Italia ancora prima nel Memorial d’Aloja

 

COMUNICATO STAMPA

PIEDILUCO, 24 aprile – Nella giornata delle finali-bis del 19° Memorial Paolo d’Aloja, la tradizionale regata di apertura della stagione remiera internazionale, l’Italia conquista 7 vittorie nei seniores, 2 nei pesi leggeri e 6 negli juniores e si aggiudica per l’ennesima volta (19 su altrettante edizioni della manifestazione) il Memorial intitolato al presidente federale succeduto nel 1973 a Diodato Lanni e scomparso nel 1984, cui si deve la creazione del Centro di Piediluco diventato col passare degli anni una vera e propria universitΰ del remo mondiale.
Molti gli equipaggi che hanno bissato i successi di ieri e che si sono cosμ guadagnati di diritto la partecipazione alla 2ͺ prova di Coppa del Mondo (alla 1ͺ l’Italia non partecipa), in programma a Monaco di Baviera dal 17 al 19 giugno. Fra questi: i due singolisti delle Fiamme Oro, Lorenzo Carboncini e Lorenzo Bertini, che hanno gareggiato rispettivamente nelle categorie seniores e pesi leggeri; il doppio senior di Leonardo Pettinari e Stefano Basalini, entrambi pesi leggeri, che d’ora in avanti troveranno sulla loro strada l’altro doppio azzurro formato da Elia Luini (ex compagno di Pettinari sulla barca pluriiridata e vicecampione olimpica) e Bruno Macarenhas, che si sono imposti nella gara del doppio leggero; il due senza (Luca Agamennoni e Dario Lari) ed il quattro di coppia (Matteo Stefanini, Simone Raineri, Simone Venier e Federico Gattinoni) delle Fiamme Gialle; il quattro senza tutto del Posillipo di Mauro Mulazzani, Valerio Massimo, Aldo Tramontano e Giuseppe De Vita e l’otto targato Aniene con l’innesto di Valerio Pinton (FF.GG.) che, a dire il vero, in questi due giorni ha incontrato avversari di piω modesto spessore.
Sul gradino piω alto del podio anche il quattro senza p.l. ‘misto’ Cus Ferrara, Stabia e Moto Guzzi, ed il doppio donne di Laura Schiavone ed Elisabetta Sancassani, che ha preceduto ancora una volta l’armo delle altre azzurre Gabriella Bascelli ed Alessandra Caraffini, che oggi si θ piazzato solo terzo.
Le regate juniores hanno proposto, infine, molti giovani interessanti fra i quali: Adriano Scardino, Andrea Serventi, Claudio Petrillo e Andrea Palmisano - tutti dell’Aniene - che hanno dominato sul quattro senza.
Delle altre Nazioni ha sorpreso in positivo la Grecia del nuovo direttore tecnico Giovanni Postiglione, ex collega anni fa del dt azzurro Giuseppe de Capua al Centro di Piediluco (vedasi comunicato a parte).

FINALI – RISULTATI
Seniores
Uomini

Singolo: 1. Italia (Carboncini) 7’44”30, 2. Ucraina 7’56”50, 3. Italia (Borghesi) 8’03”30, 5. Italia (Cursaru) 8’16”20
Due senza: 1. Italia (Agamennoni, Lari) 7’08”60, 2. Grecia 7’14”40, 3. Italia (Ragona, D’Emilio) 7’21”10
Doppio: 1. Italia (Basalini, Pettinari) 7’00”00, 2. Giappone 7’02”60, 3. Grecia 7’03”30, 5. Italia (Ghezzi, Righetti) 7’06”40
Quattro senza: 1. Italia (Mulazzani, Massimo, Tramontano, De Vita) 6’30”20, 2. Italia (Ingargiola, Resemini, Introzzi, Cerasola) 6’37”50, 3. Italia (Verzotti, Penna, Loriato, Pignone) 6’45”90
Quattro di coppia: 1. Italia (Stefanini, Raineri, Venier, Gattinoni) 6’16”10, 2. Ucraina 6’19”90, 3. Italia (Moncada, Gilardoni, Lodigiani, Miani) 6’22”50
Otto: 1. Italia (Porzio, N. Mornati, Frattini, Pinton, Palmisano, Dentale, Leonardo, C. Mornati, tim. Iannuzzi) 6’02”20, 2. Italia (Messina, Lunardi, Motta, Cumbo, Battisti, Varrone, Centasso, Mautone, tim. Berlingerio) 6’10”70, 3. Egitto 6’11”80, 4. Italia (Marino, Grossi, De Coro, Scala, Marrucci, D’Altilia, Fasoli, Montrone, tim. Danti) 6’46”40
Donne
Singolo: 1. Ucraina (Guba) 8’41”20, 2. Italia (Spinello) 8’45”90, 3. Grecia 8’54”70, 4. Italia (Baratto) 9’01”90
Doppio: 1. Italia (Schiavone, Sancassani) 7’50”50, 2. Ucraina 7’55”00, 3. Italia (Caraffini, Bascelli) 7’58”70

Pesi leggeri
Uomini

Singolo: 1. Italia (Bertini) 7’37”10, 2. Giappone 7’37”90, 3. Italia (Vleck) 7’42”00, 6. Italia (Mannucci) 7’51”20
Doppio: 1. Italia (Luini, Mascarenhas) 7’04”40, 2. Italia (Pellolio, Danesin) 7’17”40, 3. Tunisia 7’45”80
Quattro senza: 1. Italia (Savriθ, La Padula, Castaldo, Goretti) 6’35”80, 2. Grecia 6’39”90, 3. Italia (Scala, Gabriele, De Piccoli, Cecchin) 6’43”40
Donne
Singolo: 1. Grecia (Biskitzi) 8’42”90, 2. Italia (Milani) 8’44”80, 3. Italia (De Stefano) 8’59”80
Doppio: 1. Grecia (Tsiavou, Sakellaridou) 7’59”10, 2. Italia (Tamboloni, Mai) 8’05”40, 3. Italia (Cappabianca, Marasca) 8’14”50, 4. Italia (Sannita, Minzon) 8’25”20

Juniores
Uomini

Singolo: 1. Italia (Rosetti) 7’51”10, 2. Grecia 7’58”00, 3. Tunisia 8’13”30
Doppio: 1. Italia (Durante, Boschelli) 7’17”80, 2. Italia (Rosetti, Messina) 7’23”50, 3. Tunisia 7’45”00
Due senza: 1. Italia (De Maria, Dell’Aquila) 7’23”70, 2. Grecia 7’27”60, 3. Grecia 7’29”10, 4. Italia (Michelotti, Fossi) 7’53”30
Quattro senza: 1. Italia (Scardino, Serventi, Petrillo, Palmisano) 6’51”00, 2. Italia (Novelli, Callori, Santini, Cipolla) 7’01”50
Donne
Singolo: 1. Italia (Alleruzzo) 8’40”04, 2. Grecia 8’57”60, 3. Italia (Gallo) senza tempo
Due senza: 1. Italia (Tinelli, Romiti) 8’11”00, 2. Italia (Espaρa, Wurzel) 8’18”90, 3. Italia (Renzetti, Di Massimo) 8’30”20, 4. Italia (Martin, Tremul) 8’38”70

CLASSIFICA FINALE DEL 19° MEMORIAL INTERNAZIONALE PAOLO D’ALOJA

1ͺ ITALIA, punti 158
2ͺ GRECIA, punti 36
3ͺ UCRAINA, punti 15
4° GIAPPONE, punti 6
4ͺ TUNISIA, punti 6
6° EGITTO, punti 2
6ͺ TURCHIA, punti 2
8ͺ SLOVACCHIA, punti 0

 

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. 06 - 36858694 – Fax 06 - 36858148
E-mail: comunicazione&marketing@canottaggio.org
 

Torna indietro