenti”.
L’ultimo forfait riguarda il singolista della Moldavia, Evgeni Ignatov. L’ambasciata britannica gli ha rifiutato il visto perché, come ha spiegato il traduttore: “Proviene da un luogo che ha alcune attività terroristiche”; l’Egitto, invece, è stato obbligato a pagare oltre 900 sterline egiziane (circa 100 sterline inglesi) per ottenere il visto per la sua delegazione di cui fanno parte 21 persone.
 
Per quanto riguarda le gare, oggi sono state disputate le batterie di alcune specialità, le altre scenderanno in gara domani. L’Italia era impegnata con otto barche, tre delle quali – il due senza maschile di Lorenzo Porzio-Giuseppe De Vita, e i due singoli femminili: seniores di Gabriella Bascelli e pesi leggeri di Erika Bello – hanno superato brillantemente il turno guadagnandosi l’accesso alle semifinali di giovedì. Rimandati invece ai recuperi altri cinque equipaggi azzurri due dei quali – i singoli uomini di Piergiorgio Negrini (senior) e Stefano Basalini (pesi leggeri) – riserve gareggianti. Gli altri ‘rimandati’ alla prova decisiva di martedì sono il quattro senza senior di Massimo, Leonardo, Pinton e Tramontano; il doppio femminile di Schiavone-Sancassani ed il doppio uomini di Ghezzi e Gattinoni, vicecampioni iridati uscenti.
 
Domani, seconda ed ultima giornata di batterie; per l’Italia saranno in gara: due e quattro senza pesi leggeri, doppio pesi leggeri uomini e donne, quattro di coppia e otto, argento iridato un anno fa a Gifu, Giappone.
 
Quattro armi, invece, sono approdati direttamente alle finali di sabato e domenica: due con (6 iscritti); quattro con (6 iscritti); quattro di coppia pesi leggeri (5 iscritti); otto pesi leggeri (6 iscritti).
 
RISULTATI DEGLI AZZURRI - BATTERIE GRUPPO A
UOMINI
SENIORES
Singolo (primo in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Norvegia 6.50.86, 2. Olanda 6.55.16, 3. Stati Uniti 6.59.29, 6. ITALIA (Negrini) 7.13.05; (b2) 1. Nuova Zelanda 6.50.64, 2. Svezia 6.55.19, 3. Irlanda 6.57.42; (b3) 1. Rep. Ceca 6.41.01, 2. Svizzera 6.41.99, 3. Belgio 6.42.78; (b4) 1. Germania 6.50.87, 2. Cuba 6.59.46, 3. Ungheria 7.04.88.
Italia sempre al sesto posto.
Due senza (primi 2 in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1, Nuova Zelanda 6.22.79, 2. Canada 6.24.94, 3. Germania 6.30.34; (b2) 1. Australia 6.30.82, 2. China 6.32.64, 3. Rep. Ceca 6.38.11; (b3) 1. Sudafrica 6.27.69, 2. ITALIA (De Vita, Porzio) 6.29.85, 3. Serbia Montenegro 6.37.06.
Italia partenza lanciata, prima ai 500 e ai 1000 con una vantaggio rispettivamente di 0.31 e 0.40 sui sudafricani vicecampioni del mondo Cech e Di Clemente.
Doppio (primo in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Francia 6.13.97, 2. Norvegia 6.16.70, 3. Ungheria 6.24.17; (b2) 1. Slovenia 6.13.77, 2. Croazia 6.15.71, 3. Polonia 6.18.31; (b3) 1. Germania 6.17.49, 2. Belgio 6.20.14, 3. Rep. Ceca 6.21.57, 5. ITALIA (Ghezzi, Gattinoni) 6.24.86; (b4) 1. Gran Bretagna 6.20.67, 2. Ucraina 6.24.03, 3. Russia 6.27.64.
Italia quinta sino ai 1000 e terza ai 1500.
Quattro senza (primi 2 in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Olanda 5.55.81, 2. Slovenia 5.57.44, 3. Rep. Ceca 6.01.09; (b2) 1. Gran Bretagna 5.53.45, 2. Stati Uniti 5.55.46, 3. Francia 5.58.58; (b3) 1. Nuova Zelanda 5.50.93, 2. Germania 5.51.34, 3. Canada 5.52.54, 5. ITALIA (Massimo, Leonardo, Pinton, Tramontano) 6.05.06.
Italia sempre quinta.
PESI LEGGERI
Singolo (primo in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Gran Bretagna 6.56.83, 2. Grecia 6.57.62, 3. Canada 7.13.65; (b2) 1. Nuova Zelanda 7.00.36, 2. Olanda 7.00.43; 3. Guatemala 7.11.87; (b3) 1. Spagna 7.03.04, 2. Ucraina 7.06.94, 3. Germania 7.08.61; (b4) 1. Slovenia 7.07.53, 2. Slovacchia 7.14.56, 3. ITALIA (Basalini) 7.17.83.
Italia sempre al terzo posto.
DONNE
SENIORES
Singolo (primi 2 in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Svezia 7.26.59, 2. Russia 7.30.18, 3. Serbia Montenegro 7.34.33; (b2) 1. Bielorussia 7.35.43, 2. Germania 7.39.69, 3. Irlanda 7.44.69; (b3) 1. Rep. Ceca 7.23.96, 2. ITALIA (Bascelli) 7.33.98, 3. Spagna 7.46.55; (b4) 1. Francia 7.28.67, 2. Stati Uniti 7.35.03, 3. Slovenia 7.41.81.
Italia sempre seconda.
Doppio (primi 3 in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Cina 6.55.97, 2. Gran Bretagna 6.57.47, 3. Rep. Ceca 7.04.73; (b2) 1. Nuova Zelanda 6.53.05, 2. Germania 6.56.29, 3. Ucraina 6.58.47; (b3) 1. Bielorussia 6.52.13, 2. Australia 6.53.74, 3. Stati Uniti 6.57.07, 4. ITALIA (Schiavone, Sancassani) 7.01.00.
Italia sempre quarta.
PESI LEGGERI
Singolo (primi 2 in semifinale, gli altri ai recuperi): (b1) 1. Spagna 7.50.65, 2. ITALIA (Bello) 7.52.19, 3. Stati Uniti 7.53.69; (b2) 1. Olanda 7.50.43, 2. Austria 7.51.58, 3. Francia 7.54.85; (b3) 1. Germania 7.48.87, 2. Svizzera 7.56.28, 3. Tailandia 8.04.12.
Italia quarta ai 500, terza ai 1000 ed ai 1500 e seconda sul traguardo con il miglior tempo nell’ultimo parziale.
 
IL PROGRAMMA
Domani – Batterie Gruppo B –
Ore 9,30 ora locale (10,30 in Italia)- Due senza pesi leggeri maschile: Giappone, Gran Bretagna, ITALIA (Caianiello, Di Somma), Belgio, Guatemala (primi 3 in semifinale)
10,00- Doppio p.l. femminile: Olanda, Grecia, Polonia, Finlandia, Giappone, ITALIA (Gallo, Milani) (primo in semifinale)
10,36 - Doppio p.l. maschile: Russia, Austria, ITALIA (Miani, Luini), Rep. Ceca, Irlanda (primi 2 in semifinale)
11,18 - Quattro senza p.l. maschile: ITALIA (Bertini, Amarante, Pettinari, Mascarenhas), Russia, Grecia, Francia, Cile, Israele (primo in semifinale)
11,48 - Quattro di coppia maschile: Cina, ITALIA (Montrone, Venier, Stefanini, Raineri), Francia, Stati Uniti, Romania (primi 3 in semifinale)
12,30 - Otto maschile: Cina, Francia, ITALIA (Mornati C., Frattini, Agamennoni, Palmisano, Dentale, Sartori, Mornati N., Carboncini, tim. Iannuzzi), Australia, Croazia (primi 2 in semifinale)
Martedì – Ore 9,30-12,30: Recuperi Gruppo A.
Mercoledì – Ore 9,54-13,30: Recuperi gruppo B.
Giovedì – Ore 11,00-14,20: Semifinali Gruppo A.
Venerdì – Ore 9-10,40: Batterie Adaptive rowing (canottaggio per disabili); 11,00-14,20: Semifinali Gruppo B.
Sabato – Ore 11,10-13,55: Finali Gruppo A; 14,20-15,10: recuperi Adaptive rowing.
Domenica 27 – Ore 11,45-12,30: Finali Adaptive rowing; 12,45-15,15: Finali Gruppo B.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org

Torna indietro