Martedì 26 Aprile 2005

CANOTTAGGIO Roma e Aniene qualificate per i Mondiali di Monaco
di Enrico Tonali

HANNO il sapore agrodolce della sua birra le acque di Monaco per il remo azzurro, che vi ha naufragato (Olimpiadi 1972) e c’è risorto (Mondiali 1981). Ma per due equipaggi romani, il bacino bavarese e la tappa di Coppa del Mondo che vi disputerà a metà giugno saranno il primo passo verso i Mondiali in Giappone, a fine agosto. L’otto misto Aniene/Fiamme Gialle (Mornati C., Leonardo, Dentale, Palmisano M., Pinton, Frattini, Mornati N., Porzio, tim. Iannuzzi) ed il doppio pesi leggeri di Mascarenhas (Roma) e Luini (Aniene) impostato da Migliaccio si sono conquistati la qualificazione, dominando agevolmente, a Piediluco (Terni) le due giornate del 19° Memorial Internazionale D’Aloja vinto dall’Italia del neo d.t. De Capua su Grecia e Turchia. Anche un’altra formazione tiberina, il 4 senza juniores (Palmisano A., Petrillo, l’ex giallorosso Serventi, Scardino) sempre dell’Aniene preparata da Dezi, ha ipotecato un posto nella flotta azzurrina, mentre nel doppio la laziale Gabriella Bascelli ha corso in una formazione d’emergenza, in attesa del rientro nel 2° Meeting Nazionale di maggio. Terzo nel double leggero con la Cappabianca in entrambe le giornate, il Tirrenia ha fatto riammirare domenica il 2 senza p.l. delle viceiridate Romiti e Tinelli, dietro le quali giungevano terze Di Massimo e Renzetti della Roma. Non ci sono infine notizie sui due atleti egiziani che dovevano partecipare al Memorial D’Aloja.

Torna indietro