Trakai: le parole degli Under 23 azzurri dopo la 1a giornata


TRAKAI, 11 luglio 2012 - Dopo la batteria, una mezz'ora abbondante al remoergometro per il quattro di coppia Pesi Leggeri dell'Italia. Un abbraccio ai parenti, arrivati da Torino e Palermo per sostenerli, e poi una lucida analisi della situazione firmata da Claudio Provenzano (Canottieri Telimar) e Francesco Pegoraro (Sisport Fiat). "Siamo partiti in maniera piuttosto decisa anche se siamo rimasti dietro la Germania - attacca Provenzano - Eravamo tranquilli e consapevoli di poter far valere tutta la nostra forza sul passo. Effettivamente è andata così, nel senso che abbiamo guadagnato sulla Germania e l'abbiamo tenuta dietro alla fine. Siamo stati bravi e costanti nel mantenere una palata lunga". Pegoraro è sicuro. "Possiamo migliorare ancora di qui a sabato, siamo partiti con l'idea di provarci sino al traguardo ed evitare di passare per i recuperi. Ce l'abbiamo fatta, abbiamo raggiunto quanto prefissato".

Situazione diversa per il 'quattro con' che è già proiettato al recupero di domani pomeriggio. "Abbiamo faticato a carburare, ma ci siamo ripresi sul passo - dice Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro) - Siamo rientrati sull'Australia, purtroppo troppo tardi per confidare nel completamento della rimonta. Domani dobbiamo esser più aggressivi e sappiamo che sarà durissima: ci sono due posti, ci sono anche Francia e Germania che venderanno la pelle a carissimo prezzo".
D'accordo Marco Di Costanzo
(Fiamme Oro). "La barca, a mio avviso, era piuttosto buona. Abbiamo pagato troppo nei primi 1000 metri, ma poi abbiamo sfilato bene un avversario difficile come la Bielorussia: domani ce la metteremo tutti per esprimere maggior velocità nella prima parte".


Nelle immagini (D.Seyb) : Claudio Provenzano, Emanuele Liuzzi, Marco Di Costanzo

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Facebook - Twitter - Instagram

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.