Presentata l’edizione 2014 del Mondiale Under 23 a Varese
 e la Squadra Nazionale italiana


VARESE, 18 luglio 2014 - E’ stata la prestigiosa sala al 39° piano di Regione Lombardia a fare da cornice alla presentazione del Mondiale di Canottaggio Under 23 di Varese e della squadra Under 23 della Federazione Italiana.

Grande la soddisfazione del Comitato Organizzatore dei Campionati Internazionali di Canottaggio a Varese per aver ottenuto da ICIM il certificato di sostenibilità secondo la norma ISO 20121 per i Mondiali Under 23 di Canottaggio 2014, il primo evento remiero al mondo certificato per la sostenibilità economica, sociale e ambientale.

E’ un mondiale dai grandi numeri che vedrà gareggiare 800 atleti Under 23 provenienti da 51 nazioni del mondo. Le ragazze iscritte sono 286, i ragazzi 514 e si cimenteranno in 21 diverse specialità. Sul lago di Varese scenderanno in acqua 309 imbarcazioni. La nazionale con più atleti iscritti è l’Italia con 69 canottieri, la seconda è la Germania con 68 atleti e la terza è l’America con 59 iscritti. In particolare, la squadra azzurra conta ben 21 equipaggi: 9 femminili (6 Under 23 e 3 Under 23 Pesi Leggeri) e 12 maschili (7 Under 23 e 5 Under 23 Pesi Leggeri). Una flotta ben assortita, che copre tutte le specialità previste dalla Federazione Internazionale (FISA).

Delle 51 nazioni, 8 rientrano nel progetto “Development Programme” della Federazione Internazionale e sostenuto dal Comitato Organizzatore. Gli atleti di Cipro, Kazakistan, Repubblica di Moldova, Paraguay, Tunisia, Uganda, Vanuatu e Zambia (tutti Paesi in via di sviluppo) sono, infatti, ospitati a Varese a spese degli organizzatori. Questo permette a 17 giovani atleti di prendere parte al Mondiale Under 23 di Canottaggio che altrimenti sarebbe stato loro precluso per motivi economici.

L’imponente macchina organizzativa ha lavorato assiduamente per mantenere gli alti standard qualitativi ai quali il Comitato Organizzatore ha abituato da anni la Federazione Internazionale di Canottaggio, dandosi come obiettivo il continuo miglioramento delle performance. A contribuire all’impeccabile organizzazione, i volontari: il fiore all’occhiello degli eventi internazionali di Canottaggio a Varese. Dei 466 volontari suddivisi in 28 team operativi, 266 sono giovani alunni delle scuole superiori della Provincia di Varese ognuno dei quali parla almeno 3 lingue. I ragazzi, subito riconoscibili grazie alle divise bianco-­‐rosse saranno presenti in diversi punti strategici dall’aeroporto di Malpensa al campo di gara per aiutare e dare informazioni ad atleti, turisti e semplici curiosi.

Nei giorni salienti del Mondiale Under 23 sono attese alla Schiranna di Varese circa 10.000 persone tra atleti, membri delle federazioni, famigliari, amici, tifosi e turisti. Il campo di gara copre un’area complessiva di 100.000 metri quadrati dei quali 40.000 sono dedicati agli atleti e 30.000 agli spettatori che avranno a disposizione 1.700 posti a sedere tenendo ovviamente in considerazione le agevolazioni per le persone con disabilità.

Inoltre, tutta l’area del campo di gara sarà coperta da connessione internet wifi gratuita grazie ad EOLO, presenting sponsor della manifestazione. A sottolineare come Varese in questi anni si sia sempre più affermata quale capitale internazionale del Canottaggio, capace di attirare l’attenzione anche dal punto di vista di investimenti economici, c’è anche il dato delle sponsorizzazioni: Sono 26 le aziende partner del Mondiale Under 23, 9 in più rispetto ai mondiali Masters dello scorso anno.

Un’attenzione particolare è stata ovviamente dedicata alla sicurezza con 8 punti operativi sul campo di gara tra corpi di pubblica sicurezza, medici, addetti al salvamento oltre a 3 autoambulanze e ad una idro ambulanza.

"Come Regione Lombardia abbiamo dato un contributo di 50mila euro per contribuire alla realizzazione di questo straordinario evento che sono i Mondiali under23 di canottaggio sul lago di Varese, perché io credo che la Regione Lombardia debba sostenere iniziative come queste, dove c'è lo sport pulito, lo sport vero, dove si lotta per vincere con onestà e lealtà, senza colpi bassi, perché qui vince chi è bravo e si prepara meglio". Lo ha spiegato il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo insieme all'assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, alla conferenza stampa. SIMBOLO DI PULIZIA -­ "Questo è il simbolo della pulizia dello sport -­ ha detto Maroni -­ ed è anche il metodo che deve sostenere il governo della cosa pubblica ed è questo il metodo che usiamo anche qui in Regione Lombardia, dove c'è totale trasparenza: siamo un palazzo di vetro, trasparente, aperto a chiunque voglia controllare". SOSTEGNO AD ALTRE INIZIATIVE -­ "Mi pare doveroso -­ ha sottolineato Maroni -­ che la Regione Lombardia possa garantire un analogo sostegno anche ad altre iniziative come la Coppa del Mondo che l'anno prossimo si terrà sempre sul lago di Varese, questo è un impegno che prendo da tifoso dello sport pulito, lo sport con la S maiuscola che i giovani atleti qui presenti rappresentano, perché chi pratica uno sport come questo lo fa non per diventare ricco o famoso ma perché crede in certi valori, e io voglio sostenere questi valori concretamente. La Lombardia è al centro di tante eccellenze e queste mondiali di canottaggio sono una di quelle eccellenze."

"Il canottaggio è impegno, costanza e allenamento e voi siete il futuro di questa disciplina". L'ha detto Antonio Rossi, assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia. "Sono contento di vedere una squadra motivata e, mi dice il presidente federale, con numerosi Lombardi al suo interno, che confermano l'amore della nostra terra per questa disciplina. La Nazionale Under non è una formazione minore, ma un punto di partenza, come conferma la vittoria della mia prima medaglia olimpica proprio a 23 anni. Fatica e allenamento sono importanti -­ ha concluso Rossi -­ ma ancora più sopportabili se coronati dai risultati delle gare nello splendido campo di gara di Varese, che ho di recente avuto modo di visitare insieme al sindaco Attilio Fontana".

“Siamo orgogliosi di aver certificato i Mondiali Under 23 di Canottaggio 2014 quale evento sostenibile – ha dichiarato Gaetano Trizio, amministratore delegato di ICIM, consegnando oggi il certificato – perché si tratta di un evento particolarmente complesso, e conferma quindi ICIM tra i leader mondiali per la certificazione secondo la norma ISO 20121. Dobbiamo complimentarci con il Comitato Organizzatore per la capacità di cogliere le opportunità che questa norma offre nell’essere creativi nella soluzione delle inevitabili criticità. Ha agito con grande consapevolezza e attenzione nel pieno rispetto ambientale di un’area protetta come quella delle acque del lago e del suo parco, e ha saputo sviluppare iniziative di grande integrazione e inclusività sia con i programmi di supporto per gli atleti provenienti da Paesi disagiati, sia con il coinvolgimento di giovani volontari che trovano in questa esperienza un’occasione di crescita integrata con i curricula scolastici. Ha infine generato visibilità e promozione per il territorio, con interessanti prospettive di ritorni economici non limitati al periodo dell’evento”. E conclude Trizio: “La certificazione dei Mondiali di Canottaggio Under 23 – che verrà replicata per gli appuntamenti di Coppa del Mondo del 2015 e 2016 -­‐ si pone da oggi come benchmark per la sostenibilità degli eventi nel nostro Paese: l’evento di Varese anticipa e introduce il tema della sostenibilità che sarà protagonista di Expo 2015”.


Nelle immagini (© Canottaggio.org - ph Claudio Cecchin): foto di gruppo Squadra Nazionale Under 23 e Autorità; da sinistra l'Assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi, il Presidente FIC Giuseppe Abbagnale, il Presidente Regione Lombardia Roberto Maroni, il Sindaco di Varese Attilio Fontana, il DT Giuseppe La Mura; un momento dell'intervento del Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni; il Presidente federale Abbagnale consegna la cravatta della FIC al Presidente Maroni; il Presidente federale Abbagnale consegna la cravatta della FIC all'Assessore Antonio Rossi.


- I Numeri del Mondiale Under 23 a Varese
- Galleria FOTO: Presentazione Mondiali Under 23 e Squadra Azzurra
  (© Canottaggio.org - ph Claudio Cecchin)
 
- Il Comunicato in PDF

 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 20-22/09/2019
    Campionato Italiano di Societa Gran Premio Giovani Trofeo delle Regioni Cadetti e Ragazzi Meeting Nazionale Allievi e Cadetti Master
    Campionato Italiano di Società
    PROGRAMMA FINALI
    RISULTATI SEMIFINALI
    PROGRAMMA SEMIFINALI
    RISULTATI QUALIFICAZIONI
    PROGRAMMA QUALIFICAZIONI
    Meeting Allievi Cadetti Master
    RISULTATI GARE
    PROGRAMMA GARE
    GP dei Giovani
    PROGRAMMA FINALI
    RISULTATI QUALIFICAZIONI
    PROGRAMMA QUALIFICAZIONI
  • COMO - 28/09/2019
    Regata Internazionale Villa d'Este
  • ROMA - 28/09/2019
    Regata promozionale del Centenario
  • PESCARA - 27-29/09/2019
    Campionato Italiano Coastal Rowing Senior Campionato Italiano Coastal Rowing Master Campionato Italiano Sprint di Coastal Rowing
  • CROTONE - 26-29/09/2019
    FASE Nazionale Trofeo CONI

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.