Oro, bronzo e un posto nella storia: il mondo s'inchina alle sorelle Lo Bue

CATANIA, 20 agosto 2012 - Il copione è sempre lo stesso. Partono “piano”, fanno sfogare le avversarie e poi, quando mancano meno di cinquecento metri al traguardo, Giorgia e Serena Lo Bue si trasformano in una locomotiva, sotto lo sguardo annichilito dei tifosi, ma soprattutto dei due senza avversari, che all'improvviso sembrano diventare lentissimi. Il secondo oro mondiale delle sorelle della Canottieri Palermo è arrivato così, in Bulgaria, con uno show da manuale del canottaggio. Uno spettacolo e un secondo titolo iridato che, non c'è dubbio, collocano le “sisters” di diritto nella storia del canottaggio mondiale.

Mai nessuno come loro. O meglio, a Plovdiv, ha vinto per il secondo anno consecutivo pure l'otto maschile azzurro: un risultato di grande prestigio, diciamo pure storico. Ma non è la stessa cosa. E non perché Giorgia e Serena sono siciliane. Non perché siamo di parte. Ma perché tutti sappiamo quanto in Italia sia più complicato tirare su un equipaggio femminile di livello assoluto e capace addirittura di confermare la propria leadership mondiale. Benedetto Vitale (sotto, con gli occhiali da sole, insieme al presidente della Canottieri Palermo Edoardo Traina e alle Lo Bue), il loro allenatore, c'è riuscito: ha capito, almeno tre anni fa, di avere due pezzi pregiati ma ancora grezzi da forgiare. E dal nulla, all'inizio contro lo scetticismo di molti, ha plasmato le campionesse che oggi tutti noi conosciamo. La loro forza, nonostante le misure non proprio titaniche dei loro fisici, è anche l'essere sorelle, come hanno spiegato più volte in passato. Il loro turbo, quello che scatta come un motore a reazione a sessanta colpi dall'arrivo, è la sintonia che forse solo due sorelle possono avere.

L'Italia del canottaggio e dello sport lo sa bene, ha conosciuto la stessa magia guardando le gesta dei fratelli Giuseppe e Carmine Abbagnale: due corpi e una mente. Pure loro in una barca simile, il due con, anche se certo più pesante. Ma in cui, come nel due senza, forza, tenacia e sintonia vanno all'unisono.

Lo si è visto ieri, si è rivisto oggi, quando Giorgia e Serena sono state chiamate a firmare un'altra impresa, pure questa storica: il bronzo vinto in otto (sopra la premiazione) e con una condotta di gara non molto diversa dal due senza. Quinte fino a metà gara, sono riuscite a superare la Russia e la quotata Germania piazzandosi alle spalle di Romania e Stati Uniti, con un serrate memorabile. Che dire? Grazie Serena, grazie Giorgia e grazie Benedetto per aver regalato al movimento siciliano un sogno divenuto realtà.
 

Foto: di Detlev Seyb

 

Stefano Lo Cicero Vaina
Adetto Stampa Fic Sicilia

 

Prossime Regate

  • Roma - 30/04/2017
    Derby Roma/Lazio cat. Master - Chiusa ad altre Regioni ANNULLATA
  • Trieste - 30/04/2017
    Regata Regionale Promozionale Aperta ad altre Regioni
    PROGRAMMA GARE
  • Eupilio - 30/04/2017
    Regata Regionale Valida d'Aloja - Aperta ad altre Regioni CAMBIATA SEDE DI SVOLGIMENTO ANNULLATA
  • Genova - 30/04/2017
    Regata Regionale Valida Montù (Campionati Regionali) - Aperta ad altre Regioni
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    Elenco Equipaggi Iscritti
    PROGRAMMA GARE
  • Piediluco - 30/04/2017
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja - Aperta ad altre Regioni ANNULLATA
  • Taranto - 30/04/2017
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja - Aperta ad altre Regioni - Deroga percorso su 1.000 mt.
  • Candia Canavese - 30/04/2017
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja e Promozionale Master Para Rowing - Aperta ad altre Regioni
    PROGRAMMA GARE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.