34° edizione della D'Inverno sul Po: è record di iscrizioni


TORINO, 08 febbraio 2017 - Sono numeri da capogiro quelli registrati alla chiusura delle iscrizioni relative alla 34esima edizione della D'Inverno sul Po, la classica regata internazionale di fondo organizzata ormai dal 1982 dalla SC Esperia-Torino, presieduta da Carlo Pacciani, in collaborazione con il Comitato Regionale Piemonte e le Società remiere di Torino e con l'intento di sensibilizzare l'opinione pubblica sullo stato in cui versa il fiume Po: #unPosalvato. Alla chiusura delle iscrizioni, infatti, i numeri parlano di ben 2670 atleti iscritti alla manifestazione: 878 saranno in gara sabato, formando 507 equipaggi in rappresentanza di 88 Società, mentre 1792 vogatori si daranno battaglia domenica nella Regata Internazionale su 324 imbarcazioni con i colori di 90 Società.

I numeri di domenica comprendono anche le rappresentative dei Comitati Regionali di Piemonte, Lombardia e Liguria. Più dettagliatamente, per quanto riguarda la partecipazione alla regata del sabato, in cui saranno in acqua le barche corte (singolo, due senza e doppio) delle categorie Ragazzi, Senior, Junior, Allievi C, Cadetti, Master (che comprende anche le barche miste in doppio, quattro di coppia e otto), quattro con LTA e il GIG a quattro LTA ID, spicca in termini di partecipazione la SC Armida con 92 atleti e 48 equipaggi, seguita dai padroni di casa della SC Esperia-Torino (76 atleti e 44 equipaggi) e da altre tre società torinesi: la SC Caprera (46 atleti e 22 equipaggi), l'SC Cerea (42 atleti e 19 equipaggi) e il Cus Torino (33 atleti e 26 equipaggi).

Nella regata internazionale di domenica, dedicata alle barche lunghe (quattro di coppia e otto), si registra una massiccia presenza piemontese con l'Esperia-Torino che svetta in ragione di 104 atleti ripartiti su 20 equipaggi. Segue l'SC Armida (95 atleti e 15 equipaggi) e poi in successione la SC Cerea (77 atleti e 15 equipaggi), il Cus Torino (76 atleti e 14 equipaggi) e la SC Caprera (66 atleti e 12 equipaggi). Ricordiamo, infine, che quest'anno gli atleti si dovranno cimentare sul percorso che si articolerà sulla distanza di 4000 metri anziché sui tradizionali 6000.
 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.