Plovdiv: il programma di mercoledì 15 agosto

PLOVDIV, 14 agosto 2012 - Alle 13 (le 14 a Plovdiv) di Ferragosto prendono il via ufficialmente le regate dei Mondiali Juniores, Seniores e Pesi Leggeri, in questi ultime due categoria con protagoniste le specialità non olimpiche.

Prima barca azzurra a rompere il ghiaccio, alle 13:07, sarà il quattro senza: le campionesse continentali Terrazzi, Arcangiolini, Ondoli e Celoni sono in corsia 2 e, contro Ucraina, Canada, Gran Bretagna e Danimarca, occorre uno dei primi tre posti per entrare in semifinale. Statunitensi detentrici del titolo mondiale.

Può solo vincere il quattro con (Tettamanti, Gerosa, Mondelli, Mancini, tim. Morescalchi) per l'accesso diretto in finale: alle 13:21, in acqua 1, se la vedrà con Nuova Zelanda, Croazia, Bielorussia, Serbia e Australia (oro a Eton 2011).

Le sorelle Lo Bue, campionesse mondiali e d'Europa, gareggiano in corsia 5 alle 13:35 nel due senza donne. Gli ostacoli sulla strada per la finale, per il cui ingresso serve un successo, sono Bielorussia, Ungheria, Bulgaria, Russia e Stati Uniti.

Nel quattro senza, alle 14:03, Stati Uniti, Croazia e Austria testano le ambizioni dei i campioni d'Europa Oppo, Di Seyssel, Pietra Caprina e Di Girolamo. La Germania, prima al mondo nel 2011, si trova in prima batteria.

Sette minuti più tardi, Gobbi, Pappalardo, Calabrese e Rodini lanciano l'attacco dall'acqua 3 a Grecia, Cina, Francia, Ucraina e Bielorussia. Due posti in palio per la semifinale nella specialità del quattro di coppia femminile vinta un anno fa dalle tedesche.

Addirittura sei le batterie del quattro di coppia. L'Italia, argento ai Mondiali 2011 e oro agli Europei 2012, è nella quarta qualificazione (14:52) contro Bielorussia, Serbia e Grecia. Strada lunga per entrare in finale, qui le prime tre barche entrano nei quarti di finale.

Paolo Perino ed Andrea Tranquilli (tim. Niccolò Fanchi) difendono il titolo mondiale nella specialità del due con: prima, però, devono superare la batteria tenendo dietro almeno due barche tra Romania, Bielorussia e Francia.

Alle 15:27, la brasiliana Fabiana Beltrame, insieme a Corea del Sud, Algeria, Danimarca e Gran Bretagna, è l'avversaria di Elisabetta Sancassani. Per evitare i recuperi e conquistare la semifinale, nel singolo Pesi Leggeri femminile, va ottenuto il primo posto. Zambia, Uganda e Grecia per il vicecampione mondiale del singolo Pesi Leggeri Pietro Ruta alle 16:09: venticinque concorrenti, primo obiettivo sono i quarti di finale.

Un solo risultato possibile per De Maria e Dell'Aquila nel due senza PL. Dopo l'argento di Bled, incrociano subito le armi con Bulgaria, Nuova Zelanda, Russia, Giappone e Cina alle 16:37.

Stati Uniti, Svezia, Corea del Sud e Giappone provano a mettere i bastoni tra le ruote di Pollini, Marasca, Coletti e Bello nel quattro di coppia leggero donne alle 17:12. Prime due barche in finale. Venti minuti dopo, primo test per Danesin, Pegoraro, Luini e Miani: in acqua 4, contro Ungheria, Svizzera, Germania e Polonia, per centrare subito la semifinale del quattro di coppia PL.

Di Somma, Amarante, Caianiello, Riccardi, La Padula, Goretti, Vlcek e Pinca: sono loro, assieme al timoniere Barattolo, a cercare subito la finale nell'otto Pesi Leggeri, contro Giappone, Australia e Olanda, alle 17:47.


Nelle immagini (D.Seyb): Pietro Ruta; il quattro di coppia PL donne
 
 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.